Lancia Delta-20/30HP

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lancia Delta-20/30HP
Descrizione generale
Costruttore Italia  Lancia
Tipo principale Autotelaio
Produzione dal 1911 al 1912
Sostituisce la Lancia Gamma-20HP
Sostituita da Lancia Epsilon
Esemplari prodotti circa 300
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3.770 e 4.000 mm
Larghezza 1.615 mm
Passo 2.740 e 2.932 mm
Massa 885 e 900 kg
Altro
Stessa famiglia Lancia Didelta
Note dati tecnici dei due tipi di telaio

Il 1911, anno in cui si inaugurarono i nuovi più ampi stabilimenti di Via Monginevro, fu caratterizzato anche, in casa Lancia, dall'uscita del nuovo modello 20/30 HP (Tipo 56, poi Delta).

Il contesto[modifica | modifica sorgente]

Oltre all'ormai annualmente consueto aumento di cilindrata e potenza (che questa volta subiva un incremento davvero notevole), la 20/30 HP presentava una interessante miglioria tecnica: l'alimentazione non avveniva più per semplice caduta (quindi per forza di gravità) ma con l'ausilio di una apposita pompa. La 20/30 HP era disponibile con passo normale oppure corto.

Anche se le informazioni sono quasi nulle, pare sia stata costruita anche una versione ulteriormente potenziata, destinata essenzialmente all'impiego sportivo, ricordata come Didelta La 20/30 HP venne costruita nel 1911 e fu sostituita nel 1912 dalla 20/30 HP (tipo 58, poi Epsilon).

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

  • Periodo produzione: anno 1911
  • Motore: Tipo 56; motore anteriore, longitudinale, a 4 cilindri in linea, monoblocco (in ghisa), alesaggio mm 100, corsa mm 130, cilindrata totale cm³ 4084,07, testa cilindri fissa, basamento in lega d'alluminio, distribuzione a valvole laterali parallele (2 valvole per cilindro) comandate tramite un albero a camme laterale (nel basamento) azionato da ingranaggi; albero motore su tre supporti; rapporto di compressione 5:1, potenza massima CV 60 a 1.800 giri/minuto; alimentazione mediante pompa (azionata dall'albero a camme) con carburatore verticale monocorpo Lancia a 2 ugelli; accensione a magnete ad alta tensione (Bosch) con valore dell'anticipo regolabile manualmente; lubrificazione forzata, con pompa; capacità del circuito di lubrificazione litri 8; raffreddamento ad acqua, circolazione forzata, radiatore a tubi alettati, ventola meccanica;
  • Trasmissione : ad albero con giunti cardanici, trazione sulle ruote posteriori; frizione multidisco a bagno d'olio; cambio (scatola in lega leggera) a 4 rapporti più retromarcia con comando a leva laterale; rapporti del cambio: 3,891:1 in prima, 2,381:1 in seconda, 1,618:1 in terza, presa diretta (1:1) in quarta, 3,268:1 in retromarcia; rapporto finale di riduzione (ingranaggi conici) 3,267:1 (15/49) oppure 3,0625:1 (16/49) oppure 3,600:1 (15/54)
  • Sospensioni: anteriormente ad assale rigido e balestre longitudinali semiellittiche, posteriormente ad assale rigido con balestre longitudinali a 3/4 di ellisse
  • Freni: freno a pedale (meccanico) agente sulla trasmissione e freno a mano (meccanico) agente sulle ruote posteriori
  • Ruote e pneumatici: ruote in legno a razze (su richiesta: ruote a raggi tangenti) pneumatici 820 x 120
  • Sterzo: posizione guida a destra; sterzo a vite e ruota.
  • Serbatoio carburante: capacità litri 65
  • Telaio: in acciaio, a longheroni e traverse; passo cm 293,2 (disponibili peraltro telai con passo di cm 274), carreggiata anteriore cm 133 carreggiata posteriore cm 133; lunghezza del telaio variabile a seconda del passo (cm 400 col passo di cm 293,2, cm 377 col di cm 274), larghezza del telaio cm 161,5; peso del telaio, in ordine di marcia, variabile a seconda del passo (Kg 900 col passo di cm 293,2, Kg 885 col passo di cm 274)
  • Prestazioni: velocità massima (con il rapporto di trasmissione più lungo) circa Km/h 115 (velocità max nelle varie marce: 30 in 1a, 48 in 2a, 71 in 3a, circa 115 in 4a)
  • Numerazione telai: dal n° 559 al n° 861 (303 esemplari; la numerazione include certamente i pochi esemplari di Didelta.
automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili