Signs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Signs (disambigua).
Signs
Signs.jpg
Mel Gibson e Cherry Jones in una scena del film
Titolo originaleSigns
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2002
Durata106 min
Generefantascienza, thriller, drammatico, orrore
RegiaM. Night Shyamalan
SoggettoM. Night Shyamalan
SceneggiaturaM. Night Shyamalan
Casa di produzioneTouchstone Pictures, Blinding Edge Pictures, The Kennedy/Marshall Company
FotografiaTak Fujimoto
MontaggioBarbara Tulliver
Effetti specialiEric Brevig,Stefen Fangmeier
MusicheJames Newton Howard
ScenografiaLarry Fulton
CostumiAnn Roth
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Signs è un film fantascientifico del 2002 diretto da M. Night Shyamalan e interpretato da Mel Gibson e Joaquin Phoenix.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella contea di Bucks, Pennsylvania, a circa 50 miglia da Filadelfia, in una fattoria lontana dalla città, vive la famiglia Hess, composta dal padre vedovo Graham, dal fratello di quest'ultimo Merrill, e dai bambini figli di Graham, Morgan e Bo.

Il capo famiglia Graham è un pastore protestante, che ha però smarrito la fede in Dio, e ha quindi abbandonato il sacerdozio, dopo la tragica morte della moglie avvenuta in un terribile incidente stradale, avvenuto parecchi mesi prima dei fatti narrati.

Una mattina, svegliandosi di soprassalto a causa della urla dei bambini, e dall'abbaiare dei cani, Graham e Merril scoprono che durante la notte, nel loro campo di frumento, sono stati tracciati dei misteriosi e imponenti cerchi nel grano.

Chiamata la polizia, sia da parte dello sceriffo Pasky, sia da parte di Graham, si pensa subito ad uno scherzo di cattivo gusto operato da Layonel e dai fratelli Wolfinton, dei "bulli" che già da tempo perseguitano e prendono di mira la famiglia Hess, con vari scherzi e scherni.

Durante la notte, mentre Graham tenta di far addormentare Bo, vittima di un incubo, si accorge che c'è qualcuno sul tetto della casa, e svegliando Merril, si reca in giardino per tentare di sventare quello che sembrerebbe un tentativo di furto. Nonostante però un breve inseguimento, il presunto ladro, che inizialmente viene scambiato per Layonel, riesce a scappare, dileguandosi in fretta e furia nel campo di grano, dopo però essere riuscito a saltare su una tettoia alta più di 3 metri.

Arrivato di nuovo lo sceriffo Pasky, e mentre si sta cercando di costruire un identikit del possibile ladro, avendo già come principale sospettata una ragazza svedese che aveva già provocato dei furti in città, Bo richiama l'attenzione dei presenti circa uno strano programma televisivo, in onda a reti unificate, che parla della comparsa a macchia d'olio e ad una velocità impressionante di altri cerchi nel grano prima in India, e ben presto in altre zone del pianeta.

Secondo il presentatore, uno scienziato, tali cerchi comparvero già alla fine degli anni '70, rinnovando l' interesse per forme di vita extraterrestre, per poi scomparire misteriosamente alcuni anni dopo, non facendo più notizia, e data l'elevata velocità con cui compaiono in varie parti del mondo, è poco probabile. se non addirittura impossibile che siano opera dell'uomo, in ci sarebbe bisogno di una coordinazione tra milioni di persone a livello planetario.

La famiglia Hess e la polizia iniziano a sospettare sempre più che questi cerchi nel grano siano in realtà dei punti di riferimento sfruttabili da ipotetiche navicelle aliene, e inizia a crescere la tensione.

Un pomeriggio, nel tornare a casa, al termine di una giornata passata a fare shopping in città, seguendo un consiglio dello sceriffo, nel tentativo (poi rivelatosi vano) di non pensare a quanto sta accadendo nel mondo, una radio ricetrasmittente donata dalla polizia a Morgan, intercetta una strana conversazione tra presumibilmente due persone, in una lingua sconosciuta, e più la radio viene puntata verso il cielo, più chiara è la ricezione.

Morgan pensa quindi che la radio abbia intercettato una conversazione tra gli alieni, suscitando lo scetticismo di Graham.

Durante la notte, Graham insospettito da alcuni rumori provenienti dalla veranda, si avventura nel campo di grano, convinto di riuscire a beccare l'artefice di tali cerchi, in quanto egli pensa che sia tutta una montatura ad opera di alcuni spostati, spinti dallo spirito di emulazione, non trovando però nessuno.

Nel rientrare in casa, viene toccato però da qualcosa, è puntata la luce della torcia in quella direzione, avvista un piede di colore grigio.

Preso dal panico e rientrato in casa, Graham decide di accendere la televisione, e la famiglia Hess guarda un telegiornale dove viene documentata la comparsa di numerosi UFO sopra i cieli di Città del Messico, e successivamente di tutte le grandi città del pianeta.

Si inizia ad ipotizzare che gli UFO appaiono tutti a circa 20 Km dai luoghi dove sono presenti i cerchi, che servono quindi a questo punto come punti di riferimento, per le astronavi.

A un primo atteggiamento ancora scettico di Graham, segue l'evidenza dei fatti quando egli stesso è protagonista di un incontro ravvicinato del terzo tipo con una creatura aliena tenuta segregata in uno stanzino all'interno della casa di proprietà di Ray Reddy, il veterinario del paese, e l'uomo che involontariamente a causa di un colpo di sonno, aveva provocato l'incidente mortale in cui perse la vita la moglie del religioso. Ray si trova dentro la macchina in un evidente stato di shock.

Raggiunto da Graham, egli chiede perdono per ciò che fece a sua moglie, distrutto dal rimorso e dai sensi di colpa per quello che accadde senza darsi pace.

Prima di partire, accenna ad Hess come ultima cosa che la sua destinazione è un posto vicino al lago. Infatti stando a quanto riportato in televisione, tutti i cerchi nel grano sono molto distanti dall'acqua, sostenendo che loro sembrano esserne infastiditi. Ray rivela infine ad Hess di avere avuto una colluttazione con una delle creature che era entrata in casa sua e di essere riuscito a rinchiuderla nel ripostiglio barricandola dentro.

Questo incontro avviene tuttavia a distanza di sicurezza, in quanto Graham non aprirà mai la porta dello stanzino che lo separa dall'alieno, ma ne evincerà fattezze e intenzioni attraverso un'immagine riflessa in un coltello, che Hess fa scorrere sotto la porta. L'alieno, pronto ad attaccarlo, si scaglia verso il coltello e ha ovviamente la peggio, perdendo alcune dita della mano nel momento in cui questo veniva immediatamente retratto.

Tornato a casa Graham e la sua famiglia studiano il da farsi e decidono di barricarsi in casa, viste anche le scene di panico e le notizie diramate dalla televisione, tra cui un filmato di una creatura aliena ripresa in Brasile durante una festa di compleanno.

Graham domanda a Morgan, che nel frattempo sta leggendo un libro sugli alieni, come procederebbe una possibile invasione se gli alieni fossero ostili.

Il figlio risponde che se essi venissero per appropriarsi delle risorse del pianeta sceglierebbero di effettuare un'invasione lottando con gli umani in una battaglia corpo a corpo senza usare nessuna arma tecnologica, consapevoli che se la guerra con i terrestri degenerasse con l'uso delle armi nucleari la Terra verrebbe seriamente danneggiata, divenendo quindi inutile al loro scopo.

Secondo Morgan il libro spiega che la fine può avvenire solo in due modi: gli umani vincono, e in questo caso gli alieni fuggono sul loro pianeta, per poi tornare secoli dopo, con un'invasione ancora più ampia; oppure le creature vincono e l'umanità intera viene distrutta.

Graham rivela infine alla famiglia impaurita di avere visto un alieno in casa di Ray, informando i famigliari della possibilità che forse gli alieni non tollerano l'acqua.

Mettendo infine ai voti se andare o meno al lago, la famiglia di Hess crede sia più sicuro restare in casa.

Graham, insieme al fratello Merrill, un ex giocatore semi-professionista di baseball famoso per la potenza dei suoi tiri e detentore di numerosi record, provvede a blindare la casa attraverso l'apposizione di legni e chiodi alle finestre, in quanto si pensa che gli alieni non siano capaci di sfondare le porte.

Quando sopraggiunge la sera, però, si accorgono che l'invasione ha avuto inizio, tramite sempre la radio ricetrasmittente che capta una conversazione tra gli alieni, e vengono uditi i primi segni della presenza di essi: il cane della famiglia, dimenticato in giardino, dapprima abbaia e ringhia, per poi iniziare a guaire fino a rimanere in silenzio.

Inizia poi il rumore di passi nella soffitta che, sbadatamente, non era stata rinforzata con le assi per impedirne l'apertura.

I protagonisti si rifugiano in cantina, dove durante la notte Morgan, viene colpito da un violento attacco d'asma, che Graham riesce a fargli passare, ammonendo però che il prossimo potrebbe essergli fatale se non fronteggiato con l'ausilio del medicinale, che era stato dimenticato in cucina.

La mattina seguente, Graham, insieme al fratello, accende una vecchia radio e, captando una trasmissione radiofonica, odono che gli invasori alieni sono stati subito sconfitti e i pochi sopravvissuti hanno abbandonato la Terra, e decidono quindi di avventurarsi nella casa alla ricerca del medicinale anti asmatico.

Nella breve euforia generale accade però nuovamente l'inaspettato: Morgan, nuovamente in crisi asmatica, viene preso in braccio da una creatura aliena, identificata da Graham come quella precedentemente chiusa nello stanzino di Ray Reddy, a causa della mancanza di alcune dita in una mano. A questo punto Graham, ricordando alcune parole pronunciate da sue moglie qualche istante prima di morire, rivelate profetiche, invita suo fratello Merrill a "colpire forte", e quest'ultimo impugna una mazza da baseball appesa al muro e colpisce l'alieno, che un attimo prima aveva spruzzato un gas velenoso in faccia al bambino. Con un primo colpo lo costringe a lasciare il bambino, mentre con i successivi urta accidentalmente uno dei bicchieri colmi d'acqua posti nelle varie mensole e ripiani della casa, a causa di una fissazione della figlia Bo, e l'acqua in esso contenuta schizza sull'alieno, ferendolo e mettendo a nudo il suo punto debole.

Si scopre quindi che gli alieni erano in realtà "armati" solamente di un gas velenoso che secernano in piccole quantità, e sono stati tranquillamente sconfitti dagli esseri umani anche con l'impiego di soli mezzi rudimentali, essendo "allergici" all'acqua e fondamentalmente disarmati.

Dopo che l'ultimo alieno della sua specie rimasto sulla Terra è stato ucciso, l'attenzione si concentra sul bambino, di cui ancora non si conoscono le sorti dopo le esalazioni tossiche dell'alieno, ma fortunatamente - a seguito del precedente attacco d'asma - il bambino non era in condizione di respirare quel veleno, salvandosi.

Nella scena finale ambientata mesi dopo i fatti narrati, si vede Graham intento a sistemarsi la toga pastorale davanti ad uno specchio, a dimostrazione della recuperata fede e, pertanto, riprende ad esercitare il proprio ministero.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Signs fu girato nel 2001.[1] La location principale del film è indicata essere "Bucks County, PA" nella pellicola. Tutte le scene furono effettivamente girate in loco nella Contea di Bucks, in Pennsylvania. Le scene nella casa e nel campo di grano furono girate all'interno del campus della Delaware Valley University, dove fu messo a disposizione della produzione un campo di 16 ettari. Le sequenze nella libreria e nella pizzeria furono girate a Newtown, Pennsylvania. La scena in farmacia fu girata a Morrisville, Pennsylvania.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito nelle sale negli Stati Uniti d'America il 2 agosto 2002, mentre nelle sale italiane il 17 ottobre 2002.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il regista M. Night Shyamalan appare nel film nel ruolo di Ray Reddy, l'uomo che aveva causato l'incidente in cui morì la moglie di Graham Hess.
  • Il film Scary Movie 3 - Una risata vi seppellirà è in parte una parodia del film.
  • La parte di Merrill Hess fu inizialmente data all'attore Mark Ruffalo, che però vi dovette rinunciare poiché gli fu diagnosticato un tumore al cervello.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Andy Elijah, Signs was the re-assuring escapism we needed after 9/11, su cinedelphia.com, 17 luglio 2018. URL consultato il 5 agosto 2018.
  2. ^ (EN) Bucks County, Pennsylvania, Film Office, su www.visitbuckscounty.com. URL consultato il 23 settembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema