The Visit (film 2015)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
The Visit
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2015
Durata94 min
Generethriller, orrore
RegiaM. Night Shyamalan
SoggettoM. Night Shyamalan
SceneggiaturaM. Night Shyamalan
ProduttoreMarc Bienstock, Jason Blum, M. Night Shyamalan
Produttore esecutivoSteven Schneider
Casa di produzioneBlinding Edge Pictures, Blumhouse Productions
Distribuzione in italianoUniversal Pictures
FotografiaMaryse Alberti
MontaggioLuke Franco Ciarrocchi
Effetti specialiDane Wilson
ScenografiaNaaman Marshall
CostumiAmy Westcott
TruccoPamela Peitzman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Visit è un film horror del 2015, scritto e diretto da M. Night Shyamalan e girato in stile falso documentario.

Sebbene non parli con i genitori da oltre quindici anni, Loretta, madre separata di Rebecca "Becca" (15 anni), e Tyler (13 anni), germofobico e con un disturbo ossessivo-compulsivo, data l’insistenza dei due nonni che, ormai anziani, vogliono conoscere i nipotini che non hanno mai visto, manda i figli a far loro visita per una settimana mentre lei e il nuovo fidanzato vanno in crociera. Per l'occasione Becca, aspirante regista, decide di filmare con la sua videocamera tutto ciò che succederà.

Appena arrivati a casa dei nonni, una vecchia fattoria in Pennsylvania, i due ragazzini instaurano subito un buon rapporto sia con la nonna Marja Bella, che sforna ogni giorno piatti prelibati, che col nonno Frederick Spencer, detto Pop, che per lo più si occupa degli animali e ama il bricolage; inoltre, i nonni, fanno volontariato presso il vicino ospedale, assistendo, due volte a settimana, persone malate o con problemi mentali. Come in tutte le famiglie, anche nella loro vigono alcune regole da rispettare, una, però, è alquanto strana: è assolutamente vietato uscire dalla propria camera da letto dopo le ventuno e trenta.

Le cose si fanno strane quando Becca, una notte, infrange la regola e, uscita dalla propria stanza, vede la nonna vomitare e poi mettersi a camminare in vestaglia al piano inferiore; spaventata, chiede spiegazioni al nonno, il quale le confida che la donna soffre di Sindrome del tramonto (una forma di Alzheimer che causa confusione e irrequietezza, fino al delirio e alla demenza, proprio con l'arrivo della notte). Inoltre, poi, Tyler scopre che nel capanno degli attrezzi il nonno tiene una montagna di pannoloni sporchi; interdetto, parla con la nonna, la quale gli confida che il marito è incontinente e, vergognandosene, nasconde i pannoloni per poi bruciarli nei campi. I ragazzini credono alle spiegazioni dei nonni e non danno tanto peso alla cosa, anche perché la madre, durante una chiamata via Skype, li ha rincuorati confidando loro che i suoi genitori sono sempre stati eccentrici.

Tuttavia, giovedì sera, dopo aver parlato col Dr. Sam e Stacey, una ex paziente dell'ospedale presso il quale la coppia fa volontariato, che dicono di non vedere i due anziani da tempo, e aver notato un peggioramento negli strani comportamenti soprattutto della nonna (es.: ride guardando il muro), i due fratelli decidono di nascondere una videocamera per vedere cosa succede di notte; è così che vedono la nonna correre per il salotto, sbattere le porte e brandire un coltello da cucina per poi tentare di aprire la porta della loro stanza che, fortunatamente, loro hanno sempre chiuso a chiave. Spaventati, i ragazzini chiamano di nascosto la madre via Skype pregandola di andare subito a prenderli, così lei, preoccupata, chiede di vedere i genitori e così Loretta rivela ai figli che quelli con cui hanno convissuto finora non sono i loro nonni, ma degli sconosciuti. Terrorizzata, Loretta dice ai figli di scappare mentre lei, dopo aver avvertito la polizia, si mette in viaggio per andarli a prendere.

Purtroppo, qualsiasi tentativo di Becca e Tyler di lasciare la casa si rivela vano a causa dei due anziani che li tengono sotto controllo con la scusa di un gioco da tavola (Yahtzee). Ad un certo punto, però, Rebecca, col pretesto di mettere in carica la batteria della sua videocamera, riesce ad allontanarsi e, scesa in cantina, trova i cadaveri dei suoi veri nonni in un bidone venendo però scoperta. È così che, mentre Becca, rinchiusa in una stanza con la finta nonna, è costretta, per salvarsi la vita, a uccidere l’anziana tagliandole la gola con una scheggia di vetro, Tyler, in seguito a una colluttazione col finto nonno, lo uccide colpendolo ripetutamente con lo sportello del frigorifero. Riunitisi, i due fratelli, escono di casa, sotto la pioggia, e vengono soccorsi dalla polizia e dalla madre.

Si scopre così che i falsi nonni, Claire e Mitchell, erano due pazienti dell'ospedale psichiatrico presso cui i nonni veri facevano volontariato, che erano scappati e li avevano uccisi per prenderne il posto allo scopo di conoscere i due nipoti, dal momento che ne sentivano spesso parlare. Anni prima, infatti, la donna aveva gettato i suoi due figli in un pozzo, poiché convinta che fosse un portale per Sinmorfitellia, un luogo dove gli alieni si prendevano cura degli umani e volevano far fare ai figli di Loretta la stessa fine.

Distribuzione

[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film viene diffuso il 23 aprile 2015.[1] La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dall'11 settembre 2015.[1] In Italia è stato distribuito il 26 novembre 2015.[2]

In Italia il film viene vietato ai minori di 14 anni.[3] Negli Stati Uniti ottiene il Rating PG-13 (vietato ai minori di 13 anni non accompagnati) per «contenuti disturbanti, tra cui violenza, nudità e linguaggio scurrile».[4]

Riconoscimenti

[modifica | modifica wikitesto]
  1. ^ a b (EN) Explore M. Night Shyamalan's Latest with The Visit Trailer, su ComingSoon.net. URL consultato il 19 gennaio 2016.
  2. ^ Film uscita 26 Novembre 2015, su mymovies.it. URL consultato il 19 gennaio 2016.
  3. ^ The Visit, su Cinematografo, Fondazione Ente dello Spettacolo.
  4. ^ (EN) The Visit [2015] [PG-13] - 4.6.5, su kids-in-mind.com. URL consultato il 2 febbraio 2016.

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema