Spedino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spedino
frazione
Spedino – Veduta
Panorama di Spedino di Borgorose
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLazio Coat of Arms.svg Lazio
ProvinciaProvincia di Rieti-Stemma.png Rieti
ComuneBorgorose-Stemma.png Borgorose
Territorio
Coordinate42°10′13.77″N 13°15′44.18″E / 42.170492°N 13.262272°E42.170492; 13.262272 (Spedino)Coordinate: 42°10′13.77″N 13°15′44.18″E / 42.170492°N 13.262272°E42.170492; 13.262272 (Spedino)
Altitudine912 m s.l.m.
Abitanti82[1]
Altre informazioni
Cod. postale02021
Prefisso0746
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantispedinesi
Patronosant'Andrea
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Spedino
Spedino

Spedino è una frazione del comune di Borgorose nella provincia di Rieti.

Località compresa tra il Cicolano e la Marsica, è un borgo medievale situato a 912 m s.l.m. raggiungibile tramite l'Autostrada A24 Roma-Teramo e la A25 Roma-Pescara. Dista da Rieti circa 62 km dalla quale si può arrivare tramite la strada regionale 578 Salto Cicolana che la collega anche con Avezzano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'epoca borbonica, contava circa 160 abitanti ed era inserito giuridicamente nella provincia dell'Abruzzo Ulteriore Secondo (l'attuale provincia dell'Aquila), distretto di Cittaducale e Circondario di Borgocollefegato (l'attuale Borgorose).

Il terremoto di Avezzano (conosciuto anche come Terremoto della Marsica) avvenuto il 13 gennaio 1915 rase al suolo gran parte del paese ed obbligò la quasi totalità della popolazione a vivere per un lungo periodo di tempo dentro fatiscenti abitazioni fino alla costruzione, nel dopoguerra, di case popolari da parte dello stato.

Il paese testimonia il rimodellamento del popolamento dell'intera vallata che, per esigenza di altre terre da coltivare o da rendere da pascolo, arrivò ad abitare terreni oltre i 1000 metri.

Siti[modifica | modifica wikitesto]

Panorama di Spedino dopo la nevicata del 20 dicembre 2010

Di interesse storico è il castello di Spedino collocato nell'area a sud del paese denominata Latuschio (o anche Latuscolo). La sua edificazione risale all'XI secolo da parte del conte Ruggero del contado di Albe. Dalla sua morte sino all'abolizione del feudalesimo, decretata il 2 agosto 1806, il castello ebbe diversi detentori. Successivamente al terremoto di Avezzano la fortezza andò quasi completamente perduta.

Interessanti siti sono la chiesa di S.Paolo situata a sud di Spedino che presenta sepolture e rinvenimenti tipici di una necropoli, la chiesa di S.Andrea nei pressi dell'insediamento romano in località La Civita dei quali rimangono pochi ruderi e in prossimità del bivio che conduce al paese dalla statale si può inoltre trovare la chiesa di origine monastica di S.Liberatore, anticamente intitolata a S.Atanasio.

Feste Patronali[modifica | modifica wikitesto]

  • S.Andrea - 30 novembre
  • S.Atanasio - 2 maggio

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ circa

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]