The Bodyguard: Original Soundtrack Album

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Bodyguard: Original Soundtrack Album
ArtistaAA.VV.
Tipo albumColonna sonora
Pubblicazione17 novembre 1992
Durata74:33
Dischi1
Tracce12
GenereRhythm and blues
Pop
Soul
EtichettaArista Records
ProduttoreWhitney Houston, Clive Davis
Registrazione1989-1990
Certificazioni
Dischi di platinoFinlandia Finlandia[1]
(Vendite: 56.486+)
Paesi Bassi Paesi Bassi[2]
(Vendite: 100.000+)
Svezia Svezia[3]
(Vendite: 100.000+)
Germania Germania[4] (3)
(Vendite: 1.500.000+)
Austria Austria[5] (4)
(Vendite: 200.000+)
Norvegia Norvegia[6] (4)
(Vendite: 200.000+)
Australia Australia[7] (5)
(Vendite: 350.000+)
Spagna Spagna[8] (5)
(Vendite: 500.000+)
Svizzera Svizzera[9] (5)
(Vendite: 250.000+)
Regno Unito Regno Unito[10] (7)
(Vendite: 2.100.000+)
Stati Uniti Stati Uniti[11] (18)
(Vendite: 18.000.000+)
Dischi di diamanteCanada Canada[12]
(Vendite: 1.000.000+)
Francia Francia[13]
(Vendite: 1.000.000+)
Giappone Giappone[14] (2)
(Vendite: 2.000.000+)

The Bodyguard: Original Soundtrack Album è la colonna sonora del film Guardia del corpo, pubblicato il 17 novembre 1992 per l'Arista Records, e comprende sei canzoni di Whitney Houston, oltre altre canzoni di altri noti artisti. L'album è stato coprodotto da Whitney Houston e Clive Davis. Con oltre 42 milioni di copie vendute, si tratta della colonna sonora più venduta nella storia[15] ed è inoltre il quarto album più venduto di sempre.

La colonna sonora vinse il Grammy Award all'album dell'anno nel 1994.[16] Solo altre due colonne sonore hanno ottenuto tale riconoscimento, Saturday Night Fever e O Brother, Where Art Thou?.

In seguito alla morte della Houston, la colonna sonora è riuscita a vendere ulteriori 212.000 copie nei primi sei mesi del 2012 negli Stati Uniti.[17] L'album non si può considerare un disco della Houston poiché canta solo 6 brani (tra cui cover). Gli altri brani sono interpretati da altri artisti.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Whitney HoustonI Will Always Love You – 4:31 (Dolly Parton)
  2. Whitney Houston – I Have Nothing – 4:48 (David Foster/Linda Thompson-Jenner)
  3. Whitney Houston – I'm Every Woman – 4:45 (Nickolas Ashford/Valerie Simpson)
  4. Whitney Houston – Run to You – 4:22 (Jud J. Friedman/Allan Rich)
  5. Whitney Houston – Queen of the Night – 3:08 (Babyface/Whitney Houston/L.A. Reid/Daryl Simmons)
  6. Whitney Houston – Jesus Loves Me – 5:11 (Cedric Caldwell/BeBe Winans)
  7. Kenny G featuring Aaron NevilleEven If My Heart Would Break – 4:58 (Franne Golde/Adrian Gurvitz)
  8. Lisa StansfieldSomeday (I'm Coming Back) – 4:57 (Ian Devaney/Andy Morris/Lisa Stansfield)
  9. The S.O.U.L. S.Y.S.T.E.M. – It's Gonna Be A Lovely Day – 4:47 (Robert Clivillés/David Cole/Tommy Never/Skip Scarborough/Michelle Visage/Bill Withers)
  10. Curtis Stigers – (What's So Funny 'Bout) Peace, Love, and Understanding – 4:04 (Nick Lowe)
  11. Kenny GWaiting for You – 4:58 (Kenny G)
  12. Joe Cocker featuring Sass Jordan – Trust In Me – 4:12 (Francesca Beghe/Charlie Midnight/Marc Swersky)
  13. Alan SilvestriTheme from The Bodyguard – 2:40 (Alan Silvestri)

Durata totale: 57:21

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche annuali[modifica | modifica wikitesto]

Paese (1993) Posizione
Australia[40] 1
Austria[41] 1
Canada[42] 3
Italia[26] 8
Giappone[43] 3
Svizzera[44] 4
Stati Uniti[45] 1
Stati Uniti Top Album R&B[45] 1
Stati Uniti Top Colonne sonore[45] 1
Classifica (1994) Posizione
Francia[46] 23
Giappone[47] 79
Classifica (1995) Posizione
Belgio Vallonia[48] 77

Classifiche di fine decennio[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1990–1999) Posizione
Stati Uniti[49] 2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Musiikkituottajat - Tilastot - Kulta- ja platinalevyt, su ifpi.fi. URL consultato il 14 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 17 agosto 2010).
  2. ^ Copia archiviata, su ifpi.nl. URL consultato il 14 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2011).
  3. ^ Copia archiviata, su ifpi.se. URL consultato il 14 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 17 febbraio 2012).
  4. ^ Bundesverband Musikindustrie: Gold-/Platin-Datenbank
  5. ^ IFPI Austria - Verband der Österreichischen Musikwirtschaft
  6. ^ Copia archiviata, su ifpi.no. URL consultato il 14 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2012).
  7. ^ Kent, David (1993). Australian Chart Book 1970–1992 (Illustrated ed.). Sydney: Australian Chart Book. ISBN 0-646-11917-6.
  8. ^ Salaverri, Fernando (September 2005). Sólo éxitos: año a año, 1959–2002 (1st ed.). Spain: Fundación Autor-SGAE. p. 698. ISBN 84-8048-639-2.
  9. ^ The Official Swiss Charts and Music Community
  10. ^ BRIT Certified, su bpi.co.uk.
  11. ^ RIAA - Gold & Platinum Searchable Database - November 02, 2013
  12. ^ Gold and Platinum Search
  13. ^ InfoDisc : Les Certifications (Albums) du SNEP (Bilan par Artiste)
  14. ^ 一般社団法人 日本レコード協会|レコード産業界の歴史 1990年〜1999年
  15. ^ the bodyguard, su giovanipace.org. URL consultato il 20 ottobre 2008.
  16. ^ https://news.google.com/newspapers?id=mPghAAAAIBAJ&sjid=bqIFAAAAIBAJ&pg=3904,3174680&dq
  17. ^ (EN) Pop & Rock Rule Mid-Year Music Sales Charts, su billboard.com. URL consultato il 5 luglio 2012.
  18. ^ The Bodyguard Soundtrack on Australian Albums Chart, australian-charts.com. URL consultato il 10 settembre 2009.
  19. ^ The Bodyguard Soundtrack on Austrian Albums Chart, austriancharts.at. URL consultato il 10 settembre 2009.
  20. ^ The Bodyguard Soundtrack on Canadian Albums Chart, RPM, 6 marzo 1993. URL consultato il 9 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2012).
  21. ^ The Bodyguard Soundtrack on Dutch Albums Chart, dutchcharts.nl. URL consultato il 3 giugno 2010.
  22. ^ a b c Hits of the World (The Bodyguard Soundtrack), Billboard, 6 marzo 1993. URL consultato il 3 giugno 2010.
  23. ^ Timo Pennanen, Sisältää hitin: Levyt ja esittäjät Suomen musiikkilistoilla vuodesta 1972, Finland, Otava, 2006, p. 161, ISBN 951-1-21053-X.
  24. ^ (DE) Die offiziellen deutschen Longplaycharts, GfK Entertainment, 18 gennaio 1993. URL consultato il 12 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 30 ottobre 2014).
  25. ^ The Bodyguard Soundtrack on Hungrian Albums Chart, Mahasz. URL consultato il 25 luglio 2010.
  26. ^ a b The Bodyguard Soundtrack on Italian Albums Chart, hitparadeitalia.it. URL consultato il 24 settembre 2010.
  27. ^ ホイットニー・ヒューストン-リリース-ORICON STYLE-ミュージック Highest position and charting weeks of The Bodyguard Soundtrack by Whitney Houston, su oricon.co.jp, Oricon Style. URL consultato il 3 ottobre 2009.
  28. ^ The Bodyguard Soundtrack on New Zealand's Albums Chart, chart.org.nz. URL consultato il 3 giugno 2010.
  29. ^ The Bodyguard Soundtrack on Norwegian Albums Chart, norwegiancharts.com. URL consultato il 10 settembre 2009.
  30. ^ Fernando Salaverri, Sólo éxitos: año a año, 1959–2002, 1st, Spain, Fundación Autor-SGAE, settembre 2005, p. 698, ISBN 84-8048-639-2.
  31. ^ Hits of the World (The Bodyguard Soundtrack), Billboard, 13 marzo 1993. URL consultato il 23 giugno 2010.
  32. ^ The Bodyguard Soundtrack on Swedish Albums Chart, swedishcharts.com. URL consultato il 22 settembre 2009.
  33. ^ The Bodyguard Soundtrack on Swiss Albums Chart, swisscharts.com. URL consultato il 22 settembre 2009.
  34. ^ The Bodyguard Soundtrack on Billboard 200, Billboard, 14 dicembre 1992. URL consultato il 3 giugno 2010.
  35. ^ The Bodyguard Soundtrack on Billboard R&B/Hip-Hop Albums Chart, Billboard, 14 dicembre 1992. URL consultato il 3 giugno 2010.
  36. ^ WebCite query result, su ifpi.gr. URL consultato il 13 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2003).
  37. ^ Mexico Top 100 on Mexican Albums Chart (PDF), amprofon.com. URL consultato il 28 febbraio 2012.
  38. ^ Polish Album Chart, su olis.onyx.pl. URL consultato il 2 marzo 2012.
  39. ^ Music Albums, Top 200 Albums & Music Album Charts | Billboard.com, su billboard.com. URL consultato il 2 marzo 2012.
  40. ^ ARIA Charts - End Of Year Charts - Top 50 Albums 1993, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  41. ^ 1993 Austrian Albums year-end chart, austriancharts.at. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  42. ^ The RPM Top 100 Albums of 1993, RPM, 18 dicembre 1993. URL consultato il 19 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2012).
  43. ^ (JA) Oricon Year-end Albums Chart of 1993, su geocities.jp. URL consultato il 3 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2012).
  44. ^ 1993 Siwss Albums year-end chart, swisscharts.com. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  45. ^ a b c 1993 Billboard Year-End Chart-Toppers, rockonthenet.com. URL consultato il 19 novembre 2010.
  46. ^ (FR) Classement Albums – année 1994, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 14 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 15 marzo 2012).
  47. ^ (JA) Oricon Year-end Albums Chart of 1994, su geocities.jp. URL consultato il 3 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2014).
  48. ^ Rapports annuels 1995 Albums, su ultratop.be. URL consultato il 29 maggio 2011.
  49. ^ Geoff Mayfield, 1999 The Year in Music Totally '90s: Diary of a Decade - The listing of Top Pop Albums of the '90s & Hot 100 Singles of the '90s, Billboard, 25 dicembre 1999. URL consultato il 15 ottobre 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]