Dialetti altotiberini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dialetti altotiberini
Parlato in Italia
Regioni Umbria (marginalmente anche Toscana)
Persone ~
Classifica Non nei primi 100
Filogenesi Indoeuropee
 Italiche
  Romanze
   Italo-orientali
     Dialetti altotiberini
Statuto ufficiale
Nazioni -
Regolato da nessuna regolazione ufficiale

I dialetti altotiberini[1], in massima parte compresi tra i dialetti umbri, sono parlati nell'Alta Valle del Tevere, in una zona compresa tra la Toscana e l'Umbria settentrionale. Possono essere suddivisi in tre gruppi che fanno capo ai tre maggiori centri della valle: biturgense o borghese nella valtiberina toscana, tifernate o castellano nella parte settentrionale dell'Alto Tevere Umbro e umbertidese nella parte meridionale.

Storia[modifica | modifica sorgente]

È difficile tracciare un quadro storico dei dialetti parlati nell'Alta Valle del Tevere, anche perché dispongono di una tradizione limitata, fatta eccezione per alcuni canti popolari e filastrocche e opere dei secoli XVII e XIX-XX relative ai dialetti di Città di Castello e di Sansepolcro. Un altro elemento che ne rende difficile lo studio è la mancanza di regole ortografiche.

La posizione geografica ha permesso all'Alta Valle del Tevere di acquisire usi e costumi delle regioni limitrofe (Umbria, Marche, Romagna e Toscana), sebbene la separazione storica tra Alto Tevere Umbro, nel territorio della Chiesa, e la Valtiberina Toscana, nel Granducato toscano, ha determinato una certa differenziazione delle parlate al di qua e al di là del confine tra le due regioni, che si esprime soprattutto a livello fonetico e lessicale. Comune alle due parlate rimane il sostrato.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

È molto difficile classificare i dialetti altotiberini, almeno per quanto riguarda le parlate umbre. In base a quanto emerge dalla "Carta dei dialetti d'Italia"[2] elaborata da Giovan Battista Pellegrini, l'Alta Valle del Tevere si trova ripartita in due aree linguistiche: un'area in cui si parla toscano e comprende quello che per comodità è stato definito dialetto biturgense, mentre i dialetti dell'Alto Tevere Umbro fanno parte dei cosiddetti dialetti mediani. La carta del Pellegrini nel territorio interessato si basa sul confine geografico fra Umbria e Toscana.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Riconoscendo l'arbitrarietà delle definizioni, nella nomenclatura delle voci viene usato il termine "lingua" se riconosciute tali nelle norme ISO 639-1, 639-2 o 639-3. Per gli altri idiomi viene usato il termine "dialetto".
  2. ^ Giovan Battista Pellegrini Carta dei dialetti d'Italia