Giovanni Capellini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
sen. Giovanni Capellini
Stemma del Regno d'Italia Parlamento del Regno d'Italia
Senato del Regno d'Italia
Giovanni Capellini
Luogo nascita La Spezia
Data nascita 23 agosto 1833
Luogo morte Bologna
Data morte 28 maggio 1922
Legislatura XVII

Giovanni Capellini (La Spezia, 23 agosto 1833Bologna, 28 maggio 1922) è stato un geologo e paleontologo italiano. Fu senatore del Regno d'Italia nella XVII legislatura.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Avviato dai genitori prima alla carriera di musicista e poi a quella ecclesiastica, rimane in convento fino al 1854 per uscirne alla morte del padre. Per provvedere alla propria sopravvivenza fa il rilegatore di libri, l'istitutore in un collegio della Spezia, il costruttore di apparecchi elettrici.

Finalmente può dedicarsi alla geologia grazie all'interessamento del Rettore del Seminario di Pontremoli, che gli offre l'incarico di Prefetto nel Seminario cittadino, e prosegue gli studi grazie al Comune della Spezia, che provvede a pagargli le spese all'Università di Pisa. Dopo la laurea abbraccia la professione di geologo, e inizia le sue ricerche esplorative sulle Alpi Apuane.

Il suo lavoro viene apprezzato molto presto negli ambienti accademici: si reca in Francia per approfondire gli studi e al suo rientro in Italia viene nominato (1860) professore di Storia naturale nel Collegio nazionale di Genova, incarico che vestirà per pochissimo tempo, poiché subito dopo, su nomina ministeriale, diventa Professore di geologia all'Università di Bologna. L'Istituto - che gli ha dedicato il Museo di geologia - deve a lui gran parte della sua fama internazionale.

Nel 1862 si reca negli Stati Uniti: in particolare, nel Nebraska ha modo di approfondire le sue indagini antropologiche, unendo alla propria attenzione per gli scavi ed i ritrovamenti naturalistici un nuovo interesse per la preistoria umana.

L’amico Carducci gli dedica un sonetto per il matrimonio con Ginevra Foresti nel 1866. Rimasto prematuramente vedovo, si risposa poi nel 1870 con Beatrice Niccolini, dalla quale ha due figli, Piero e Carlo.

Capellini, ritornando in Italia, continua i suoi studi sui fossili, diventa Rettore dell'Università di Bologna, ed è l'iniziatore della Carta geologica d'Italia. Dal 1883 è stato più volte presidente della Società Geologica Italiana.

Alla Spezia lo ricorda un monumento, opera di Angiolo Del Santo, posto su via Domenico Chiodo, in fregio ai giardini pubblici. A lui è anche intitolata l'Accademia di Scienze spezzina, costituita il 1º gennaio 1924 come naturale erede della Società Lunigianese di Storia Naturale "Giovanni Capellini" fondata nel 1919: lo scopo è quello di contribuire al progresso generale delle scienze ed in particolare di promuovere le ricerche e gli studi sulla Lunigiana e sulle regioni limitrofe. Inoltre gli è dedicata la via del centro di Portovenere, il Carrugio. A Bologna il Museo geologico universitario, esistente dal 1808 ma da lui profondamente curato e modificato, porta oggi il suo nome.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze italiane[modifica | modifica sorgente]

Grand'Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia
Commendatore dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Commendatore dell'Ordine del Salvatore (Regno di Grecia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine del Salvatore (Regno di Grecia)
Commendatore dell'Ordine di San Giacomo della Spada (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine di San Giacomo della Spada (Portogallo)
Commendatore dell'Ordine del Dannebrog (Danimarca) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine del Dannebrog (Danimarca)
Commendatore dell'Ordine della Stella Polare (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Stella Polare (Svezia)
Cavaliere di IV classe dell'Ordine di Medjidié (Impero ottomano) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di IV classe dell'Ordine di Medjidié (Impero ottomano)
Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
Cavaliere dell'Ordine della Rosa (Brasile) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Rosa (Brasile)
Cavaliere dell'Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa (Portogallo)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 69232941 LCCN: n85800800

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie