Christian Louboutin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Christian Louboutin
Stato Francia Francia
Fondazione 1992 a Parigi
Sede principale 19 rue Jean-Jacques Rousseau 75001 Paris
Persone chiave Christian Louboutin
Settore Moda
Prodotti
Sito web www.christianlouboutin.com
« Con queste scarpe non si può pensare né di camminare, né tanto meno di correre, sono state realizzate per restare sdraiate »
(Christian Louboutin, riferito alle sue scarpe fetish ballet heels)

Christian Louboutin (7 gennaio 1964) è uno stilista calzaturiero francese.

È uno degli stilisti più esclusivi e ambìti del mondo dell’alta moda. Dichiaratamente specializzato in calzature, le sue scarpe gioiello dalla suola rosso scarlatta, fanno notizia in tutto il mondo e in tutti i mondi, in particolar modo quello dell'élite, dello star system, della nobiltà, del fetish e del burlesque, oltre a quello dell’high fashion e del glamour.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque in una cittadina presso i sobborghi di Parigi. A 16 anni vennero acquistati dei suoi disegni da una rinomata scuola di danza.

Fece il suo primo praticantato alle Folies Bergères, per poi lavorare con Charles Jordan in Romans. Successivamente come free-lance per case di moda come Maud Frison, Chanel e Yves Saint Laurent, in Francia e in Italia.

Nel 1988 passò a lavorare per Roger Vivier, un collega di Christian Dior celebre come stilista di scarpe. In quegli anni ebbe una profonda ispirazione da alcune calzature haut couture quando trovò nello studio di Vivier un paio di scarpe indossate alla incoronazione dello Scià di Persia Mohammad Reza Pahlavi e delle décolleté di diamanti di Marlene Dietrich. Nel 1992 aprì la sua prima boutique a Parigi, dove presentò la sua prima collezione (Love, Trash, etc.) e iniziò a farsi notare dall'industria della moda italiana.

Da allora le sue scarpe divennero un insieme di sensualità e bellezza per le donne e le celebrità. Secondo lo stilista, il colore rosso e lucido della suola ha l'unica funzione di identificare una calzatura come sua presso il pubblico. La suola rossa “provocatrice di invidie” è stata anche protagonista di una causa legale, che ha come scopo la rivendicazione della suola stessa come patrimonio esclusivo delle calzature della maison.

Collabora con vari stilisti come Chloe, Lanvin, Roland Mouret, Diane von Furstenberg, Alexander McQueen e Victor & Rolf. Per molti anni disegnò scarpe per Jean Paul Gaultier. Hanno fatto sfoggio delle sue creazioni molte celebrità, tra cui Beyoncé, Christina Aguilera, Blake Lively, Victoria Beckham, Lindsay Lohan, Katie Holmes, Eva Longoria, Sarah Jessica Parker, Catherine Deneuve, Gwen Stefani, Madonna, Lady Gaga, Kate Moss nel giorno del suo matrimonio, Dita Von Teese, Mika. Louboutins è un singolo della cantante Jennifer Lopez che fa riferimento al marchio di calzature, utilizzandolo come metafora del potere femminile.

In questi ultimi anni ha lanciato la sua linea di borse abbinabili alle scarpe e da uno stile peculiare. Rivolto prevalentemente alla moda donna, tuttavia, in alcune sue collezioni sono presenti anche modelli da uomo, in numero ristretto.

Nel 2007 è stato impegnato nella mostra fotografica di David Lynch a tema fetish, presso la Galerie du Passage di Parigi, per la cui realizzazione Lynch ne ha espressamente richiesto la collaborazione: nuova creazione del genio dello stiletto Christian Louboutin sono le sue fetish ballet heels, dal tacco vertiginoso e caratterizzate dalla suola rossa. Nel 2010 ha dedicato una sua creazione, chiamata "Blake", all'attrice Blake Lively, sua grande amica nonché grande fan del marchio.

Nel 2012 Christian Louboutin festeggia il suo 20°esimo anniversario con una capsule collection di 20 scarpe[1] e borse[2], con l'inaugurazione della prima boutique online[3] rivolta al mercato europeo, con un libro edito da Rizzoli[4] e con una mostra al Design Museum di Londra[5].

A maggio del 2012 annuncia di voler entrare nel mondo del make up di lusso, dando il via a una collaborazione con Batallure Beauty per la linea di cosmetici Christian Louboutin Beauté[6].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Christian Louboutin: 20 scarpe per 20 anni
  2. ^ L’esclusiva capsule collection di borse Christian Louboutin
  3. ^ Christian Louboutin mostra la sua boutique online all'Europa
  4. ^ Sulla moda: guida ai migliori libri del 2011
  5. ^ Il Design Museum di Londra dà il via alla mostra di Christian Louboutin
  6. ^ Christian Louboutin collabora con Batallure Beauty