St. Johnstone Football Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
St. Johnstone Football Club
Calcio Football pictogram.svg
The Saints
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Blu e Bianco2.svg Blu, bianco
Dati societari
Città Perth
Nazione Scozia Scozia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Scotland.svg Scottish FA
Campionato Scottish Premiership
Fondazione 1884
Presidente Scozia Steve Brown
Allenatore Scozia Callum Davidson
Stadio McDiarmid Park
(10,673 posti)
Sito web www.perthstjohnstonefc.co.uk/
Palmarès
Titoli nazionali 7 Scottish First Division
Trofei nazionali 2 Scottish Cup
1 Scottish League Cup
Si invita a seguire il modello di voce

Il St. Johnstone Football Club, meglio noto come St. Johnstone, è una società calcistica scozzese con sede nella città di Perth, militante in Scottish Premiership, massimo livello del calcio scozzese.

Nel suo palmarès vanta due coppe nazionali (2014 e 2021) e una coppa di Lega (2021).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu fondato nel 1884 e due anni più tardi esordì in Scottish Cup. La prima partecipazione ai campionati nazionali, invece, si registrò soltanto dal 1911, quando fu iscritta in Scottish Division Two. Dopo un periodo di interruzione dovuto alla Prima Guerra Mondiale, tornò a disputare la seconda serie dalla stagione 1921-22; due anni dopo vinse il campionato e guadagnò per la prima volta la Scottish Division One. Qui rimase, a parte una parentesi di due anni in Division Two, fino al 1939.

Nel secondo dopoguerra ripartì di nuovo dalla Division Two (in quegli anni Division B), riconquistando poi la massima serie nel 1960 e, dopo un'altra retrocessione, nel 1963. Negli anni seguenti mantenne stabilmente la Division One e raggiunse il terzo posto nella stagione 1970-1971. L'anno precedente fu finalista in Scottish League Cup, vinta dal Celtic per 1-0.

Nella Premier Division 1975-1976 arrivò ultimo e retrocesse. Trascorse gli anni '80 e '90 alternando promozioni e retrocessioni, con partecipazioni in Premier Division, First Division e, per tre stagioni, anche in Second Division, guadagnandosi per questo la reputazione di squadra ascensore (yo-yo club in inglese).

Tornato in Premier Division nella stagione 1997-98, l'anno successivo il St. Johnstone raggiunse per la seconda volta la finale di Coppa di Lega, ma perse di nuovo, per 2-1 contro i Rangers. In campionato eguagliò il suo miglior piazzamento classificandosi terzo dietro a Rangers e Celtic. Tuttavia, tre anni dopo fu di nuovo relegata in seconda serie.

Nella stagione 2008-09 la squadra si laureò campione della First Division con una giornata di anticipo, guadagnando la promozione (l'ottava della sua storia) in Scottish Premier League.

Il St. Johnstone si classificò nuovamente terzo in Premier League 2012-13, e l'anno dopo conquistò il suo titolo più importante: la Scottish Cup, vinta nell'edizione 2013-14 grazie al successo per 2-0 nella finale disputata a Celtic Park contro il Dundee Utd[1].

Si è piazzato al quarto posto per tre stagioni consecutive, dal 2014-15 al 2016-17, mentre in Scottish Premiership 2017-2018 ha concluso all'ottavo posto, e poi al settimo nel campionato successivo. In Premiership 2019-2020, interrotta per la pandemia di COVID-19, si classifica sesto, favorito dalla migliore media punti rispetto all'Hibernian.

Nella stagione 2020-21 il St. Johnstone conquista il double di coppe, vincendo per la prima volta nella storia la coppa di Lega, battendo in finale il Livingston per 1-0 e pochi mesi più tardi la Coppa di Scozia battendo sempre per 1-0 l'Hibernian[2]: si tratta del primo double nella storia del club (che a livello di trofei maggiori aveva in precedenza conquistato solamente una Coppa di Scozia) e il quarto in assoluto per una squadra scozzese dopo Celtic, Rangers e Aberdeen: considerando anche il quinto posto in classifica conquistato in campionato, a fronte di un budget molto ridotto rispetto ad altre squadre scozzesi, la stagione 2020-2021 oltre ad essere una delle migliori della storia del club è stata considerata dagli esperti come una delle migliori in assoluto di un club scozzese[3].

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Divisa casalinga della stagione 1997-98

I colori sociali del St. Johnstone sono il blu e il bianco. Tradizionalmente il blu prevale nella maglia e nei calzettoni, mentre il bianco nei calzoncini[4].

[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è riportato un elenco di tutti gli sponsor della maglia del St. Johnstone[5]:

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1989 il St. Johnstone disputa le partite casalinghe al McDiarmid Park, che attualmente ha una capienza di 10.673 persone. Si tratta del terzo stadio di casa del club, che precedentemente giocò al Recreation Ground (1885-1924) e al Muirton Park (1924-1989).

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Il St. Johnstone ha avuto 24 tecnici nella sua storia. Il manager più longevo è stato David Rutherford (11 anni), anche se il suo mandato fu interrotto dalla Seconda Guerra Mondiale. Il club ha nominato in media un nuovo allenatore ogni quattro anni. Willie Ormond e Bobby Brown hanno anche allenato la squadra nazionale della Scozia. Prima della nomina di Peter Grant nel 1919, il team venne gestito dal comitato, una pratica consueta in quel momento.

Allenatori del St. Johnstone

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2013-2014, 2020-2021
2020-2021
1923-1924, 1959-1960, 1962-1963, 1982-1983, 1989-1990, 1996-1997, 2008-2009
2007-2008

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

1992-1993, 1998-1999, 2003-2004, 2006-2007

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Terzo posto: 1970-1971, 1998-1999, 2012-2013
Secondo posto: 1931-1932, 2005-2006, 2006-2007
Terzo posto: 2002-2003, 2003-2004, 2007-2008
Semifinalista: 1933-1934, 1967-1968, 1988-1989, 1990-1991, 1998-1999, 2006-2007, 2007-2008, 2010-2011
Finalista: 1969-1970, 1998-1999
Semifinalista: 1961-1962, 1962-1963, 1967-1968, 1992-1993, 2006-2007, 2009-2010, 2013-2014, 2015-2016
Finalista: 1996-1997
Semifinalista: 2004-2005, 2005-2006

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Scottish Division One 27 1924-1925 1974-1975 51
Scottish Premier Division 7 1975-1976 1997-1998
Scottish Premier League 8 1998-1999 2012-2013
Scottish Premiership 9 2013-2014 2021-2022
Scottish Division Two 19 1911-1912 1962-1963 44
Scottish Division B 5 1946-1947 1950-1951
Scottish First Division 20 1976-1977 2008-2009
Scottish Second Division 3 1985-1986 1987-1988 3

Statistiche nelle competizioni UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Tabella aggiornata alla fine della stagione 2020-2021.

Competizione Partecipazioni G V N P RF RS
Coppa UEFA/UEFA Europa League 6 22 5 8 9 23 28

Elenco di partite giocate nelle competizioni UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Competizione Turno Avversario Casa Trasferta Somma
1971-72 Coppa UEFA 1R Germania Ovest Amburgo 3-0 1-2 4-2
2R Ungheria Vasas 2-0 0-1 2-1
3R Jugoslavia Željezničar Sarajevo 1-0 1-5 2-5
1999-2000 Coppa UEFA QR Finlandia VPS 2-0 1-1 3-1
1R Francia Monaco 3-3 0-3 3-6
2012-13 UEFA Europa League 2Q Turchia Eskişehirspor 1-1 0-2 1-3
2013-14 UEFA Europa League 2Q Norvegia Rosenborg 1-1 1-0 2-1
3Q Bielorussia Dinamo Minsk 0-1
(dts)
1-0 1-1
(2-3 dcr)
2014-15 UEFA Europa League 2Q Svizzera Lucerna 1-1
(dts)
1-1 2-2
(5-4 dcr)
3Q Slovacchia Spartak Trnava 1-2 1-1 2-3
Legenda
  • 1R: Primo turno
  • 2R: Secondo turno
  • 3R: Terzo turno
  • QR: Turno di qualificazione
  • 2Q: Secondo turno di qualificazione
  • 3Q: Terzo turno di qualificazione

Record di squadra[modifica | modifica wikitesto]

  • Record in casa spettatori:
  • Record vittoria: 13–0 vs Tulloch (Perthshire Cup, 17 settembre 1887)
  • Record sconfitta: 11–1 vs Montrose (Northern League, 1º aprile 1893)
  • Imbattibilità più lunga: 21 partite di campionato (2008–09)
  • Record trasferimento speso: £400,000 per Billy Dodds (Dundee, 1994)
  • Record trasferimento ricevuto: £1,750,000 per Callum Davidson (Blackburn Rovers, 1998)

Record individuali[modifica | modifica wikitesto]

Source

Media presenze[modifica | modifica wikitesto]

La presenza media campionato-partita al McDiarmid Park per la stagione 2007-08 era di 2.913 spettatori, che è il 27.29% della capacità dello stadio[7] e più del 3,59% della stagione 2006-07.[8]

Media passata:

  • 2006–07: 2,812 (26.34% della capacità; +5.43% rispetto alla stagione 2005–06)
  • 2005–06: 2,667 (24.98% della capacità; +10.48% rispetto alla stagione 2004–05)
  • 2004–05: 2,414 (22.61% della capacità)

Source

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2020-2021[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 26 febbraio 2021.[9]

N. Ruolo Giocatore
1 Scozia P Zander Clark
2 Scozia D Wallace Duffy
3 Inghilterra D Scott Tanser
4 Scozia D Jamie McCart
5 Scozia D Jason Kerr Captain sports.svg
6 Scozia D Liam Gordon
7 Scozia A Craig Conway
8 Scozia C Murray Davidson
9 Scozia A Chris Kane
10 Canada C David Wotherspoon
11 Scozia C Michael O'Halloran
12 Inghilterra P Elliot Parish
N. Ruolo Giocatore
13 Scozia C Craig Bryson
14 Scozia A Stevie May
15 Irlanda D Danny McNamara
16 Inghilterra A Isaac Olaofe
17 Israele A Guy Melamed
18 Irlanda del Nord C Ali McCann
19 Scozia D Shaun Rooney
20 Scozia A John Robertson
24 Scozia D Callum Booth
26 Scozia C Liam Craig
45 Scozia P Ross Sinclair

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Rivalità[modifica | modifica wikitesto]

Le rivalità principali riguardano Dundee e Dundee United, contro i quali il St. Johnstone disputa il Tayside Derby, dal nome della contea a cui appartengono le città di Perth e di Dundee.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Richard Wilson, In the end, history could not be denied and St Johnstone won the first major trophy of their 130-year history, su bbc.com, BBC Sport, 17 maggio 2014. URL consultato il 17 maggio 2014.
  2. ^ (EN) St Johnstone edged Hibernian to lift the Scottish Cup for a second time and seal a domestic trophy double in the greatest season in the club's history, 22 maggio 2021. URL consultato il 23 maggio 2021.
  3. ^ St Johnstone: Is cup double the greatest season in Scottish football?, su bbc.com.
  4. ^ St Johnstone - Historical Football Kits
  5. ^ Source
  6. ^ Denominata Second Division fino al 1975.
  7. ^ St. Johnstone Football Club, su spfl.co.uk, Scottish Professional Football League. URL consultato il 30 settembre 2013.
  8. ^ Soccerbase
  9. ^ First Team, su perthstjohnstonefc.co.uk.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Blair A, Doyle B, Bristling with Possibilities: The History of St. Johnstone F.C., 1997.
  • Gordon Bannerman, Saints Alive! St. Johnstone Football Club Five Years on a High, Sportsprint Publishing, Edinburgh, 1991, ISBN 0-85976-346-3.
  • Blair, Alastair, St. Johnstone FC (Images of Sport), Tempus Publishing, Limited, 2003, pp. 128pp, ISBN 0-7524-2183-2.
  • Jim Slater, Who's Who of St. Johnstone 1946 to 1992.
  • G McLaren, Of Saints & Foxes, G McLaren, 2001, ISBN 0-905452-99-2. The story of Sandy McLaren (St. Johnstone, Leicester City and Scotland national football team goalkeeper), written by his son.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN150546017 · LCCN (ENnr95044614 · WorldCat Identities (ENlccn-nr95044614
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio