Costanza d'Aragona (1318-1346)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corona d'Aragona
Casa di Barcellona
Arms of Aragonese Monarchs (13th-15 centuries).svg

Alfonso II (1164 - 1196)
Pietro II (1196 - 1213)
Figli
Giacomo I (1213 - 1276)
Pietro III (I di Valencia) (1276 - 1285)
Alfonso III (I di Valencia)
Giacomo II (I di Sicilia)
Alfonso IV (II di Valencia)
Pietro IV (II di Valencia)
Figli
Giovanni I
Martino I (II di Sicilia)
Figli

Costanza (1318Montpellier, 1346) è stata una principessa aragonese, regina consorte di Maiorca e principessa consorte di Acaia dal 1336 al 1346.

Origine[modifica | modifica sorgente]

Figlia secondogenita del re d'Aragona, di Valencia e di Sardegna, Conte di Barcellona, di Urgell, di Empúries e delle altre contee catalane, Alfonso il Benigno e della sua prima moglie, la contessa di Urgell, Teresa di Entenza (ca. 1300 - † Saragozza 1327), figlia di Gombaldo, barone di Entença e signore di Alcolea e di Costanza d'Antillón[1], erede della contea di Urgell.[2][3][4]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Secondo la Cronaca Piniatense[5], Costanza era la figlia del re Alfonso IV e della moglie, Teresa di Entenza e si sarebbe poi sposata col re Giacomo III di Maiorca (del rey Don Jayme de Mallorqua)[2].
Per rafforzare i rapporti tra le due casate (Aragona e Aragona-Maiorca), il 24 settembre del 1325, Costanza, di sette anni, figlia dell'erede al trono d'Aragona, fu promessa in sposa al cugino (ambedue erano bisnipoti di Giacomo I d'Aragona), di dieci anni, il re di Maiorca, Giacomo III, figlio di Ferdinando d'Aragona[6] e dell'erede del principato d'Acaia, Isabella di Sabran[7][8].

Nel 1335, Giacomo III, riconosciuto maggiorenne, anche per mantenesse buono il rapporto con il regno d'Aragona si apprestò a concludere il matrimonio con Costanza, che fu celebrato, il 24 settembre del 1336, a Perpignan[2].
Nello stesso anno, alla morte del padre, Alfonso, salì sul trono di Aragona, il fratello di Costanza, Pietro IV il Cerimonioso, che non aveva in simpatia il cugino e cognato e per prima cosa voleva ristabilire il giuramento di vassallaggio del re di Maiorca al re d'Aragona, come previsto dal trattato di Anagni, del 1295, siglato dal nonno di Costanza e Pietro IV il Cerimonioso, Giacomo II il Giusto, ed accettato dal nonno di Giacomo III di Maiorca, Giacomo II di Maiorca.

Dopo alcuni anni di dispute e ripicche, Pietro il Cerimonioso aprì il processo per tradimento contro il cugino e cognato, il marito di Costanza, Giacomo III. il processo condotto dal re di Aragona stesso finì per concludersi nel 1343, con la condanna del re di Maiorca Giacomo alla confisca di tutti i beni che erano rivendicati dalla corona d'Aragona.
Al rifiuto di Giacomo di ottemperare alle disposizioni del tribunale, Pietro invase il regno di Maiorca e, dopo aver sconfitto Giacomo nella battaglia di Santa Ponça, lo occupò.

Giacomo si ritirò allora nelle contee pirenaiche, ma anche quelle, nel corso del 1344, furono attaccate ed occupate dalle truppe catalano-aragonesi.

A Giacomo rimasero solo il principato d'Acaia e la signoria di Montpellier, dove si ririrò a vivere con Costanza ed i due figli, e dove Costanza morì nel 1346.

Figli[modifica | modifica sorgente]

Costanza a Giacomo diede due figli:[2][3][9]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Costanza d'Antillón ( † prima del 1314) era figlia di Eleonora d'Urgell, a sua volta figlia del conte Alvaro I d'Urgell e sorella dell'ultimo conte della casa di Urgell, Ermengol X d'Urgell, (1260-luglio 1314)
  2. ^ a b c d (EN) Reali di Aragona
  3. ^ a b (EN) Casa di Barcellona- genealogy
  4. ^ (DE) Alfonso IV di Aragona genealogie mittelalter
  5. ^ La Cronaca Piniatense è una cronaca storiografica, voluta dal re d'Aragona, Pietro IV, del regno d'Aragona, dalle sue origini comitali sino alla Corona d'Aragona (1336, morte di Alfonso IV di Aragona)
  6. ^ Ferdinando d'Aragona era il figlio terzogenito del re di Maiorca, conte di Rossiglione e di Cerdagna e signore di Montpellier, Giacomo II, e di Esclarmonde di Foix, figlia del conte di Foix, Ruggero IV e di Brunisenda di Cardona
  7. ^ Isabella di Sabran era la figlia di Isnardo di Sabran e di Margherita di Villehardouin (1266-1315), pretendente al titolo di principessa di Acaia. Margherita era sorella di Isabella di Villehardouin, primogenita di Guglielmo II di Villehardouin, già principe d'Acaia, vassallo del re di Napoli. Isabella aveva sposato Filippo I di Savoia-Acaia ed aveva ottenuto da Carlo I d'Angiò la restituzione del principato. Il comportamento di Filippo in Acaia non piacque al re angioino, che impose a lui ed alla moglie Isabella la rinuncia al principato, avocando il medesimo alla sua corona. Margherita non riconobbe mai tale avocazione e si ritenne, dopo la rinuncia della sorella, l'unica titolare del principato di Acaia. (?-† 1315)
  8. ^ (EN) Dinastie reali d'Aragona
  9. ^ (DE) Giacomo III di Maiorca genealogie mittelalter

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Hilda Johnstone, Francia: gli ultimi capetingi, in Storia del mondo medievale, vol. VI, 1999, pp. 569-607

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]