Augusto Lauro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Augusto Lauro
vescovo della Chiesa cattolica
Augusto-Lauro-Vescovo.jpg
BishopCoA PioM.svg
Titolo San Marco Argentano-Scalea
Incarichi attuali Vescovo emerito di San Marco Argentano-Scalea
Nato 29 novembre 1923 a Tarvisio
Ordinato presbitero 29 giugno 1947
Consacrato vescovo 28 ottobre 1975

Augusto Lauro (Tarvisio, 29 novembre 1923) è un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È ordinato sacerdote il 29 giugno 1947 dall'arcivescovo di Cosenza Aniello Calcara. Nell'arcidiocesi bruzia ricopre con grande zelo pastorale l'incarico di Assistente diocesano della Gioventù Italiana di Azione Cattolica (GIAC), negli stessi anni è vice-parroco della parrocchia cosentina di Santa Teresa.

L'8 settembre 1975, all'età di 51 anni, viene eletto vescovo titolare di Bigastro e vescovo ausiliare dell'arcidiocesi di Cosenza e il 28 ottobre dello stesso anno viene consacrato dall'arcivescovo di Cosenza Enea Selis.

Il 7 aprile 1979 papa Giovanni Paolo II lo nomina primo vescovo di San Marco Argentano-Scalea.

Nel 1986 inizia la visita pastorale diocesana e, dopo averla conclusa, il 31 marzo 1988, durante la Messa Crismale del Giovedì Santo, indice il primo sinodo della diocesi di San Marco Argentano-Scalea (l'ultimo celebrato nella preesistente diocesi di San Marco risaliva al 1723). Il sinodo "La Diocesi di San Marco Scalea per una Nuova Evangelizzazione" si svolge in 3 fasi, durante i successivi 6 anni: una fase antepreparatoria (1988-1992); una fase preparatoria (1992-1994); una fase celebrativa (novembre 1994).

Così mons. Lauro spiegava il significato del sinodo su Avvenire del 27 ottobre 1994:

"[...] La Chiesa è chiamata dal Signore a
indicare le vie della verità e dell'amore, facendosi
loro compagna di viaggio. Il Sinodo
è una sosta in questo cammino per prendere
coscienza insieme della strada già fatta, pentirsi dei
colpevoli ritardi e programmare le nuove strade per il futuro [...]."

Il 6 marzo 1999, dopo aver curato il triennio di preparazione al Grande Giubileo del 2000, lascia la cattedra della diocesi per raggiunti limiti d'età diventando vescovo emerito. Fa ritorno nell'arcidiocesi di Cosenza continuando a prestare la propria opera pastorale a servizio del clero cosentino e degli arcivescovi metropoliti Giuseppe Agostino e Salvatore Nunnari.

Predecessore Vescovo di San Marco Argentano-Scalea Successore BishopCoA PioM.svg
- 7 aprile 1979 - 6 marzo 1999 Domenico Crusco