Al Baxter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Al Baxter
Al Baxter cropped.jpg
Baxter con la maglia dei Waratahs
Dati biografici
Paese Australia Australia
Altezza 190 cm
Peso 116 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Pilone
Ritirato 2011
Palmarès internazionale
Finalista RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2003
Anni Squadre G M Tr CP D
Giocatore di club
2000-11 Waratahs 103 1 0 0 0
Giocatore internazionale
2003-09 Australia Australia 69 1 0 0 0
Le statistiche di club sono relative ai soli campionati di Lega
Statistiche aggiornate al 12 gennaio 2012

Alastair Kenneth Ewan "Al" Baxter (Canberra, 21 gennaio 1977) è un ex rugbista a 15 e architetto australiano, per 11 stagioni pilone dei Waratahs.


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Militante a livello di campionato provinciale australiano con la selezione del Northern Suburbs (Sydney), rappresentò nel campionato nazionale e nel Super 14 i Waratahs: l'esordio nella competizione del SANZAR avvenne nel 2000 contro i Bulls.

Esordì in Nazionale australiana ad Auckland contro la Nuova Zelanda nell'ultimo incontro del Tri Nations 2003; il suo secondo incontro fu contro l'Argentina durante la Coppa del Mondo di rugby 2003; titolare per tutta la manifestazione, disputò anche la finale, persa contro l'Inghilterra.

Dall'edizione del 2003 prese parte a tutte le edizioni del Tri Nations fino al 2009; fu convocato per la Coppa del Mondo di rugby 2007 in Francia, nel corso della quale raggiunse la sua cinquantesima presenza internazionale contro il Canada. Al termine della stagione di Super Rugby 2011 Baxter annunciò il suo ritiro[1], pur dichiarandosi disponibile a essere eventualmente convocato per la Coppa del Mondo di rugby 2011, cosa che comunque non avvenne; fino al 2009, anno dei suoi più recenti impegni internazionali, disputò 69 incontri per gli Wallabies.

Dal 2001 è architetto, laureato all'Università di Sydney.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Al Baxter to retire at end of year, in The Sydney Morning Herald, 8 giugno 2011. URL consultato il 13 gennaio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]