Helminthotheca echioides

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Aspraggine
Picris eichioides.jpg
Helminthotheca echioides
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Asterales
Famiglia Asteraceae
Sottofamiglia Cichorioideae
Tribù Cichorieae
Sottotribù Hypochaeridinae
Genere Helminthotheca
Specie H. echioides
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Tricolpate basali
(clade) Asteridi
(clade) Euasteridi II
Ordine Asterales
Famiglia Asteraceae
Sottofamiglia Cichorioideae
Tribù Cichorieae
Sottotribù Hypochaeridinae
Nomenclatura binomiale
Helminthotheca echioides
(L.) Holub
Sinonimi
  • Crepis echioides
  • Picris echioides
  • Helminthia echioides
Nomi comuni

Aspraggine

L'aspraggine (Helminthotheca echioides (L.) Holub) è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Asteraceae.[1]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Fiore
Infruttescenza

Il nome comune deriva dal caratteristico sapore amarognolo dato dal lattice bianco secreto in seguito alla rottura del fusto. La specie (echioides) è così chiamata invece a causa della rassomiglianza con le specie del genere Echium che posseggono delle piccole estroflessioni sulla superficie fogliare.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il fusto è eretto, ramoso e cilindrico. Le foglie si colore verde intenso sono alla base obovali mentre superioremente bislunghe. L'infiorescenza ligulata ha una colorazione gialla.[3] Il frutto è un achenio fusiforme (a striature trasversali) con pappo non persistente, almeno nei fiori centrali.[4]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Presente in tutte le zone temperate dell'Europa.
Facilmente ritrovabile lungo i bordi delle strade, lungo le ferrovie, tra i filari delle viti; predilige terreni secchi.[5]

Usi culinari[modifica | modifica wikitesto]

Si utilizzano esclusivamente le rosette basali giovani. Si può utilizzare anche da sola, per zuppe, minestroni, risotti o per farcire torte e focacce, ma più spesso viene mescolata con altre cicorie o con altre erbe amare per migliorarne il gusto, rendendole più gradevoli.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Helminthotheca echioides in Global Compositae Checklist. URL consultato il 18 marzo 2012.
  2. ^ Aspraggine. URL consultato il 18 marzo 2012.
  3. ^ Targioni Tozzetti, 1858
  4. ^ Picris echioides. URL consultato il 18 marzo 2012.
  5. ^ Picris echioides. URL consultato il 18 marzo 2012.
  6. ^ Picris echioides. URL consultato il 18 marzo 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Targioni Tozzetti, Dizionario Botanico Italiano Volume secondo, Firenze, 1858, pag. 115.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica