Stefan Schumacher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stefan Schumacher
Leuven - Brabantse Pijl, 15 april 2015, vertrek (B128).JPG
Stefan Schumacher (2015)
Nazionalità Germania Germania
Altezza 183 cm
Peso 71 kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Squadre di club
2002-2003Deutsche Telekom
2004Team Lamonta
2005Shimano-Memory Corp
2006-2008Gerolsteiner
2010-2011Miche
2012-2014Christina Watches
2015CCC Polkowice
2016Christina Watches
2017Kuwait-Cartucho.es
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su strada
Bronzo Stoccarda 2007 In linea
Statistiche aggiornate al febbraio 2018

Stefan Schumacher (Nürtingen, 21 luglio 1981) è un ciclista su strada tedesco, professionista dal 2002 al 2017. In palmarès vanta due successi di tappa al Giro d'Italia 2006, l'Amstel Gold Race 2007 e la medaglia di bronzo ai campionati del mondo 2007.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Diventa professionista nel 2002 con la Deutsche Telekom. Nel 2004 milita nel Team Lamonta, mentre nella stagione successiva è alla Shimano-Memory Corp, con cui vince Giro di Renania-Palatinato, Ster Elektrotoer e Giro della Bassa Sassonia. Passa quindi alla Gerolsteiner, squadra tedesca, per il 2006; nello stesso anno è maglia rosa per due tappe al Giro d'Italia 2006, aggiudicandosi anche le frazioni di Namur e Gemona del Friuli, e vincitore sia all'Eneco Tour che al Tour de Pologne, entrambe gare ProTour. Nel 2007 vince una frazione alla Tirreno-Adriatico, l'Amstel Gold Race e il Giro di Baviera.

Nel 2008 milita ancora nella squadra tedesca Gerolsteiner: vince la crono al Giro di Baviera e poco tempo dopo la prima crono del Tour de France 2008 con partenza a arrivo a Cholet, conquistando anche la maglia gialla di leader della classifica generale; in quella stessa Grande Boucle fa sua anche la crono finale di Saint-Amand-Montrond. Dopo la corsa francese approda alla Quick Step, squadra belga; tuttavia il 6 ottobre viene annunciata la sua positività all'EPO di terza generazione, o CERA, riscontrata durante il Tour de France[1]. Viene quindi condannato a due anni di squalifica, sentenza resa definitiva il 25 gennaio 2010 dal TAS[2].

Ritorna alle corse nell'agosto del 2010 con il Team Miche, con cui firma un contratto fino al 2011. Nel 2012 passa alla Christina Watches-Onfone: in stagione si aggiudica le classifiche finali del Tour de Serbie e del secondo Tour of China dell'anno. Nel 2015 gareggia con il team CCC Sprandi Polkowice, mentre nel 2016 ritorna alla Christina Jewelry. Nel 2017 si accasa alla Kuwait-Cartucho.es, ritrovando Davide Rebellin, già suo compagno alla Gerolsteiner, alla Miche e alla CCC.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 2004 (Team Lamonta, due vittorie)
Druivenkoers
6ª tappa Bayern Rundfahrt (Pfarrkirchen > Burghausen)
  • 2005 (Shimano-Memory Corp, sette vittorie)
1ª tappa Rheinland-Pfalz-Rundfahrt (Coblenza > Bad Marienberg)
2ª tappa Rheinland-Pfalz-Rundfahrt (Treviri > Magonza)
3ª tappa Rheinland-Pfalz-Rundfahrt (Magonza > Worms)
4ª tappa, 2ª semitappa Rheinland-Pfalz-Rundfahrt (Landau in der Pfalz, cronometro)
Classifica generale Rheinland-Pfalz-Rundfahrt
Classifica generale Ster Elektrotoer
Classifica generale Giro della Bassa Sassonia
  • 2006 (Team Gerolsteiner, nove vittorie)
Classifica generale Circuit de la Sarthe
3ª tappa Giro d'Italia (Perwez > Namur)
18ª tappa Giro d'Italia (Sillian > Gemona del Friuli)
4ª tappa Sachsen-Tour International (Oschatz, cronometro)
Prologo Eneco Tour (Den Helder)
Classifica generale Eneco Tour
6ª tappa Tour de Pologne (Szczawno-Zdrój > Karpacz)
7ª tappa Tour de Pologne (Jelenia Góra > Karpacz)
Classifica generale Tour de Pologne
  • 2007 (Team Gerolsteiner, quattro vittorie)
5ª tappa Tirreno-Adriatico (Civitanova Marche > Civitanova Alta, cronometro)
Amstel Gold Race
4ª tappa Bayern Rundfahrt (Rothenburg ob der Tauber, cronometro)
Classifica generale Bayern Rundfahrt
  • 2008 (Team Gerolsteiner, una vittoria)
4ª tappa Bayern Rundfahrt (Bad Neustadt a.d.Saale, cronometro)
4ª tappa Tour de France (Cholet > Cholet, cronometro)
20ª tappa Tour de France (Cérilly > Saint-Amand-Montrond, cronometro)
  • 2011 (Miche-Guerciotti, quattro vittorie)
1ª tappa Vuelta a Asturias (Oviedo > Gijón)
2ª tappa, 2ª semitappa Vuelta a Asturias (Piedras Blancas, cronometro)
Prologo Azerbaijan International Tour (Tabriz)
5ª tappa Azerbaijan International Tour (Urmia > Tabriz)
  • 2012 (Christina Watches-Onfone, cinque vittorie)
3ª tappa Tour de Serbie (Kragujevac > Bajina Bašta)
Classifica generale Tour de Serbie
Prologo Tour of China (II) (Wuhan Jiangxia)
4ª tappa Tour of China (II) (Tientsin, cronometro)
Classifica generale Tour of China (II)
  • 2013 (Christina Watches-Onfone, due vittorie)
1ª tappa Tour d'Algérie (Algeri > Bouira)
3ª tappa, 1ª semitappa Sibiu Cycling Tour (Cisnădie > Muzeul Tehnicii Populare, cronometro)
  • 2014 (Christina Watches-Kuma, due vittorie)
3ª tappa Szlakiem Grodów Piastowskich (Polkowice, cronometro)
3ª tappa Tour de Beauce (St. George, cronometro)
  • 2016 (Christina Jewelry Pro Cycling, una vittoria)
Classifica generale Tour du Maroc

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2005 (Shimano-Memory Corp)
Classifica giovani Eneco Tour
  • 2012 (Christina Watches-Kuma)
1ª tappa Tour of China (I) (Xi'an > Xi'an, cronosquadre)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2007: 87º
2008: 25º
2007: ritirato (18ª tappa)
2008: ritirato (19ª tappa)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tour: Piepoli e Schumacher altri due positivi alla Cera, su Gazzetta.it, 6 ottobre 2008. URL consultato il 17 agosto 2010.
  2. ^ Doping: Tas respinge ricorso Stefan Schumacher, su Ilsussidiario.net, 25 gennaio 2010. URL consultato il 17 agosto 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]