Chiamami aquila

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiamami aquila
Chiamami Aquila scena nella tenda.jpg
John Belushi e Blair Brown in una scena del film
Titolo originale Continental Divide
Paese di produzione USA
Anno 1981
Durata 103 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia romantica
Regia Michael Apted
Soggetto Lawrence Kasdan
Sceneggiatura Lawrence Kasdan
Produttore Bob Larson
Produttore esecutivo Steven Spielberg
Fotografia John Bailey
Montaggio Dennis Virkler
Musiche Michael Small
Scenografia Peter Jamison
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Chiamami aquila (Continental Divide) è un film del 1981 diretto da Michael Apted e interpretato, fra gli altri, da John Belushi e Blair Brown.

La pellicola non riscosse molto successo, soprattutto tra i fan di Belushi, che si aspettavano ben altri ruoli per l'attore. La produzione esecutiva del film è stata di Steven Spielberg e di Bernie Brillstein. Il film è stato prodotto da Bob Larson e la storia scritta da Lawrence Kasdan.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ernie Souchak è un famoso giornalista del Sun-Times, un quotidiano di Chicago. Grazie alle rivelazioni di un impiegato comunale scrive degli articoli in cui denuncia la corruzione dell'assessore M. Yablonowiz, che per vendetta lo fa aggredire.

Dopo questo fatto, il suo amico e direttore del giornale Howard McDermott riesce a convincere Ernie ad allontanarsi dalla città, per la sua sicurezza, e lo invia ad intervistare Nell Porter, una giovane ornitologa che studia le aquile calve, una specie in estinzione, sulle Montagne Rocciose.

Nonostante l'iniziale antipatia, il giornalista e l'ornitologa finiranno per innamorarsi. Ernie rimane sulle montagne per più due settimane.

Tornato a Chicago, Ernie non riesce a reinserirsi nella vita cittadina e nel suo lavoro di giornalista, ma continua a pensare a Nell. Tuttavia, quando l'impiegato comunale che lo aveva aiutato in precedenza viene trovato morto, apparentemente per un incidente, riprende le sue indagini finché non riesce a collegare Yablonowitz a questa morte, che di nuovo si vendica facendo saltare in aria l'appartamento del giornalista.

Nel frattempo Nell è a Chicago per una conferenza sulle aquile calve. Si rivedono e riscoppiano amore e passione. Lui le fa conoscere il suo mondo e la vita di città. Lei si rende conto di come sia famoso e quanto sia importante il suo lavoro e come le loro vite siano legate ad ambienti di vita diversi che li allontanano. Nell riparte in treno per le Montagne Rocciose. Ernie non può fare a meno di seguirla, per una sola fermata, poi due, tre, sino alle montagne, dove si sposano per 10 dollari in un negozio e dopo Nell torna alle sue aquile ed Ernie al giornale con la promessa di rincontrarsi in primavera.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film richiese più soldi del previsto, soprattutto per realizzare le riprese sulle montagne e in luoghi di difficile accesso. Per riprendere le aquile furono necessari degli addestratori ed un cameraman specializzato (David F. Oyster). Le riprese di queste scene furono complicate, e richiesero più tempo di quanto si prevedesse. Le riprese iniziarono ad agosto del 1980 e terminarono alla fine di agosto del 1981.

Steven Spielberg, che aveva già lavorato con John Belushi in 1941 - Allarme a Hollywood e The Blues Brothers, avrebbe dovuto dirigere il film, ma cambiò idea dopo il modesto successo riscosso con 1941 - Allarme a Hollywood. Egli fu comunque produttore esecutivo del film.

Il personaggio di Ernie Souchak, interpretato da John Belushi, è ricalcato sulla figura, realmente esistita, del famoso giornalista del Chicago Sun-Times Mike Royko.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Le date di uscita internazionali sono state:

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Questo film, penultimo di John Belushi, non vede un buon successo di critica e di pubblico per un motivo molto semplice: i fan di Belushi si aspettavano una delle sue solite parti in questo film (parti come per esempio in Animal House), mentre invece qui l'attore è coinvolto in una storia di amore e in una comicità decisamente più seria. Invece una minoranza (come lo stesso fratello di John, Jim Belushi) pensano che sia un ottimo film e un caso quasi unico da considerare nella carriera di John (poiché molto spesso i ruoli dati a John erano comico-demenziali e in questo film no). Alcuni vedono la pellicola come una vera e propria dimostrazione del talento di John anche in ruoli seri, altri ancora continuano a pensare che non siano ruoli fatti per lui. Infine, l'incasso del film fu pressoché svantaggioso per un elevato costo richiesto per le riprese. In gran parte fu lo stesso Steven Spielberg a pagare (infatti lui era produttore esecutivo).

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema