Chris Latham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chris Latham
Dati biografici
Paese Australia Australia
Altezza 193 cm
Peso 102 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Estremo
Squadra Flag of None.svg Senza club
Palmarès internazionale
Vincitore RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 1999
Finalista RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2003
Anni Squadre G M Tr CP D
Giocatore di club
1997 Waratahs 10 0 0 0 0
1998-2008 Reds 99 41 0 1 1
2008-2010 Worcester 35 4 0 0 0
Giocatore internazionale
1998-2007 Australia Australia 78 40 0 0 0
Le statistiche di club sono relative ai soli campionati di Lega
Statistiche aggiornate al 27 luglio 2010

Christopher Eric Latham (Narrabri, 8 settembre 1975) è un rugbista a 15 australiano, estremo che, al 2010, è il secondo miglior realizzatore di mete della storia degli Wallabies, avendone messe a segno 40. Campione del mondo 1999, al termine della stagione 2009-10 non è ancora noto il suo futuro, non avendo egli ancora deciso se proseguire la sua carriera da giocatore.


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nativo del Nuovo Galles del Sud, Latham iniziò la carriera nel Randwick e rappresentò la sua federazione nel campionato provinciale e i Waratahs nel Super 12 1997, anno del suo esordio: furono 11 le presenze totali, 10 delle quali nel campionato professionistico.

Già nel 1998 fu ingaggiato dai Queensland Reds, franchise di Brisbane, e nello stesso anno debuttò anche negli Wallabies, in un test match contro la Francia al Parco dei Principi di Parigi; un anno più tardi, con solo cinque test match alle spalle, debuttò nella Coppa del Mondo di rugby 1999, in cui disputò un solo incontro, e nella quale l'Australia si laureò campione del mondo.

Nel 2000 fu premiato per la prima volta come miglior giocatore del Super 12[1], riconoscimento che poi si conquistò per tre stagioni consecutive dal 2003 al 2005[1].

Fu presente anche alla Coppa del Mondo di rugby 2003 che l'Australia disputò in casa, e nella quale giunse fino alla finale, poi persa contro l'Inghilterra, e nel 2000 e 2004 fu invitato dai Barbarians[2] in due incontri con Sudafrica e Nuova Zelanda.

Alla fine del 2006 incorse in un infortunio ai legamenti del ginocchio[3] che lo tenne fuori per gran parte dell'anno successivo; ciononostante fu nuovamente disponibile per la Coppa del Mondo di rugby 2007 in Francia nel corso della quale disputò i suoi ultimi incontri internazionali: sceso in campo in tutti i cinque match in cui l'Australia fu impegnata, chiuse la sua carriera internazionale a Marsiglia nei quarti di finale, allorquando gli Wallabies furono eliminati dalla Coppa del Mondo a opera dell'Inghilterra. Complessivamente, in Nazionale disputò 78 incontri con 40 mete: al giugno 2010 solo David Campese ne ha realizzate di più, 64.

Il 2008 fu l'ultima stagione con i Reds, con i quali giunse a 99 incontri in Super Rugby e 119 assoluti considerando anche le presenze nel campionato provinciale; a fine stagione firmò un impegno biennale con la squadra inglese del Worcester[1]; nel maggio 2010 Latham decise di tornare in Australia per seguire la propria famiglia[1], anche se non si è tuttora espresso sul suo futuro, avendo ricevuto anche un'offerta da un club giapponese per disputarvi una stagione[1].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Brian Dick, Chris Latham: Why I'm leaving Worcester Warriors, in The Sunday Mercury, 10 gennaio 2010. URL consultato il 27 luglio 2010.
  2. ^ (EN) Barbarians 19-47 New Zealand, in BBC, 4 dicembre 2004. URL consultato il 27 luglio 2010.
  3. ^ (EN) Wayne Smith, Latham vows to be back [collegamento interrotto], in Fox Sports, 7 aprile 2008. URL consultato il 27 luglio 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]