Savoia-Marchetti S.57

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Savoia-Marchetti S.57
Savoia Marchetti S-57 profilo.jpg
Savoia Marchetti S-57 di profilo
Descrizione
Tipoidrovolante da ricognizione
idroaddestratore
Equipaggio1-2
ProgettistaAlessandro Marchetti
CostruttoreItalia Savoia-Marchetti
Data primo volo1924
Data entrata in servizio1928
Esemplari18
Altre variantiS.57bis
Dimensioni e pesi
Apertura alare11,25 m
Larghezza8,00 m
Altezza2,55 m
Peso carico1 605 kg
Propulsione
Motoreun Isotta Fraschini V.6
Potenza250 CV (187 kW)
Prestazioni
Velocità max215 km/h
Autonomia756 km
Notedati relativi alla versione S.57 con motore Isotta Fraschini

i dati sono ricavati da Museo de la Aviacion Naval Argentina: 1928 - Savoia Marchetti S-57": [1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia
Savoia-Marchetti S.57 a terra

Il Savoia-Marchetti S.57 era un idrovolante monomotore da ricognizione ed addestramento biplano prodotto dall'azienda italiana Savoia-Marchetti negli anni venti.

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Costruito in legno con una carena singola, aveva una cabina di guida aperta a prua con due posti in tandem, uno per il pilota e l'altro per l'osservatore/mitragliere.

Il S.57 era alimentato da un Isotta Fraschini V.6 da 186 kW (249 CV), un motore aeronautico a 6 cilindri in linea raffreddato ad aria.

L'osservatore, era posto anteriormente al pilota ed utilizzava una mitragliatrice calibro 7,7 millimetri montata su un anello Scarff che la faceva brandeggiare.

Ne vennero costruiti nel 1925, diciotto velivoli per la Regia Aeronautica, che li utilizzò come aerei da addestramento.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

S.57bis
con un motore Hispano-Suiza tipo 42 da 224 kW (300 CV); questa versione in dieci esemplari venne utilizzata dalla aeronautica militare argentina negli anni 1927-1935. L'armamento era potenziato con due mitragliatrici da 7,65 mm e quattro bombe da 12 kg ciascuna.[2]

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Militari[modifica | modifica wikitesto]

Argentina Argentina
Italia Italia

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]