Khorasan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima cultivar di grano, vedi Triticum turanicum.
La provincia iraniana del Khorasan prima della divisione del 2004

Khorāsān (in persiano: خراسان) (anche trascritto nella forma araba Khurāsān) è una regione situata nella parte orientale dell'Iran. Il nome Khorasan in persiano significa "dove origina il sole." Il nome fu dato alla provincia più orientale dell'impero persiano durante la dinastia sasanide.

La regione è celebre per la produzione di zafferano e di berberis (zereshk ) - anch'esso assai usato nella gastronomia persiana e ricco di vitamina C - entrambi prodotti nelle città più meridionali dell'area nota anche per i tappeti e del grano Khorasan.
Il Khorasan è anche noto per il fatto di ospitare le tombe del grande poeta epico Firdusi; del discendente del profeta Maometto e Imam sciita duodecimano, Ali al-Rida; del grande teologo e filosofo al-Ghazali.

Il Khorasan è stata anche la più vasta provincia dell'Iran fino al 29 settembre 2004 quando il suo territorio è stato suddiviso in tre parti costituendo le attuali province del:

L'antica regione persiana del Khorasan (nota tra gli studiosi come "Grande Khorasan") includeva aree che oggi fanno parte non solo dell'Iran ma dell'Afghanistan, del Tajikistan, del Turkmenistan e dell'Uzbekistan. Nel territorio dell'antica regione si trovano alcune città storiche dell'impero persiano: Nīshāpūr (in Iran), Merv e Sanjan (in Turkmenistan), Samarcanda e Bukhara (in Uzbekistan), Herat, Kabul, Ghazni e Balkh (in Afghanistan). Nella storia la regione del Khorasan fu conquistata da diversi popoli e appartenne a diversi imperi, Greci, Arabi, Selgiuchidi, Safavidi e altri ancora.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]