Scottish Premiership 2018-2019

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scottish Premiership 2018-2019
Ladbrokes Scottish Premiership 2018-2019
Competizione Scottish Premiership
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 122ª
Organizzatore SFA
Date dal 4 agosto 2018
al 19 maggio 2019
Luogo Scozia Scozia
Partecipanti 12
Sito web spfl.co.uk/premiership
Risultati
Vincitore Celtic
(50º titolo)
Retrocessioni Dundee
Statistiche
Miglior marcatore Colombia Alfredo Morelos (18)
Incontri disputati 228
Gol segnati 578 (2,54 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2017-2018 2019-2020 Right arrow.svg

La Scottish Premiership 2018-2019 è stata la sesta edizione dell'omonima competizione dopo l'abolizione, il 7 luglio 2013, della Scottish Premier League e la 122ª edizione totale della massima serie del campionato di calcio scozzese. La stagione è iniziata il 4 agosto 2018 ed è terminata il 19 maggio 2019.

Il Celtic, squadra detentrice del titolo, ha vinto il campionato per l'ottava volta consecutiva, mettendo così in bacheca il 50° trionfo nazionale[1].

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Il St. Mirren ritorna nella massima divisione scozzese dopo la retrocessione del 2015, sostituendo il Ross County, retrocesso in Scottish Championship dopo l'ultimo posto ottenuto nella stagione precedente. Anche il Livingston prende parte alla Premiership, promosso dopo aver battuto il Partick Thistle nel play-off promozione della passata stagione.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Le 12 squadre si affrontano in gironi di andata-ritorno-andata, per un totale di 33 giornate. Al termine le squadre sono divise in due gruppi di 6, in base alla classifica; ogni squadra affronta per la quarta volta le altre del gruppo, per un totale di 38 partite. La squadra campione di Scozia si qualifica per il secondo turno di qualificazione della UEFA Champions League 2019-2020. La seconda e la terza classificata si qualificano per il primo turno della UEFA Europa League 2019-2020. L'ultima classificata retrocede direttamente in Scottish Championship. La penultima classificata gioca contro la vincitrice dei play-off della Scottish Championship per determinare chi giocherà in Scottish Premiership la stagione seguente.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il primo girone d'andata si chiude con gli Hearts al primo posto e il Celtic, rimasto attardato nelle prime giornate, ad inseguire. I biancoverdi completano la rimonta alla 14ª giornata, ma già nella successiva vengono superati dai Rangers, che a loro volta cedono subito il comando al Kilmarnock, capolista per una giornata prima del nuovo sorpasso da parte del Celtic, che dalla 22ª giornata inizia a incrementare il margine sugli inseguitori e giunge al termine della stagione regolare con 11 punti di vantaggio sui Rangers, gli unici rimasti matematicamente in corsa. Il Celtic vince il campionato alla terzultima giornata, grazie alla vittoria contro l'Aberdeen (0-3). Infine i Rangers si classificano al secondo posto e il Kilmarnock al terzo, favorito rispetto all'Aberdeen dalla differenza reti. Dietro di questi si piazzano l'Hibernian e gli Hearts, entrambi con un andamento stagionale distinto in un buon inizio, seguito da un periodo di flessione e infine da una lenta ripresa sul piano dei risultati. In fondo alla classifica arriva ultimo il Dundee, che retrocede dopo cinque anni di Premiership, mentre il St. Mirren, penultimo, riesce a mantenere la categoria vincendo lo spareggio contro il Dundee United, secondo in Championship.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Città Stadio Allenatore Stagione 2017-2018
Aberdeen Aberdeen Pittodrie Stadium Scozia Derek McInnes 2º posto in Scottish Premiership
Celtic Glasgow Celtic Park Irlanda del Nord Brendan Rodgers Campione di Scozia in carica
Rangers Ibrox Stadium Inghilterra Steven Gerrard 3º posto in Scottish Premiership
Dundee Dundee Dens Park Scozia Neil McCann 9º posto in Scottish Premiership
Hamilton Academical Hamilton New Douglas Park Scozia Martin Canning 10º posto in Scottish Premiership
Hearts Edimburgo Tynecastle Stadium Scozia Craig Levein 6º posto in Scottish Premiership
Hibernian Easter Road Irlanda del Nord Neil Lennon 4º posto in Scottish Premiership
Kilmarnock Kilmarnock Rugby Park Scozia Steve Clarke 5º posto in Scottish Premiership
Livingston Livingston Almondvale Stadium Scozia Kenny Miller 2º posto in Scottish Championship
Motherwell Motherwell Fir Park Inghilterra Steve Robinson 7º posto in Scottish Premiership
St. Johnstone Perth McDiarmid Park Irlanda del Nord Tommy Wright 8º posto in Scottish Premiership
St. Mirren Paisley St. Mirren Park Inghilterra Alan Stubbs 1º posto in Scottish Championship

Stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Celtic 77 33 24 5 4 71 17 +54
2. Rangers 66 33 19 9 5 73 24 +49
3. Kilmarnock 58 33 16 10 7 46 28 +18
4. Aberdeen 58 33 17 7 9 52 37 +15
5. Hibernian 52 33 14 10 9 49 34 +15
6. Hearts 50 33 15 5 13 38 41 -3
7. St. Johnstone 44 33 13 5 15 32 44 -12
8. Motherwell 43 33 13 4 16 37 47 -10
9. Livingston 42 33 11 9 13 35 33 +2
10. Hamilton Academical 25 33 7 4 22 21 69 -48
11. St. Mirren 21 33 5 6 22 24 61 -37
12. Dundee 18 33 4 6 23 25 68 -43

Legenda:
      Ammesse alla poule campionato
      Ammesse alla poule salvezza

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Abe Cel Dnd Ham Hea Hib Kil Liv Mot Ran StJ StM
Aberdeen –––– 3-4 5-1 3-0
0-2
2-0 1-0 0-2
0-0
3-2
1-1
1-0
3-1
1-1
2-4
0-2 4-1
2-2
Celtic 1-0
0-0
–––– 3-0 1-0
3-0
5-0 4-2
2-0
5-1 3-1

0-0

3-0
4-1
1-0
2-1
2-0 4-0
Dundee 0-1

0-2

0-5
0-1
–––– 4-0 0-3
0-1
0-3
2-4
1-2
2-2
0-0 1-3
0-1
1-1 0-2 1-1
Hamilton 0-3 0-3 0-2
1-1
–––– 1-4
1-0
0-1 1-1 1-0 1-2 1-4
0-5
1-2
2-1
3-0

1-1

Hearts 2-1
2-1
1-0
1-2
1-2 2-0 –––– 0-0

1-2

0-1 0-0
0-0
1-0 1-2 2-1
2-0
4-1
1-1
Hibernian 1-1
1-2
2-0 2-2 6-0
2-0
0-1 –––– 3-2
0-0
1-1 3-0
2-0
0-0
1-1
0-1 2-2
Kilmarnock 1-2 2-1
0-1
3-1 1-1
5-0
0-1
1-2
3-0 –––– 2-0 3-1
0-0
2-1 2-0

2-0

2-1
Livingston 1-2 0-0 4-0
1-2
1-0
2-0
5-0 2-1
1-2
0-0
1-0
–––– 2-0 1-0
0-3
0-1
3-1
3-1
Motherwell 3-0 1-1 1-0 0-1
3-0
0-1
2-1
1-0 0-1 1-1
3-0
–––– 3-3
0-3
0-1
3-0
0-1
Rangers 0-1 1-0 4-0
4-0
1-0 3-1
3-0
1-1 1-1
1-1
3-0 7-1 –––– 5-1
0-0
2-0
4-0
St. Johnstone 1-1
0-2
0-6
0-2
1-0
2-0
4-0 2-2 1-1
1-2
0-0 1-0 1-2 1-2 –––– 2-0
1-0
St. Mirren 1-2 0-0
0-2
2-1
2-1
1-3 2-0 0-1
1-3
1-2
0-1
0-2
1-0
0-2
1-2
0-2 0-1 ––––

Poule scudetto e salvezza[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scozia 1. Celtic 84 38 27 6 5 77 20 +57
2. Rangers 78 38 23 9 6 82 27 +55
3. Kilmarnock 67 38 19 10 9 50 31 +19
4. Aberdeen 67 38 20 7 11 57 44 +13
5. Hibernian 54 38 14 12 12 51 39 +12
6. Hearts 51 38 15 6 17 42 50 -8
7. St. Johnstone 52 38 15 7 16 38 48 -10
8. Motherwell 51 38 15 6 17 46 56 -10
9. Livingston 44 38 11 11 16 42 44 -2
10. Hamilton Academical 33 38 9 6 23 28 75 -47
Noatunloopsong.png 11. St. Mirren 32 38 8 8 22 34 66 -32
1downarrow red.svg 12. Dundee 21 38 5 6 27 31 78 -47

Legenda:
      Campione di Scozia 2018-19 e ammessa al primo turno di qualificazione della UEFA Champions League 2019-2020
      Ammesse al primo turno di qualificazione della UEFA Europa League 2019-2020
      Retrocessa dopo play-off della Scottish Premiership
      Retrocessa in Scottish Championship

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Risultati poule scudetto[modifica | modifica wikitesto]

  Abe Cel Hea Hib Kil Ran
Aberdeen –––– 0-3 2-1
Celtic –––– 2-1 1-0
Hearts –––– 0-1 1-3
Hibernian 1-2 0-0 1-1 ––––
Kilmarnock 0-1 1-0 –––– 2-1
Rangers 2-0 2-0 1-0 ––––

Risultati poule salvezza[modifica | modifica wikitesto]

  Dun Ham Liv Mot StJ StM
Dundee –––– 0-1 2-3
Hamilton Acad. –––– 3-3 1-1 2-0
Livingston 0-1 –––– 1-3
Motherwell 4-3 3-2 –––– 1-1
St. Johnstone 2-0 1-1 2-0 ––––
St. Mirren 2-0 1-1 ––––

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Dundee
23 maggio 2019, ore 20:45 CEST
Gara 5
Dundee Utd0 – 0
referto
St. MirrenTannadice Park
Arbitro:  B. Madden

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Paisley
26 maggio 2019, ore 16:00 CEST
Gara 6
St. Mirren1 – 1
(d.t.s.)
referto
Dundee UtdSt. Mirren Park
Arbitro:  J. Beaton

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
HeartsCelRanKilCelticCeltic
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Squadre

  • Maggior numero di vittorie: Celtic (27)
  • Minor numero di sconfitte: Celtic (5)
  • Miglior attacco: Rangers (82 gol fatti)
  • Miglior difesa: Celtic (20 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Celtic (+57)
  • Maggior numero di pareggi: Hibernian (12)
  • Minor numero di pareggi: Celtic, Dundee, Hamilton, Hearts, Motherwell (6)
  • Maggior numero di sconfitte: Dundee (27)
  • Minor numero di vittorie: Dundee (5)
  • Peggior attacco: Hamilton (28 gol fatti)
  • Peggior difesa: Dundee (78 gol subiti)
  • Peggior differenza reti: Dundee e Hamilton (-47)
  • Miglior serie positiva: Celtic (17 risultati utili consecutivi)
  • Peggior serie negativa: Dundee (10 sconfitte consecutive)

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
18 Colombia Alfredo Morelos Rangers
17 Inghilterra Sam Cosgrove Aberdeen
15 Francia Odsonne Édouard Celtic
15 Scozia David Turnbull Motherwell
14 Inghilterra James Tavernier Rangers
11 Scozia James Forrest Celtic
11 Canada Scott Arfield Rangers
11 Scozia Eamonn Brophy Kilmarnock
10 Scozia Steven Naismith Hearts
9 Scozia Greg Stewart Kilmarnock (8)
Aberdeen (1)
9 Inghilterra Scott Sinclair Celtic
9 Scozia Ryan Christie Celtic
8 Svizzera Florian Kamberi Hibernian
8 Inghilterra Jermain Defoe Rangers
8 Scozia Kenny Miller Dundee

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]