Joe Roff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Joe Roff
Dati biografici
Paese Australia Australia
Altezza 191 cm
Peso 101 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Utility back
Ritirato 2007
Carriera
Attività di club¹
1996-2004 Brumbies 86 (590)
2000-2001 Biarritz 16 (120)
2005-2006 Kubota Spears
Attività da giocatore internazionale
1995-2004 Australia Australia 86 (244)
Palmarès internazionale
Vincitore RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 1999
Finalista RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2003

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 22 settembre 2010

Joseph Ward Cosmos "Joe" Roff (Melbourne, 20 settembre 1975) è un ex rugbista a 15 australiano, utility back dei Brumbies fin dal loro esordio nel Super 12; campione del mondo nel 1999, vanta anche due titoli del Super 12 nel 2001 e nel 2004, e ha disputato due Varsity Match consecutivi con la maglia dell'Università di Oxford.


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Compiuti gli studi superiori al Marist College di Canberra, dove iniziò la pratica rugbistica, divenendo anche capitano della squadra locale[1]; nel 1996 fece parte della formazione dei Brumbies che inaugurò il Super 12[2].

Militante, a livello di club, nel Tuggeranong Vikings, squadra del territorio della capitale australiana, esordì ancora dilettante negli Wallabies: fu nel corso della Coppa del Mondo di rugby 1995 in Sudafrica che Roff disputò la prima delle sue 86 partite internazionali; l'esordio, con meta, gli valse anche il titolo statistico di marcatore più giovane della competizione, battuto solo nella Coppa del Mondo di rugby 2011 dal gallese George North[3]. Nel 1999 si laureò campione del mondo nel corso della Coppa che si tenne in Galles.

Nell'interstagione 2000-01 Roff ebbe una breve esperienza nel campionato francese nelle file del Biarritz[4], lì chiamato dalla coppia di tecnici Lagisquet-Rodriguez. Di nuovo in Australia, con i Brumbies si aggiudicò il Super 12 2001, il primo a essere vinto da una franchise non neozelandese[5]: la finale vide proprio Roff, autore di due mete ai sudafricani Sharks, tra i protagonisti dell'incontro[5]. Nel 2003 fu, ancora, in squadra nella sua terza Coppa del Mondo consecutiva, che l'Australia disputava in casa e nella quale giunse fino alla finale, poi persa contro l'Inghilterra; le ultime esperienze internazionali e nel Super 12 furono nel 2004, quando Roff vinse il suo secondo titolo con i Brumbies e disputò il suo ottantaseiesimo incontro con gli Wallabies, contro i Pacific Islanders ad Adelaide.

Terminata la carriera in Australia, si trasferì in Giappone ai Kubota Spears in Top League nel 2005[6] e, nel 2006, decise di smettere con il rugby professionistico per un post-dottorato in economia, scienze politiche e filosofia all'Università di Oxford, nel Regno Unito[7]. Entrò quindi a far parte della squadra di rugby dell'Università e, nel 2007, fu chiamato a rappresentare Oxford nel consueto match di fine anno a Twickenham contro Cambridge, il Varsity Match[6].

Il 2007 fu anche l'anno in cui la Fondazione Australia Day conferì a Roff l'onorificenza di "Giovane australiano di maggior successo dell'anno nel Regno Unito"[8]; nel periodo inglese fu convocato anche dai Barbarians in diverse occasioni, l'ultima delle quali nel giugno 2007 come capitano nell'incontro celebrativo del centenario della squadra di rugby della British Army, l'esercito britannico[9].

Dell'agosto 2010, infine, è la notizia dell'ammissione di Roff nella ACT Brumbies Hall of Fame, galleria di figure celebri del club di Canberra[10].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Lee Gaskin, Roff doubts worth [collegamento interrotto], in Canberra Times, 28 agosto 2010. URL consultato il 23 settembre 2010.
  2. ^ (EN) Brumbies Order of Debut (1996-2006), su brumbies.com.au. URL consultato il 24 settembre 2010.
  3. ^ (EN) Teenage kicks for North as Wales winger becomes youngest World Cup try scorer, in Daily Mail, 26 settembre 2011. URL consultato il 24 luglio 2013.
  4. ^ (EN) Brendan Gallagher, Roff "on holiday" at Biarritz, in Daily Telegraph, 16 maggio 2002. URL consultato il 29 settembre 2010.
  5. ^ a b (EN) Brumbies secure Super 12 crown, in BBC, 26 maggio 2001. URL consultato il 17 luglio 2010.
  6. ^ a b (EN) Christopher Lyles, Oxford Blue Joe Roff hoping to go out on a high, in Daily Telegraph, 6 dicembre 2007. URL consultato il 29 settembre 2010.
  7. ^ (EN) Joe Roff: Australian international turns Oxonian, in BBC, 3 ottobre 2006. URL consultato il 29 settembre 2010.
  8. ^ (EN) 2007 Young Australian Achiever of the Year in the UK : Joe Roff [collegamento interrotto], su australiaday.co.uk. URL consultato il 29 settembre 2007.
  9. ^ (EN) Army takes on the Barbarians, in Evening Standard, 3 aprile 2007.
  10. ^ (EN) Lee Gaskin, Roff doubts worth [collegamento interrotto], in Canberra Times, 28 agosto 2010. URL consultato il 29 settembre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]