Vladimir Smirnov (sciatore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vladimir Smirnov
Vladimir Smirnov (skier) 2007 Kazakhstani stamp.jpg
Nazionalità Unione Sovietica Unione Sovietica
Kazakistan Kazakistan (dal 1991)
Altezza 185 cm
Peso 85 kg
Sci di fondo Cross country skiing pictogram.svg
Squadra SKA Alma-Ata
Ritirato 1999
Palmarès
Unione Sovietica Unione Sovietica
Olimpiadi 0 2 1
Mondiali 1 2 1
Coppa del Mondo 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
Kazakistan Kazakistan
Olimpiadi 1 2 1
Mondiali 4 1 2
Coppa del Mondo 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Vladimir Michajlovič Smirnov (cirillico Владимир Михайлович Смирнов; traslitterazione anglosassone Vladimir Mikhailovich Smirnov; Šučinsk, 7 marzo 1964) è un dirigente sportivo ed ex fondista kazako. Prima della dissoluzione dell'Unione Sovietica (1991) ha gareggiato per l'Unione Sovietica; nel 1992 ha fatto parte della Squadra Unificata ai Giochi olimpici.

È stato tra i protagonisti dello sci di fondo dalla seconda metà degli anni ottanta fino al 1998[1], anno in cui si è ritirato dall'attività agonistica ad alto livello, aggiudicandosi numerosi allori in tutte le maggiori manifestazioni sciistiche.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera sciistica[modifica | modifica wikitesto]

In Coppa del Mondo ha ottenuto il primo risultato di rilievo il 18 dicembre 1982 nella 15 km di Davos (17°), ha ottenuto il primo podio il 23 marzo 1984 nella 15 km di Murmansk (2°) e la prima vittoria il 23 febbraio 1986 nella 15 km a tecnica classica di Kavgolovo. Si è aggiudicato due coppe di cristallo, nel 1991 e nel 1994. Nella classifica di distanza il suo miglior piazzamento è stato il 3º posto nel 1997; in quella di sprint, il 3º nel 1998.

Ha partecipato a quattro edizioni dei Giochi olimpici invernali (Calgary 1988, Albertville 1992, Lillehammer 1994 e Nagano 1998), aggiudicandosi in totale sette medaglie: un oro, quattro argenti e due bronzi, e a tutti i Mondiali svoltisi dal 1987 al 1997, collezionando cinque ori, tre argenti e tre bronzi.

Ritiratosi dall'agonismo ad alto livello nel 1998, ha continuato a gareggiare in competizioni minori fino al 1999.

Carriera dirigenziale[modifica | modifica wikitesto]

Membro della Commissione atleti del Comitato Olimpico Internazionale dal 1998 al 2004, dal 1999 al 2001 è stato il rappresentante del Kazakistan in seno allo stesso CIO. Ha anche presieduto il comitato promotore della candidatura di Almaty per la selezione della città organizzatrice dei XXII Giochi olimpici invernali, poi assegnati invece alla russa Soči[1].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Vincitore della Coppe del Mondo nel 1991 e nel 1994
  • 51 podi (50 individuali, 1 a squadre[3]), oltre a quelli conquistati in sede olimpica o iridata e validi ai fini della Coppa del Mondo:
    • 24 vittorie (individuali)
    • 16 secondi posti (15 individuali, 1 a squadre)
    • 11 terzi posti (individuali)

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Luogo Paese Disciplina
23 febbraio 1986 Kavgolovo Unione Sovietica Unione Sovietica 15 km TC
9 gennaio 1988 Kavgolovo Unione Sovietica Unione Sovietica 30 km TC
25 febbraio 1990 Reit im Winkl bandiera Germania Ovest 30 km TL
15 dicembre 1990 Davos Svizzera Svizzera 15 km TC
19 dicembre 1990 Les Saisies Francia Francia 30 km TC
5 gennaio 1991 Minsk Unione Sovietica Unione Sovietica 15 km TL
18 dicembre 1992 Val di Fiemme Italia Italia 30 km TL
16 gennaio 1993 Bohinj Slovenia Slovenia 15 km TL
11 dicembre 1993 Santa Caterina di Valfurva Italia Italia 30 km TC
21 dicembre 1993 Dobbiaco Italia Italia 10 km TC
22 dicembre 1993 Dobbiaco Italia Italia 15 km TL
9 gennaio 1994 Kavgolovo Russia Russia 15 km TC
15 gennaio 1994 Oslo Norvegia Norvegia 15 km TL
5 marzo 1994 Lahti Finlandia Finlandia 15 km TL
27 gennaio 1995 Lahti Finlandia Finlandia 15 km TL
29 gennaio 1995 Lahti Finlandia Finlandia 15 km TC
11 febbraio 1995 Oslo Norvegia Norvegia 50 km TC
26 novembre 1995 Vuokatti Finlandia Finlandia 10 km TC
9 gennaio 1996 Štrbské Pleso Slovacchia Slovacchia 50 km TL
24 febbraio 1996 Trondheim Norvegia Norvegia 30 km TL
9 marzo 1996 Falun Svezia Svezia 10 km TL
10 marzo 1996 Falun Svezia Svezia 15 km TC PU
18 gennaio 1997 Lahti Finlandia Finlandia 30 km TC
7 marzo 1998 Lahti Finlandia Finlandia 30 km TC

Legenda:
PU = inseguimento
TC = tecnica classica
TL = tecnica libera

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1994 ricevette la Medaglia Holmenkollen, uno dei riconoscimenti più prestigiosi per uno sportivo dello sci nordico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Scheda Sports-reference, su sports-reference.com. URL consultato il 28 ottobre 2011.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q Gara valida anche ai fini della Coppa del Mondo.
  3. ^ Fino al 2000 dati parziali per le prove a squadre.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]