Alan Silvestri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alan Silvestri nel 2009

Alan Anthony Silvestri (New York, 26 marzo 1950) è un compositore e direttore d'orchestra statunitense di colonne sonore cinematografiche.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alan Silvestri nasce il 26 marzo del 1950 a New York da genitori di origine italiana e irlandese. Suo padre era figlio di immigrati italiani originari del Piemonte[1][2] e sua madre era figlia di immigrati irlandesi.[3][4] Cresciuto nella città di Teaneck nel New Jersey, dopo aver studiato al Berklee College of Music di Boston, inizia a scrivere colonne sonore per la televisione e per alcuni film a basso costo arrivando, col tempo, a scrivere anche per produzioni di maggior rilievo, tra le quali, molti film di Robert Zemeckis.[5] Tra i suoi più grandi successi si ricordano le musiche della trilogia di Ritorno al futuro, Chi ha incastrato Roger Rabbit, Forrest Gump e Flight.

Nel 1995 la casa discografica Varese Sarabande ha pubblicato una sua raccolta di successi: Voyages: The Film Music Journeys of Alan Silvestri. Nel 1996 è stato ingaggiato per scrivere la colonna sonora del film Mission: Impossible, ma alla fine viene sostituito da Danny Elfman. La musica comunque composta (circa 23 minuti) è stata riutilizzata da Alan nello stesso anno per L'eliminatore (Eraser, di Chuck Russell). Nel 1999 scrive la colonna sonora del film Stuart Little - Un topolino in gamba di Rob Minkoff.

Molto legato alla terra di origine dei suoi nonni paterni, dove più volte si è recato in vacanza con la famiglia[6], è diventato cittadino onorario di Castell'Alfero, comune astigiano in cui è nata sua nonna Eugenia[7].

Silvestri vive a Carmel, nella California del Nord, con moglie e tre figli. A causa del diabete di cui soffre suo figlio Joey, Alan è iscritto alla Juvenile Diabetes Research Foundation.[8]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Musiche di scena scritte insieme ad altri compositori.

Premi e candidature[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso della sua carriera ha ottenuto numerose candidatore a prestigiosi premi[6][9] vincendo:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Silvestri Vineyards - About Us, http://www.silvestrivineyards.com. URL consultato il 12 giugno 2016.
  2. ^ (EN) Alan Silvestri pairs music with wine, http://www.sfgate.com. URL consultato il 12 giugno 2016.
  3. ^ (EN) Alan Silvestri Biography, http://www.tv.com. URL consultato il 12 giugno 2016.
  4. ^ (EN) Alan Silvestri His Youth, http://frogmen.info. URL consultato il 12 giugno 2016.
  5. ^ (EN) Laurence E. MacDonald, The Invisible Art of Film Music: A Comprehensive History, Scarecrow Press, 2013, pp. 347, ISBN 9780810883987.
  6. ^ a b (EN) Alan Silvestri un piemontese ad Hollywood (PDF), http://www.lacabalesta.it. URL consultato il 12 giugno 2016.
  7. ^ 25-30 aprile 2006 Mostra su Alan Silvestri castellalfero.net
  8. ^ (EN) Robert Lanza, John Gearhart, Brigid Hogan, Douglas Melton, Roger Pedersen, E. Donnall Thomas, James A. Thomson, Ian Sir Wilmut, Essentials of Stem Cell Biology, Academic Press, 2009, pp. 635, ISBN 9780080884974.
  9. ^ (EN) Alan Silvestri awards and nominations, http://www.alansilvestri.com. URL consultato il 12 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN85511213 · LCCN: (ENn88646982 · ISNI: (EN0000 0001 2142 1574 · GND: (DE134522567 · BNF: (FRcb13928896j (data)