Tony Burton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Tony Burton (Flint, 23 marzo 1937Menifee, 25 febbraio 2016[1]) è stato un attore e pugile statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1955 e nel 1957 vinse il Flint Golden Gloves nella categoria dei mediomassimi, prima di diventare un boxeur professionista per un breve periodo di tempo.

Burton è noto al grande pubblico per l'interpretazione di Tony "Duke" Evers, l'allenatore di Apollo Creed prima e di Rocky Balboa poi, nella serie Rocky.

L'attore è stato l'unico con Sylvester Stallone e Burt Young ad aver preso parte a tutti e sei i capitoli della serie. Con dei flashback e immagini di repertorio tratte dagli episodi precedenti, è apparso anche in Creed - Nato per combattere (2015), lo spin-off che vede Stallone nuovamente candidato all'Oscar, e nel suo sequel Creed 2 (2018), in cui avviene il definitivo passaggio di consegne nel quale, idealmente, suo figlio allenerà Adonis Creed, figlio a sua volta di Apollo Creed, che come coach aveva appunto Tony.

Fra gli altri film da lui interpretati si possono citare Distretto 13 - Le brigate della morte (1976) di John Carpenter, e Bound - Torbido inganno (1996) dei fratelli Wachowski. Tony Burton ebbe anche il ruolo di garagista nel film Shining (1980) di Stanley Kubrick, anche se la scena in cui compare venne poi eliminata nella versione europea della pellicola.

Afflitto nei suoi ultimi anni di vita da problemi di salute, morì il 25 febbraio 2016 a Menifee, California, per le complicanze derivanti da una polmonite.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Tony Burton è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN71120688 · ISNI (EN0000 0000 4480 049X · LCCN (ENno2005033486 · BNF (FRcb14160446j (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2005033486