Elisabetta Maria di Baviera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elisabetta Maria di Baviera

Elisabetta Maria di Baviera, il cui nome completo era Elisabetta Maria Augusta[1] (Monaco di Baviera, 8 gennaio 1874Gresten, 4 marzo 1957), fu un membro della Casa reale bavarese dei Wittelsbach.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Regno di Baviera
Wittelsbach
  • Aldegonda (1870-1958)
  • Maria Ludovica (1872-1954)
  • Carlo (1874-1927);
  • Francesco
  • Matilde
  • Wolfgang (1879-1895)
  • Ildegarda (1881-1948);
  • Notburga (1883)
  • Wiltrud (1884-1975)
  • Helmtrud (1886-1977)
  • Dietlinde (1888-1889)
  • Gundelinde (1891-1983)
Wappen Deutsches Reich - Königreich Bayern (Grosses).png

Massimiliano I (1805 - 1825)
Luigi I (1825 - 1848)
Massimiliano II (1848 - 1864)
Luigi II (1864 - 1886)
Otto I (1886 - 1913)
Luigi III (1913 - 1918)
Rupprecht (1921 - 1955)

Elisabetta Maria nacque a Monaco come prima figlia del principe Leopoldo di Baviera e della moglie, l'arciduchessa Gisella d'Asburgo-Lorena, figlia dell'imperatore Francesco Giuseppe I d'Austria e dell'imperatrice Elisabetta, detta Sissi. Elisabetta aveva una sorella più giovane, Augusta Maria, e due fratelli più piccoli, Giorgio e Corrado.

Il 2 novembre 1893, a Genova, essa sposò Otto Ludwig Philipp von Seefried auf Buttenheim, signore di Hagenbach (Bamberga, 26 settembre 1870Gresten, 5 settembre 1951), che venne in seguito nominato luogotenente del 1º reggimento fanteria a Troppau/Mähren. Essi ebbero cinque figli, ma la prima, Gisella, morì in fasce.

Elisabetta Maria morì all'età di ottantatré anni nel 1957, venendo seppellita nel cimitero di Gresten.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Elisabetta Maria diede al marito cinque figli:

Il figlio Franz-Joseph, nel periodo in cui abitò in Spagna, probabilmente in quanto socio "in ombra" dell'ammiraglio Wilhelm Canaris, in seguito giustiziato per ordine di Adolf Hitler, venne coinvolto in un'ampia rete commerciale che si occupava di trasporti, forniture strategiche di tungsteno e altri minerali grezzi, di derrate alimentari, di prodotti chimici, fornendo in generale tutti i materiali necessari a sostenere lo sforzo bellico della seconda guerra mondiale. I suoi soci spagnoli erano in maggioranza famigliari e parenti del generale Francisco Franco.

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Elisabetta Maria di Baviera Padre:
Leopoldo di Baviera
Nonno paterno:
Luitpold di Baviera
Bisnonno paterno:
Ludovico I di Baviera
Trisnonno paterno:
Massimiliano I Giuseppe di Baviera
Trisnonna paterna:
Augusta Guglielmina d'Assia-Darmstadt
Bisnonna paterna:
Teresa di Sassonia-Hildburghausen
Trisnonno paterno:
Federico di Sassonia-Altenburg
Trisnonna paterna:
Carlotta di Meclemburgo-Strelitz
Nonna paterna:
Augusta Ferdinanda d'Asburgo-Toscana
Bisnonno paterno:
Leopoldo II di Toscana
Trisnonno paterno:
Ferdinando III di Toscana
Trisnonna paterna:
Luisa Maria Amalia di Borbone-Napoli
Bisnonna paterna:
Maria Anna Carolina di Sassonia
Trisnonno paterno:
Massimiliano di Sassonia
Trisnonna paterna:
Carolina di Borbone-Parma
Madre:
Gisella d'Asburgo-Lorena
Nonno materno:
Francesco Giuseppe I d'Austria
Bisnonno materno:
Francesco Carlo d'Asburgo-Lorena
Trisnonno materno:
Francesco II d'Asburgo-Lorena
Trisnonna materna:
Maria Teresa di Borbone-Napoli
Bisnonna materna:
Sofia di Baviera
Trisnonno materno:
Massimiliano I Giuseppe di Baviera
Trisnonna materna:
Carolina di Baden
Nonna materna:
Elisabetta di Baviera
Bisnonno materno:
Massimiliano Giuseppe in Baviera
Trisnonno materno:
Pio Augusto in Baviera
Trisnonna materna:
Amalia Luisa di Arenberg
Bisnonna materna:
Ludovica di Baviera
Trisnonno materno:
Massimiliano I Giuseppe di Baviera
Trisnonna materna:
Carolina di Baden

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ in lingua tedesca Elisabeth Marie Auguste

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Martha Schad, Kaiserin Elisabeth und ihre Töchter, Langen-Müller, Monaco di Baviera, 1997, 147 pagine, ISBN 3-7844-2665-4; 143a ed: Piper, Monaco di Baviera, 1999, 200 pagine, ISBN 3-492-22857-7;
  • Adalbert, Prinz von Bayern, Die Wittelsbacher. Geschichte unserer Familie, Prestel Verlag, Monaco di Baviera, 1979; edizione 2005: Prestel Verlag, 2005, 462 pagine e 100 illustrazioni, ISBN 978-3-7913-3505-6.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]