La maschera di cera (film 2005)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La maschera di cera
Maschera dicera.jpeg
Titolo originale House of Wax
Paese di produzione Australia, USA
Anno 2005
Durata 108 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere orrore
Regia Jaume Collet-Serra
Soggetto Charles Belden
Sceneggiatura Chad e Carey Hayes
Produttore Robert Zemeckis, Joel Silver, Susan Downey
Casa di produzione Warner Bros. Pictures, Dark Castle Entertainment, Village Roadshow Pictures, ImageMovers, Silver Pictures
Distribuzione (Italia) Warner Bros.
Fotografia Stephen F. Windon
Montaggio Joel Negron
Effetti speciali Bruce Bright, John Breslin, Photon Vfx
Musiche John Ottman
Scenografia Graham Grace Walker
Costumi Graham Purcell
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La maschera di cera (House of Wax) è un film del 2005, diretto dal regista catalano Jaume Collet-Serra, qui al suo esordio in un lungometraggio.

È il remake de La maschera di cera con Vincent Price, diretto nel 1953 da André De Toth, a sua volta remake de La maschera di cera (1933) diretto da Michael Curtiz.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sei giovani ragazzi sono in partenza per andare a vedere una partita di football. Quando arriva la notte, il gruppo di amici decide di accamparsi vicino a un bosco. Dopo un po’ una misteriosa automobile si avvicina ai ragazzi e Nick, uno dei sei, reagisce in modo aggressivo lanciando una bottiglia di birra addosso a un faro, rompendolo, e l'auto se ne va. La mattina dopo Wade scopre che la cinghia di trasmissione della sua auto è spezzata; sospetta di un sabotaggio. Inoltre i ragazzi scoprono nelle vicinanze del luogo dove hanno dormito una fossa dove un abitante del posto porta le carogne di animali che trova nel bosco. Questo strano individuo si offre di dare un passaggio alla stazione di servizio più vicina nella cittadina di Ambrose. Mentre il resto del gruppo va alla partita di football, Wade e Carly accettano il passaggio verso Ambrose. Però gli altri dopo essere partiti si rendono conto che c’è troppo traffico per arrivare in tempo all'incontro e decidono di tornare indietro ad aspettare Wade e Carly.

Nella cittadina di Ambrose, Wade e Carly entrano in una chiesa dove è in corso un funerale, scatenando la rabbia di un uomo, di nome Bo, che in seguito si scusa con loro e si propone di aiutarli essendo il proprietario dell’unica stazione di servizio. Mentre aspettano che il funerale sia terminato entrano nel museo delle cere della cittadina.Nel museo notano che non sono riprodotte delle celebrità.ma solo gente comune,tanto che scambiano un cane vivo per una scultura.Poi, spaventati da quelle figure così reali e da una strana figura intravista da una finestra del museo corrono via, verso il garage della stazione di servizio di Bo. Questi racconta a Wade e Carly la strana storia dei Sinclair, mentre camminano verso casa sua. Mentre Carly aspetta Wade che è entrato nella casa di Bo a ritirare la cinghia, si accorge che un faro della macchina di Bo parcheggiata davanti alla casa è rotto e capisce che era lui l’altra sera nel campo che li spiava; così, spaventata se ne vuole andare e chiama Wade. Il ragazzo però è ancora in casa e mentre entra in una stanza improvvisamente si spegne la luce e una mano sbuca dal basso tagliandogli con un paio di forbici il tallone. Carly ha ormai capito le cattive intenzioni di Bo, così scappa via ed entra in chiesa per chiedere aiuto, ma trova solo statue apparentemente di cera. Proprio qui, Carly scopre una terrificante verità: dopo aver toccato una delle statue di cera, questa si rompe mostrando un braccio al suo interno, rivelando che le statue sono ricavate dagli esseri umani veri. Alla fine viene catturata da Bo e portata alla stazione di servizio, dove lui le incolla le labbra per farla stare zitta. Nel frattempo il fratello di Bo, Vincent, l’uomo misterioso che Carly aveva visto fuori dal museo, trasforma Wade in una statua di cera.

Nick e Dalton arrivano ad Ambrose per cercare i loro amici; Nick incontra Bo e gli chiede se ha visto Carly e Wade, ma lui risponde di no. Carly, nascosta nel piano di sotto della stazione di servizio, sente la voce di Nick e cerca di farsi vedere facendo sporgere l'indice da una grata che poi le verrà mozzato con una cesoia da Bo, dopo riesce a togliersi la colla dalle labbra e a urlare. Ma Nick riesce a liberare Carly e insieme scoprono che tutti gli abitanti di Ambrose sono morti, ma sono stati preservati nella cera in modo da far apparire la città ancora abitata. Contemporaneamente Vincent decapita Dalton, che era entrato nel museo delle cere per cercare Wade e Carly, e poi si dirige verso il campo dove erano rimasti Paige e Blake, pugnalando nel collo il ragazzo e impalando in fronte la ragazza poco più lontano.

Intanto Nick e Carly sono andati in casa di Bo, sperando di ritrovare Wade e Dalton, ma lì si accorgono dell'arrivo prima di Bo e poi di Vincent. Carly, dopo aver trovato una foto di due gemelli siamesi nel cassetto di un mobile, capisce che i fratelli Sinclair sono loro. Inoltre ci sono dei giornali che parlano del dottor Victor che decise di dividere i due fratelli alla nascita lasciando uno dei due completamente sfigurato. Dei due gemelli il più crudele e pazzo è Bo, che è riuscito a convincere il fratello Vincent ad aiutarlo nelle sculture, fatte con dei corpi umani. Dopo una dura lotta, Carly riesce a uccidere Bo nel museo delle cere, dove nel frattempo è scoppiato un violento incendio che inizia a sciogliere il palazzo, completamente di cera. Vincent rimane imprigionato dalle fiamme, mentre Carly e Nick riescono a fuggire. La polizia riesce a individuarli grazie all'incendio, Carly e Nick vengono quindi soccorsi e, mentre vengono portati via in ambulanza,lo sceriffo riceve una chiamata: in realtà i Sinclair non avevano due figli, bensì tre.

Il film si conclude con Carly che guarda fuori dal finestrino dell'ambulanza e viene salutata dall'autista che li aveva accompagnati all'inizio: egli sta accarezzando il cane che lei e Wade avevano incontrato nel museo.

Critica e premi[modifica | modifica wikitesto]

La maschera di cera vinse tre dei sette premi ai quali fu candidato nella categoria Teen Choice Award 2006, venne nominato per un MTV Movie Award, oltre che per tre Razzie Awards.[1]

Categoria Premio Risultato
MTV Movie Awards (2006) Miglior performance horror
Paris Hilton
Candidatura
Razzie Awards (2006) Peggiore attrice non protagonista
Paris Hilton[2]
Vinto
Peggior film[3] Candidatura
Peggior remake o sequel[4] Candidatura
Teen Choice Awards (2006) Choice Movie: Attore azione/avventura/thriller
Chad Michael Murray
Vinto
Choice Movie: Scena di urlo
Paris Hilton
L'urlo di Paige quando è inseguita dal killer.
Vinto
Choice Movie: Film thriller Vinto
Choice Movie: Attrice azione/avventura/thriller
Elisha Cuthbert
Vinto
Choice Movie: Attrice non protagonista
Paris Hilton
Candidatura
Choice Movie: Attore non protagonista
Jared Padalecki
Candidatura
Choice Movie Rumble
Elisha Cuthbert,
Chad Michael Murray,
Brian Van Holt
Candidatura

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Premi for House of Wax (2005). URL consultato il 9 febbraio 2009.
  2. ^ (EN) 26th Annual Golden Raspberry (Razzie) Award "Winners", Razzie Awards. URL consultato il 9 febbraio 2009.
  3. ^ (EN) 26th Annual Razzie Award Nominees for Worst Picture, Razzie Awards. URL consultato il 9 febbraio 2009.
  4. ^ (EN) 26th Annual Razzie Award Nominees for Worst Remake Or Sequel, Razzie Awards. URL consultato il 9 febbraio 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema