Sanjan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 37°35′07.44″N 61°50′52.8″E / 37.5854°N 61.848°E37.5854; 61.848

Sanjan è un'antica città situata sul confine meridionale del deserto del Karakum, nei pressi della famosa città-oasi di Merv. Topograficamente, Sanjan si trova nella regione del Grande Khorasan in Asia centrale. Politicamente è oggi posta nella provincia di Mary in Turkmenistan.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Assieme a Merv, Sanjan era un'importante punto di sosta e di commercio lungo la via della seta meridionale. Sanjan conquistò maggiore importanza dopo che i Seleucidi decisero che Merv era la principale città della provincia di Margiana, status che mantenne durante le successive ere di Parti (250 a.C.226 d.C.) e Sasanidi (226-651).

Dato che in questo luogo si trova il complesso archeologico di Battria-Margiana, Sanjan ha suggerito l'ipotesi che gli Indoiranici, la maggiore delle branche che si divisero dai proto-indoeuropei, nacquero qui.

Secondo l'Qissa-i Sanjan, poema epico scritto attorno al 1600, gli zoroastriani che fuggirono nel subcontinente indiano nell'VIII o IX secolo per scappare dalle persecuzioni religiose si stabilirono a Sanjan (Gujarat). Si pensa che questi zoroastriani, chiamati in origine Sanjana o Khorasani (oggi i loro discendenti sono noti come Parsi), abbiano dato il nome all'insediamento indiano prendendolo dalla loro città d'origine.

Sanjan non deve essere confusa con la provincia iraniana di Zanjan, o con la sua capitale (simili dal punto di vista fonetico).