Steve Mahre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Steve Mahre
Steve Mahre.jpg
Steve Mahre ritratto in un francobollo paraguaiano del 1984
Nome Steven Irving Mahre
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 176[senza fonte] cm
Peso 77[senza fonte] kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Slalom gigante, slalom speciale, combinata
Ritirato 1984
Palmarès
Olimpiadi 0 1 0
Mondiali 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Steven Irving Mahre detto Steve (White Pass, 10 maggio 1957) è un ex sciatore alpino statunitense. Campione del mondo nello slalom gigante a Schladming 1982, vinse la medaglia d'argento nello slalom speciale ai XIV Giochi olimpici invernali di Sarajevo 1984 e conquistò nove vittorie in Coppa del Mondo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a White Pass, è fratello gemello di Phil, a sua volta sciatore alpino di alto livello[1].

Carriera sciistica[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 1976-1980[modifica | modifica wikitesto]

Mahre ottenne il suo primo risultato di rilievo in Coppa del Mondo il 27 gennaio 1976, giungendo 9º nello slalom gigante disputato a Zwiesel. Nel febbraio successivo partecipò ai XII Giochi olimpici invernali di Innsbruck 1976 piazzandosi 13º nello slalom gigante. Poco più tardi, il 7 marzo a Copper Mountain, colse in slalom speciale il suo primo podio in Coppa del Mondo (2º).

Nel 1978 fu convocato per i Mondiali di Garmisch-Partenkirchen, dove si classificò 8º nello slalom speciale, e il 4 marzo a Stratton Mountain conquistò il suo primo successo in Coppa del Mondo, nella medesima specialità. Due anni dopo ai XIII Giochi olimpici invernali di Lake Placid 1980 si classificò 15º nello slalom gigante e non completò lo slalom speciale.

Stagioni 1981-1982[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1980-1981 in Coppa del Mondo ottenne cinque podi con una vittoria, l'11 gennaio sull'impegnativo tracciato Gudiberg di Garmisch-Partenkirchen; fu 4º nella classifica generale vinta dal fratello Phil e 3º in quella di slalom speciale.

Nel 1982 vinse la medaglia d'oro nello slalom gigante ai Mondiali che si disputarono a Schladming, in Austria, battendo il fuoriclasse svedese Ingemar Stenmark. In Coppa del Mondo quell'anno i suoi podi furono sette, con cinque vittorie (tra le quali quelle in classiche dello sci alpino come gli slalom speciali del Canalone Miramonti di Madonna di Campiglio e della Gudiberg di Garmisch-Partenkirchen e la combinata dell'Arlberg-Kandahar, sempre a Garmisch-Partenkirchen); risultò 3º sia nella classifica generale, sia in quella di slalom speciale.

Stagioni 1983-1984[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1982-1983 in Coppa del Mondo salì sul podio tre volte, con due vittorie: tra queste figurò il nono e ultimo successo di Mahre nel circuito, il 6 febbraio nello slalom speciale di Sankt Anton am Arlberg.

L'anno dopo in Coppa del Mondo colse l'ultimo podio della sua carriera, il 13 dicembre a Courmayeur in slalom speciale; una decima vittoria di Mahre, ottenuta a Parpan il 16 gennaio, fu revocata a causa di uno scambio di pettorale con il gemello Phil, giudicato fraudolento dalla giuria nonostante le testimonianze favorevoli ai fratelli rese dai loro avversari in gara[1]. In occasione dei XIV Giochi olimpici invernali di Sarajevo 1984 vinse la medaglia d'argento nello slalom speciale, dietro a Phil; Steve fu inoltre 17º nello slalom gigante. Si ritirò assieme al fratello al termine di quella stessa stagione (l'ultima sua gara fu lo slalom gigante di Coppa del Mondo disputato a Vail il 7 marzo e chiuso al 9º posto); contribuì alla loro precoce decisione (avevano 27 anni) anche l'amarezza provata per la squalifica di Parpan e per la campagna stampa denigratoria che ne seguì, nonostante la solidarietà manifestata dai colleghi[1].

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro si dedicò assieme a Phil all'automobilismo[1]; in seguito i fratelli Mahre divennero titolari di un centro di allenamento a Park City, nello Utah[2].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 3º nel 1982
  • 21 podi:
    • 9 vittorie (2 in slalom gigante, 6 in slalom speciale, 1 in combinata)
    • 5 secondi posti
    • 7 terzi posti

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
4 marzo 1978 Stratton Mountain Stati Uniti Stati Uniti SL
11 gennaio 1981 Garmisch-Partenkirchen bandiera Germania Ovest SL
14 dicembre 1981 Cortina d'Ampezzo Italia Italia SL
14 febbraio 1982 Garmisch-Partenkirchen bandiera Germania Ovest KB
14 febbraio 1982 Garmisch-Partenkirchen bandiera Germania Ovest SL
13 marzo 1982 Jasná Cecoslovacchia Cecoslovacchia GS
17 marzo 1982 Bad Kleinkirchheim Austria Austria GS
4 gennaio 1983 Parpan Svizzera Svizzera SL
6 febbraio 1983 Sankt Anton am Arlberg Austria Austria SL

Legenda:
GS = slalom gigante
SL = slalom speciale
KB = combinata

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Paolo De Chiesa, I miei campioni: Phil e Steve Mahre in Sito ufficiale dei XX Giochi olimpici invernali, 4 febbraio 2004. (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2012).
  2. ^ (EN) Sito del Mahre Training Center. URL consultato il 10 marzo 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN23571314 · LCCN: (ENn85109814