Cristiano Federico di Brandeburgo-Ansbach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cristiano Federico di Brandeburgo-Ansbach
Cristiano Federico di Brandeburgo-Ansbach in un ritratto d'epoca
Cristiano Federico di Brandeburgo-Ansbach in un ritratto d'epoca
Principe e Margravio di Bayreuth
Stemma
Predecessore Federico V Cristiano
Successore passato alla Prussia
Principe e Margravio di Ansbach
Predecessore Carlo Guglielmo
Successore passato alla Prussia
Altri titoli Principe di Kulmbach
Nascita Ansbach, 24 febbraio 1736
Morte Speen, 5 gennaio 1806
Padre Carlo Guglielmo Federico di Brandeburgo-Ansbach
Madre Federica Luisa di Prussia
Coniugi Federica Carolina di Sassonia-Coburgo-Saalfeld
Elizabeth Craven

Cristiano Federico Carlo Alessandro di Brandeburgo-Ansbach in tedesco Christian Friedrich Karl Alexander von Brandenburg-Ansbach (Ansbach, 24 febbraio 1736Speen, 5 gennaio 1806) fu l'ultimo margravio di Brandeburgo-Ansbach e di Brandeburgo-Bayreuth.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I genitori di Cristiano Federico furono il Margravio Carlo Guglielmo Federico di Brandeburgo-Ansbach e la Principessa Federica Luisa di Prussia, figlia del Re Federico Guglielmo I di Prussia e sorella di Federico II di Prussia.

Dopo la prematura morte del fratello Carlo Federico Augusto, il 9 maggio 1737, "Alexander," come si fece chiamare, divenne Principe Ereditario del Principato. Dal 1748 al 1759, studiò ad Utrecht. Ottenuto il titolo di Conte di Sayn (la Contea di Sayn-Altenkirchen nella Westerwald era parte del Principato di Ansbach dal 1741) egli viaggiò a Torino e nella Savoia.

Il 22 novembre 1754, a Coburgo, Carlo Alessandro sposò Carolina Federica di Sassonia-Coburgo-Saalfeld (1735-1791), figlia del Duca Francesco Giosea di Sassonia-Coburgo-Saalfeld e della Principessa Anna Sofia di Schwarzburg-Rudolstadt.

Il 3 agosto 1757, Carlo Alessandro divenne Margravio di Brandeburgo-Ansbach. La Residenz del Principato era Ansbach, ma Carlo Alessandro preferì la propria residenza di caccia e pose la propria sede a Triesdorf. Qui egli si dedicò al restaurò del "Castello Bianco" per la sua amante Hippolyte Clairon, ed il "Castello Rosso" per se, e costruì la Villa Sandrina per la propria amante "Fräulein Kurz", e la Villa Rotonda per la propria amante e successiva moglie Elizabeth Craven.

Nel 1758, Carlo Alessandro fondò la fabbrica di porcellana di Ansbach ed apportò miglioramenti all'agricoltura importando delle pecore e diffondendone l'allevamento. Nel 1769, con la morte senza eredi di Federico Cristiano di Brandeburgo-Bayreuth, egli acquisì anche il Principato di Bayreuth.

Nel 1780, Carlo Alessandro fondò una propria banca, la Hochfürstlich-Brandenburg-Anspach-Bayreuthische Hofbanco, che sarebbe divenuta in seguito la Bayerische Hypotheken- und Wechselbank (attualmente parte della HypoVereinsbank). Egli intendeva con questo atto accaparrarsi l'amicizia delle banche ebree in previsione delle spese per i propri affari finanziari, non disdegnando anche per se la posizione di presidente di banca, il che gli garantiva personalmente di amministrare il denaro contante del suo stato.

Una delle imprese finanziarie maggiori per Cristiano Federico fu infatti l'acquisto da Giorgio III d'Inghilterra di truppe ausiliare per il proprio esercito, provenienti dalle colonie d'America. Questo nuovo corpo venne chiamata "l'Armata Franca" e consisteva di 1.644 mercenari, dei quali solo 1.183 ritornarono in madrepatria nel 1783. Il Margravio acquistò truppe anche dai Paesi Bassi. Con queste spese, egli aumentò i già gravosi debiti del Principato che ammontavano a 5.000.000 di talleri nel 1757. Quando abdicherà, all'età di 34 anni, i suoi debiti ammonteranno solo a 1.500.000 talleri.

La prima moglie di Cristiano Federico, Carolina Federica, morì il 18 febbraio 1791 a Unterschwaningen, dove viveva da quando si era separata dal marito. Il 19 maggio di quello stesso anno Carlo Alessandro lasciò Triesdorf per l'Inghilterra.

Lady Elizabeth Craven

Il 13 ottobre o il 30 ottobre 1791, a Lisbona, sposò Lady Elizabeth Craven (1750-1828), figlia di Augustus Berkeley, IV conte di Berkeley, e vedova di William Craven, VI barone Craven, che era morto poco prima delle nozze.[1]

La fine del Margraviato[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 gennaio 1791, Cristiano Federico vendette il Margraviato alla Prussia. Il contratto venne curato dal Barone Carlo Augusto di Hardenberg, che aveva svolto le mansioni di Ministro Plenipotenziario ad Ansbach sin dal 1790. Secondo i termini di questo contratto, la Prussia avrebbe pagato al Margravio come ricompensa uno stipendio annuale di 300.000 talleri.

Il 2 dicembre, a Bordeaux, egli siglò la propria formale abdicazione dal ruolo di Margravio.

La regione della Franconia che egli aveva governato passò quindi di padrone in padrone. Il 15 dicembre 1805, nel primo Trattato di Schönbrunn, la Prussia cedette il Principato di Ansbach alla Francia in cambio dell'Elettorato di Hanover (conquistato dalle armate rivoluzionarie); nel 1806, Ansbach venne acquisito dal Regno di Baviera in cambio del Ducato di Berg, e poco dopo la sconfitta dei prussiani a Jena, il 14 ottobre 1806, si attuò la cessione del Principato di Bayreuth alla Francia, nel Trattato di Tilsit nel luglio del 1807. Nel 1810, Bayreuth venne acquistato dalla Baviera. Infine, nel 1871, la Baviera venne incorporata nella Confederazione Tedesca del Nord come parte dell'Impero Tedesco, sotto il controllo prussiano.

Dopo l'abdicazione[modifica | modifica wikitesto]

Cristiano Federico salpò alla volta dell'Inghilterra e vi si insediò come privato cittadino con la propria seconda moglie, e qui la coppia si dedicò all'allevamento di cavalli. Dal dicembre 1791, aveva acquistato una villa lungo il Tamigi, a Hammersmith, che fu chiamata Casa di Brandeburgo, e nel 1798, acquistò il Benham Park a Speen presso Newbury, nel Berkshire. Il 5 gennaio 1806, all'età di 69 anni, Cristiano Alessandro morì dopo una breve malattia. Oggigiorno viene ricordato con una lapide nella Chiesa di Santa Maria a Speen, che riporta semplicemente "In memoria del Margravio di Ansbach, che morì il 5 gennaio 1806".

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Cristiano Federico Padre:
Carlo Guglielmo Federico di Brandeburgo-Ansbach
Nonno paterno:
Guglielmo Federico di Brandeburgo-Ansbach
Bisnonno paterno:
Giovanni Federico di Brandeburgo-Ansbach
Trisnonno paterno:
Alberto II di Brandeburgo-Ansbach
Trisnonna paterna:
Margherita Sofia di Oettingen-Oettingen
Bisnonna paterna:
Eleonora Erdmuthe di Sassonia-Eisenach
Trisnonno paterno:
Giovanni Giorgio I di Sassonia-Eisenach
Trisnonna paterna:
Giovannetta di Sayn-Wittgenstein
Nonna paterna:
Cristiana Carlotta di Württemberg
Bisnonno paterno:
Carlo I Alessandro di Württemberg
Trisnonno paterno:
Federico Carlo di Württemberg
Trisnonna paterna:
Eleonora Giuliana di Brandeburgo-Ansbach
Bisnonna paterna:
Maria Augusta di Thurn und Taxis
Trisnonno paterno:
Anselmo Francesco di Thurn und Taxis
Trisnonna paterna:
Maria Ludovica di Lobkowicz
Madre:
Federica Luisa di Prussia
Nonno materno:
Federico Guglielmo I di Prussia
Bisnonno materno:
Federico I di Prussia
Trisnonno materno:
Federico Guglielmo di Brandeburgo
Trisnonna materna:
Luisa Enrichetta d'Orange
Bisnonna materna:
Sofia Carlotta di Hannover
Trisnonno materno:
Ernesto Augusto di Hannover
Trisnonna materna:
Sofia del Palatinato
Nonna materna:
Sofia Dorotea di Hannover
Bisnonno materno:
Giorgio I d'Inghilterra
Trisnonno materno:
Ernesto Augusto di Hannover
Trisnonna materna:
Sofia del Palatinato
Bisnonna materna:
Sofia Dorotea di Celle
Trisnonno materno:
Giorgio Guglielmo di Brunswick-Lüneburg
Trisnonna materna:
Eleonore d'Esmier d'Olbreuse

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera
Cavaliere di I Classe dell'Ordine dell'Aquila Rossa - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine dell'Aquila Rossa

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Margrave of Anspach and his chère amie, Lady C[raven] intend making a tour of Portugal, Spain, and Italy, previous to their return home," so runs a paragraph in the Bon Ton Magazine for August. " They have by this time most probably reached Lisbon." It was while they were at Lisbon that the news reached them of the death of Lord Craven at Lausanne on September 26, 1791. This removed all obstacles to their legal marriage, which was duly solemnised on October 30 in the chapel of the British Embassy.
    Elizabeth, baroness Craven, The beautiful Lady Craven, Introduction p. LXXV (75); on line pag. 105 di 360)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Principe e Margravio di Ansbach Successore
Carlo Guglielmo 1757-1791 passato alla Prussia
Predecessore Principe e Margravio di Bayreuth Successore
Federico V Cristiano 1769-1791 passato alla Prussia

Controllo di autorità VIAF: 18017173 LCCN: n81117134

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie