Rocky (serie di film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sylvester Stallone, interprete di Robert "Rocky" Balboa

Rocky è una popolare saga cinematografica sul pugilato che narra le gesta del personaggio cinematografico Rocky Balboa, ideato ed interpretato dall'attore-regista Sylvester Stallone. La saga si sviluppa in un arco temporale che va dal 1976 al 2015.

L'intera saga fu distribuita nelle sale cinematografiche dalla United Artists.

Film della serie[modifica | modifica wikitesto]

  1. Rocky (1976), di John G. Avildsen
  2. Rocky II (1979), di Sylvester Stallone
  3. Rocky III (1982), di Sylvester Stallone
  4. Rocky IV (1985), di Sylvester Stallone
  5. Rocky V (1990), di John G. Avildsen
  6. Rocky Balboa (2006), di Sylvester Stallone
  7. Creed - Nato per combattere (2015), di Ryan Coogler

Cenni sulla trama dei film[modifica | modifica wikitesto]

Rocky[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Rocky.
La statua di Rocky a Filadelfia

Rocky Balboa è un anonimo pugile italo-americano trentenne di Filadelfia che pare non riesca a sfondare a causa della sua scarsa applicazione. Un giorno però viene scelto per sfidare il campione del mondo Apollo Creed: questi, infatti, insoddisfatto degli avversari che gli vengono proposti, decide di dare ad uno sconosciuto la possibilità di lottare per il titolo in occasione del bicentenario della nascita degli Stati Uniti.

In un incontro che tutti pensano sia solo un'esibizione, Rocky invece vede l'occasione di riscattare la propria insoddisfacente vita e di non essere più "soltanto un bullo di periferia", iniziando così ad allenarsi duramente sotto la guida del burbero Mickey, l'affetto e l'amore di Adriana e il sostegno di Paulie, suo migliore amico e fratello di Adriana.

Rocky riesce a resistere con il campione per tutti i quindici round, impresa mai riuscita prima a nessuno, perdendo ai punti, ma guadagnandosi l'affetto degli spettatori e l'amore di Adriana, che gli dichiara per la prima volta i suoi sentimenti.

Rocky II[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Rocky II.

Dopo lo storico incontro con Apollo, Rocky, che ha subìto un colpo violento all'occhio, decide di ritirarsi dalla boxe. Si sposa con Adriana, che presto lo renderà padre del piccolo Rocky Jr., e tenta la strada di una vita da normale lavoratore[1].

"Lo stallone italiano" ha tuttavia la boxe nel sangue e l'orgoglio ferito di Apollo Creed, che ha indetto una violenta campagna denigratoria nei confronti proprio di Rocky per spingerlo a combattere di nuovo con lui, lo spinge a salire di nuovo sul ring per la rivincita. I pesanti allenamenti "sudore e sangue" e l'impeto di riscattare le delusioni della vita, sommato alla nascita di suo figlio, gli daranno il coraggio di resistere di fronte al campione per una battaglia ancora più cruenta.[1]

Così, dopo essersi allenato nuovamente al fianco di Mickey, Rocky affronta Apollo per tutti i quindici round, riuscendo a mettere il campione nuovamente in difficoltà. Alla fine sia Rocky che Creed vanno al tappeto, ma il primo riesce a rialzarsi prima dello scadere del tempo e soprattutto prima di Creed, diventando il nuovo campione del mondo e dedicando la vittoria alla moglie[1].

Rocky III[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Rocky III.

Rocky, ormai saziato dalle facili vittorie, dal successo e dai soldi conduce una vita da star imborghesita. Clubber Lang, un giovane pugile di colore, è invece affamato come lo era Rocky prima di emergere. Questo porterà Clubber a spodestare Balboa, ma Rocky punto nell'orgoglio e negli affetti è pronto a tornare sul trono.

Rocky IV[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Rocky IV.

Dall'Unione Sovietica arriva il "pugile perfetto" di nome Ivan Drago. Viene subito lanciata una sfida all'America. Apollo Creed ritirato da anni, vuole riaprire la sua carriera affrontando in un incontro d'esibizione l'atleta sovietico, Rocky non vuole che il suo amico rischi così tanto, ma ogni parola è nulla.

Rocky V[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Rocky V.

Dopo l'incontro con il russo Ivan Drago, Balboa è costretto per motivi di salute ad abbandonare la boxe. Anche i suoi beni sono dilapidati e così Rocky torna nel quartiere in cui viveva quando era sconosciuto. Un giovane promettente pugile, Tommy Gunn, gli chiede di fargli da manager. Rocky è entusiasta, vedendo in lui se stesso da giovane, ma dovrà fare i conti con il "dorato" mondo della boxe.

Rocky Balboa[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Rocky Balboa (film).

Un Rocky non più giovane gestisce un ristorante, ha un rapporto conflittuale con il figlio, e vive nell'ombra di quello che è stato. Tutto questo lo porta a rimettersi di nuovo in gioco. Da una simulazione al computer con l'attuale campione del mondo, tornerà di nuovo sul ring.

Spin-off[modifica | modifica wikitesto]

Creed - Nato per combattere[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Creed - Nato per combattere.

Il 24 luglio 2013 è stato annunciato che la MGM ha offerto al regista Ryan Coogler di dirigere uno spin-off della saga. Il film si intitolerà Creed - Nato per combattere[2] e sarà incentrato sul figlio di Apollo Creed, che avrà come mentore il pugile, ormai in pensione, Rocky Balboa. Il ruolo del figlio di Creed è andato all'attore Michael B. Jordan, mentre Sylvester Stallone riprenderà il ruolo del famoso pugile Rocky Balboa, in una sceneggiatura co-scritta da Ryan Coogler e Aaron Covington[3]. Le riprese sono iniziate a gennaio 2015 a Filadelfia[4]. La pellicola viene distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi il 25 novembre 2015.

Tempo trascorso tra una pellicola e l'altra[modifica | modifica wikitesto]

Botteghino[modifica | modifica wikitesto]

Anno Film Budget[5][6][7] Box office[5][6][7]
Stati Uniti Stati Uniti Italia Italia[8] Mondo Mondo
1976 Rocky $900 000 $117 235 147 - $225 000 000
1979 Rocky II $7 000 000 $85 182 160 - $200 182 160
1982 Rocky III $17 000 000 $125 049 125 - $270 000 000
1985 Rocky IV $30 000 000 $127 873 716 - $300 500 000
1990 Rocky V $42 000 000 $40 946 358 - $119 946 358
2006 Rocky Balboa $24 000 000 $70 270 943 $8 928 978 $156 229 050
2015 Creed - Nato per combattere $35 000 000 - - -
Incasso medio per film $94 426 242 $8 928 978 $211 976 261
Totale $155 900 000 $566 557 449 $8 928 978 $1 271 857 568

Classifica incassi saghe del cinema[modifica | modifica wikitesto]

L'intera saga di film su Rocky è al 12º posto nella classifica dei più grandi incassi delle saghe del cinema, con un record di incassi totale, cinema ed home video insieme, di 2.965.471.850 dollari[9].

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

A "Rocky" furono dedicati diversi videogiochi. Negli anni ottanta compaiono un gioco per Coleco ispirato al terzo film, e uno per Sega Master System che riprende i primi quattro film. Nel nuovo millennio escono Rocky e Rocky Legends, nel 2002 e nel 2004 per PlayStation 2, XBox (entrambi), Gamecube e Gameboy Advance (solo il primo). A inizio 2007, è uscito Rocky Balboa, esclusivamente per PlayStation Portable e ispirato all'ultima pellicola. Questo gioco è identico a quelli precedenti, tranne per due nuovi personaggi: Rocky 2005 e Mason Dixon e una grafica stilizzata per la PlayStation Portable.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Rocky II (1979), di Sylvester Stallone.
  2. ^ Creed (2016)
  3. ^ "'Fruitvale Station' Duo Ryan Coogler And Michael B. Jordan Team With Sly Stallone on MGM 'Rocky' Spinoff 'Creed'
  4. ^ (EN) A new ‘Rocky’ movie is set to begin filming in Philadelphia; Extras needed, onlocationvacations.com. URL consultato il 21-05-2017.
  5. ^ a b (EN) Sylvester Stallone Movie Box Office Results, Box Office Mojo. URL consultato il 26 luglio 2015.
  6. ^ a b (EN) Costi e guadagni dei film su Imdb, Internet Movie Database. URL consultato il 26 luglio 2015.
  7. ^ a b (EN) Incassi film, the-numbers.com. URL consultato il 26 luglio 2015.
  8. ^ Box Office italiano, boxofficebenful.blogspot.it. URL consultato il 25-11-2013.
  9. ^ (EN) Classifica incassi saghe, buzzfeed.com. URL consultato il 01-07-2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]