Good Night, and Good Luck.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Good Night, and Good Luck)
Good Night, and Good Luck.
Good Night, and Good Luck. (2005).png
David Strathairn in una scena del film.
Titolo originale Good Night, and Good Luck.
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2005
Durata 90 min
Colore B/N
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere drammatico, biografico
Regia George Clooney
Soggetto George Clooney, Grant Heslov
Sceneggiatura George Clooney, Grant Heslov
Casa di produzione Warner Independent Pictures, 2929 Entertainment, Participant Productions e Section Eight Productions
Distribuzione (Italia) Mediafilm
Fotografia Robert Elswit
Montaggio Stephen Mirrione
Scenografia James D. Bissell, Christa Munro
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« La colpa, caro Bruto, non è nelle nostre stelle, ma in noi stessi. Buonanotte, e buona fortuna »
(Edward R. Murrow/David Strathairn - Citazione dal Giulio Cesare di Shakespeare al termine di una puntata di See it now)

Good Night, and Good Luck. è un film del 2005 diretto da George Clooney, alla sua seconda regia.

Girato interamente in bianco e nero e presentato in anteprima alla 62ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, il film racconta la storia vera del giornalista statunitense Edward R. Murrow, anchorman della CBS, figura storica della lotta al maccartismo. Il film, dato per favorito da pubblico e critica alla rassegna lagunare, ha invece ricevuto due riconoscimenti minori, il Premio Osella per la migliore sceneggiatura (a Clooney e Grant Heslov) e la Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile a David Strathairn, lasciando un certo malcontento per la scelta della giuria.

Il titolo Good Night, and Good Luck. (ovvero "Buonanotte e buona fortuna") è la frase che il giornalista usava per salutare gli spettatori al termine del suo programma, See It Now.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Edward R. Murrow (David Strathairn), celebre giornalista ed anchorman della CBS (Columbia Broadcasting System), viene a conoscenza di una lista di proscrizione redatta dal senatore del Wisconsin Joseph McCarthy nella quale vengono inseriti i nominativi di tutti coloro che sono sospettati di avere simpatie filo-comuniste. Tali sospetti, spesso inseriti per motivi arbitrari, inventando collegamenti con la "minaccia comunista" o enfatizzando dettagli trascurabili, vengono poi sottoposti a processi sommari dalla furia del senatore stesso, che con l'intento di "salvare" il paese ne mette a repentaglio, in realtà, la libertà.

Murrow, indignato da tale comportamento che calpesta ogni diritto civile, decide di divulgare la notizia e di dedicare parecchie puntate del suo show serale del martedì, See It Now, alla controversa figura del politico ed alle ingiustizie perpetrate ai danni di onesti cittadini statunitensi. Nonostante le intimidazioni e le minacce di morte subite, Edward, a sua volta accusato da McCarthy di avere contatti con l'Unione Sovietica, grazie anche all'apporto dello staff, diretto dall'amico e produttore Fred Friendly riuscirà a portare avanti la sua campagna di denuncia, e contribuirà a liberare l'America dal fanatismo del maccartismo e la sua moderna "caccia alle streghe".

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema