Savoia-Marchetti S.72

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Savoia-Marchetti S.72
Savoia-Marchetti S.72 prototipo MM.219.jpg
Savoia-Marchetti S.72 prototipo MM.219
Descrizione
Tipobombardiere
ProgettistaAlessandro Marchetti
CostruttoreItalia Savoia-Marchetti
Data primo volo1932
Utilizzatore principaleRepubblica di Cina Chung-Hua Min-Kuo K'ung-Chün
Esemplari7
Sviluppato dalSavoia-Marchetti S.71
Dimensioni e pesi
Lunghezza19,95 m
Apertura alare29,68 m
Altezza5,5 m
Superficie alare118,5
Peso a vuoto6 800 kg
Peso carico12 800 kg
Propulsione
Motore3 Alfa Romeo-Bristol Pegasus
radiale 9 cilindri raffreddato ad aria
Potenza550 hp (410 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max295 km/h (159 kt)
Autonomia2 000 km (1 080 nmi)
Tangenza8 000 m (26 245 ft)
Armamento
Mitragliatricifino a 6 calibro 7,7 mm
Cannoniuno da 20 mm
Bombe1 000 kg
Record e primati
12 maggio 1933: primato mondiale di altezza con carico di 2 000 kg (8 438 m)
15 giugno 1933: primato mondiale di altezza con carico di 5 000 kg (6 272 m)

dati estratti da
The Illustrated Encyclopedia of Aircraft (Part Work 1982-1985)[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Savoia-Marchetti S.72 fu un aereo militare trimotore, monoplano ad ala alta, sviluppato dall'azienda aeronautica italiana Savoia-Marchetti nei primi anni trenta.

Derivato dal precedente Savoia-Marchetti S.71, del quale era una variante irrobustita, originariamente progettato come bombardiere pesante non riuscì ad ottenere commissioni per ricoprire quel ruolo, trovò invece impiego come aereo da trasporto militare VIP nell'unico esemplare utilizzato dal governo italiano. Venne inoltre acquistato dalla Repubblica di Cina che lo utilizzò durante la Seconda guerra sino-giapponese.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Repubblica di Cina Repubblica di Cina
Italia Italia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Orbis 1985, p. 2894.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The Illustrated Encyclopedia of Aircraft (Part Work 1982-1985), Orbis Publishing, 1985.
  • Giorgio Bignozzi, Roberto Gentilli, Aeroplani S.I.A.I. - 1915-1935, Impruneta, Firenze, Ed.A.I. Edizioni Aeronautiche Italiane Srl, 1982.
  • (EN) Michael J. H. Taylor, Jane's encyclopedia of aviation, 2nd Edition, Londra, Studio Editions, 1989, ISBN 0-517-10316-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]