Scott Staniforth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scott Staniforth
Dati biografici
Paese Australia Australia
Altezza 188 cm
Peso 103 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Utility back
Ritirato 2010
Carriera
Anni Squadre G M Tr CP D
Giocatore di club
1997-2004 Waratahs 61 23 0 0 0
2004-2005 London Irish 26 10 0 0 0
2006-2009 Western Force 39 15 0 0 0
2009 600px Azzurro e Blu con striscia celeste.svg Yokogawa
2010 Western Force 6 2 0 0 0
Giocatore internazionale
1997-2007 Australia Australia 12 7 0 0 0
Le statistiche di club sono relative ai soli campionati di Lega
Palmarès internazionale
Vincitore RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 1999
Statistiche aggiornate al 4 dicembre 2010

Scott Nicholas Gelling Staniforth (West Wyalong, 12 dicembre 1977) è un ex rugbista a 15 australiano, al momento del ritiro utility back del Western Force; campione del mondo 1999, ha preso parte a due edizioni della massima rassegna internazionale di rugby, e fa parte del ristretto gruppo di giocatori che hanno totalizzato almeno 100 presenze nel Super 14. Ha terminato la sua carriera a 31 anni su indicazione dei medici dopo un infortunio al collo occorsogli nel maggio 2010.


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a West Wyalong nel Nuovo Galles del Sud, frequentò le scuole superiori a Bathurst; esordì da professionista nel Super 12 1997 nelle file dei Waratahs, di Sydney. All'epoca aveva già militato nelle selezioni giovanili australiane (Under-17, 19 e 21).

Esordì negli Wallabies in occasione della Coppa del Mondo di rugby 1999, un incontro con gli Stati Uniti a Limerick, poi non fu più selezionato fino al 2002, quando scese in campo a Dublino e a Genova in due test match contro rispettivamente Irlanda e Italia.

Nel 2004 terminò il suo ingaggio con gli Waratahs e si trasferì in Europa, nella squadra inglese dei London Irish in Premiership, ma l'ingaggio durò poco più di una stagione: nel novembre 2005, infatti, Staniforth chiese al club inglese di essere lasciato libero, per gravi motivi familiari, di tornare in Australia[1]; una volta tornato in patria trovò ingaggio presso il Western Force, esordiente nel rinnovato Super Rugby 2006 a 14 squadre.

Ancora nel 2006 tornò in Nazionale, dopo 4 anni di assenza: fu nel Tri Nations a Johannesburg contro gli Springbok e, successivamente, nei test di fine anno, a Dublino ed Edimburgo contro Irlanda e Scozia.

Nel giugno 2007, a quasi 8 anni dal suo esordio internazionale, disputò il suo primo incontro sul suolo australiano per gli Wallabies: fu a Perth, città sede dei Western Force, contro la Nazionale di Figi; fu quindi selezionato per la Coppa del Mondo di rugby 2007 in Francia. In tale torneo, dopo l'esordio contro il Galles, si infortunò a Montpellier contro Figi e dovette rinunciare al resto della competizione; sebbene, infatti, la diagnosi fosse stata favorevole[2], l'Australia fu eliminata ai quarti di finale dall'Inghilterra, e Staniforth non ebbe modo di scendere più in campo; quello contro Figi rimane a tutto il 2010 il suo incontro internazionale più recente.

Alla fine della stagione 2009, dopo esattamente 100 incontri in Super Rugby, il contratto di Staniforth con i Western Force giunse al termine; il giocatore trovò quindi un accordo economico con il club professionistico giapponese degli Yokogawa Musashino Atlastars. Tuttavia, già a febbraio 2010, si ripresentò la necessità per il Western Force di reintegrare la rosa, falcidiata da infortuni nelle prime giornate del Super 14; a negare al club australiano la possibilità di reintegrare Staniforth vi era il veto della Australian Rugby Union, che proibisce il passaggio in corso di stagione di tesserati tra i due Paesi[3]; tuttavia, pochi giorni dopo, con la dismissione degli Atlastars, Staniforth si liberò dal contratto e fu in grado di tornare a Perth[4].

A novembre 2010, a causa di un infortunio al collo occorsogli durante un allenamento con i Western Force sei mesi prima, Staniforth ha deciso di ritirarsi su consiglio medico: Staniforth presenta infatti tre dischi vertebrali schiacciati e il proseguimento dell'attività è stato giudicato altamente rischioso dai sanitari[5].

Staniforth vanta anche due convocazioni a invito nei Barbarians, nel 2003, per altrettanti incontri con Scozia e Galles[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Scott Staniforth leaves London Irish, in BBC, 28 novembre 2005. URL consultato il 5 agosto 2010.
  2. ^ (EN) Paul Reid, Staniforth cleared of serious injury, in Rugby World Cup 2007, 24 settembre 2007. URL consultato il 5 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 28 ottobre 2008).
  3. ^ (EN) Wayne Smith, Western Force in bind as Scott Staniforth return blocked, in The Australian, 18 febbraio 2010. URL consultato il 5 agosto 2010.
  4. ^ (EN) Justin Chadwick, Scott Staniforth eager to extend Force stay [collegamento interrotto], in Perth Now, 26 febbraio 2010. URL consultato il 5 agosto 2010.
  5. ^ (EN) Neck injury forces Staniforth to retire [collegamento interrotto], in iPrime - Orange, 3 novembre 2010. URL consultato il 4 dicembre 2010.
  6. ^ (EN) Barbarians end tour beating Wales, in Breaking News, 31 maggio 2003. URL consultato il 6 agosto 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]