Eruttazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Rutto" rimanda qui. Se stai cercando il maratoneta keniota, vedi Evans Rutto.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Eruttazione
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 787.3
ICD-10 (EN) R14
« Con sonanti mandava orrendi rutti. »
(Omero, Odissea, IX, 479)

L'eruttazione è la produzione di un suono, il rutto, tramite l'emissione d'aria che attraversa il cavo orale, non proveniente dai polmoni attraverso la trachea, come nel caso della voce, bensì dallo stomaco attraverso l'esofago, tipicamente a seguito di processi digestivi.

Voce esofagea o erigmofonica[modifica | modifica sorgente]

In logopedia, l'eruttazione viene chiamata voce erigmofonica quando viene utilizzata per consentire, generalmente ai pazienti laringectomizzati, di parlare sfruttando l'aria dello stomaco invece che quella proveniente dai polmoni.

Il "ruttino" nella puericultura[modifica | modifica sorgente]

Frequentemente il lattante durante la poppata ingerisce insieme al latte dei quantitativi d'aria che formano una bolla nello stomaco che può provocare una sensazione di fastidio. I metodi classici per provocare l'espulsione della bolla d'aria nel lattante sono diversi:

  1. appoggiare il bambino in posizione eretta con l'addome appoggiato al proprio torace avendo cura, nel caso di neonati di sostenere la testa e battendo dei colpetti contro la schiena del bambino.
  2. appoggiare il bambino in posizione seduta sulle proprie gambe tenendo una mano sul torace del bambino sostenendolo ponendo le dita sotto le sue ascelle e dare dei colpetti sulla schiena del bambino
  3. appoggiare il bambino seduto sulle proprie gambe facendo aderire la schiena del bambino al proprio corpo e dando dei leggeri colpetti con due dita all'altezza dello stomaco del bambino.

Spesso i colpetti non sono necessari e l'espulsione dell'aria avviene spontaneamente tenendo il lattante in posizione eretta. È buona norma proteggersi invece con un telo o simili dall'eventuale rigurgito che spesso accompagna l'espulsione dell'aria. La necessità di far fare il "ruttino" al poppante è controversa, vi sono scuole di pensiero che la ritengono pratica inutile e legata più alla tradizione che ad effettiva necessità.

Ricadute del termine nel costume[modifica | modifica sorgente]

Nella cultura occidentale, il rutto, specialmente a tavola, è considerato sgradevole e sconveniente; probabilmente proprio per questa proibizione alcuni giovani, tipicamente adolescenti, a titolo di provocazione lo producono in forme accentuate, eventualmente con l'ausilio dell'ingestione di birra o di bevande addizionate di anidride carbonica, in grado di rilasciare nello stomaco quantità di gas sufficienti al suo potenziamento.

Fra gli eschimesi, invece, un rutto a fine pasto è segno di apprezzamento per il cibo ricevuto.[1]

Diverse applicazioni del rutto nella società moderna[modifica | modifica sorgente]

Il rutto come prestazione[modifica | modifica sorgente]

Le tecniche con cui può essere prodotto un rutto, sono molteplici: combinate con la modulazione della voce o con un fraseggio permettono di "parlare coi rutti".

Sono state indette competizioni dove i vincitori sono stati individuati scientificamente tramite appositi strumenti come i fonometri o artisticamente tramite il giudizio di una giuria. In Italia esiste una competizione annuale di questo tipo, il Ruttosound di Reggiolo (Reggio Emilia).

Attualmente il record mondiale Guinness per il rutto più forte (118 dB) appartiene all'inglese Paul Hunn.[2].

Onomatopea del rutto[modifica | modifica sorgente]

Nei fumetti o nel gergo delle chat esistono espressioni tipiche per rendere in forma scritta questo suono, la più diffusa è "burp!" (dall'inglese to burp, ruttare).

Il rutto come insulto[modifica | modifica sorgente]

Il calciatore Paul Gascoigne rispose con un rutto ad un giornalista a Roma.[3][4][5][6]

Rutti cinematografici[modifica | modifica sorgente]

  • Nel doppiaggio italiano del film Balle Spaziali il "canuomo", parodia di Chewbecca della saga di Guerre stellari, si chiama Rutto o col nome completo di Ruttolomeo.
  • Nel film Ovosodo, uno dei ricordi del protagonista riguarda un certo "Wyoming", così soprannominato da una delle parole che sapeva pronunciare ruttando.
  • Nel cartone animato I Simpson, il protagonista Homer e soprattutto il suo amico Barney emettono spesso dei rutti a causa del loro alcolismo.

Rutti musicali[modifica | modifica sorgente]

  • Nella canzone dei Litfiba, El Diablo all'inizio si sente un rutto emesso da Piero Pelù proprio come segno del "Diavolo"

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il passaporto delle buone maniere SuperEva.it
  2. ^ World Burping Champion - YouTube
  3. ^ [1] archiviostorico.corriere.it
  4. ^ [2] archiviostorico.corriere.it
  5. ^ [3] archiviostorico.corriere.it
  6. ^ [4] archiviostorico.corriere.it

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina