Crithagra mozambica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Canarino del Mozambico
Yellow-fronted Canary.jpg
Crithagra mozambica
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Passeroidea
Famiglia Fringillidae
Sottofamiglia Carduelinae
Tribù Carduelini
Genere Crithagra
Specie C. mozambica
Nomenclatura binomiale
Crithagra mozambica
Muller, 1776
Sinonimi

Serinus mozambicus

Sottospecie
  • C. mozambica mozambica
  • C. mozambica barbata
  • C. mozambica caniceps
  • C. mozambica gommaensis
  • C. mozambica granti
  • C. mozambica grotei
  • C. mozambica punctigula
  • C. mozambica samaliyae
  • C. mozambica tando
  • C. mozambica vansoni

Il canarino del Mozambico o canarino frontegialla (Crithagra mozambica (Statius Müller, 1776)) è un uccello della famiglia dei Fringillidi, diffuso in Africa.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il canarino del Mozambico è quasi completamente giallo tranne remiganti, timoniere, maschera, e groppone che sono grigio-marroni; non c'è dimorfismo sessuale evidente, se non che il maschio ha i colori più vivaci.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

La dieta principale è a base di semi, ma come tutti i granivori ama integrare con alimenti più proteici, nei vari periodi dell'anno, in particolare quando ha i pulli da accudire.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Il periodo di riproduzione del canarino del Mozambico, è come quello di quasi tutti i Crithagra africani, da fine agosto a marzo.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

In natura lo si trova nelle regioni africane, dall'equatore fino all'estremo sud.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Sono note le seguenti sottospecie:[2]

  • C. m. caniceps (d'Orbigny, 1839)
  • C. m. punctigula (Reichenow, 1898)
  • C. m. grotei (Sclater & Mackworth-Praed, 1931)
  • C. m. gommaensis (Grant & Mackworth-Praed, 1945)
  • C. m. barbata Heuglin, 1864
  • C. m. tando (Sclater & Mackworth-Praed, 1918)
  • C. m. samaliyae (White, 1947)
  • C. m. vansoni (Roberts, 1932)
  • C. m. mozambica (Statius Müller, 1776)
  • C. m. granti (Clancey, 1957)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Crithagra mozambica in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Fringillidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato l'11 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli