Santuario di Santa Maria di Capo Colonna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santuario di Santa Maria
di Capo Colonna
Santuario della Madonna di Capo Colonna.jpg
Stato Italia Italia
Regione Calabria Calabria
Località Crotone-Stemma.png Crotone
Religione Cattolica
Titolare Maria
Diocesi Crotone-Santa Severina
Sito web Sito ufficiale

Il santuario di Santa Maria di Capo Colonna è un santuario che si trova vicino all'area archeologica di Capo Colonna, sul promontorio Lacinio, a Crotone. La chiesa ospitava in origine un'icona particolarmente venerata.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio è ubicato nei pressi al tempio dedicato a Hera Lacinia, del quale oggi rimane un'unica colonna dorica. La struttura attuale fu eretta dai monaci basiliani di Salice Salentino probabilmente fra l'XI e il XIII secolo e certamente prima del Cinquecento, quando la chiesa e l'icona furono descritte nel Libro dei miracoli, un manoscritto che racconta di un tentativo ottomano di distruggere o trafugare il quadro che sarebbe avvenuto nel 1519.

La chiesa fu sottoposta a numerosi rimaneggiamenti nel corso dei secoli. Nel Settecento fu trasformata in romitorio e nel 1897 assunse l'aspetto attuale per l'ampliamento progettato dal marchese Anselmo Berlingeri.

L'icona[modifica | modifica wikitesto]

L'icona, probabilmente bizantina, risale al X o all'XI secolo. Il dipinto, che si rifà all'iconografia di San Luca, sarebbe stato donato al santuario, secondo la tradizione, da San Dionigi l'Areopagita. Il quadro subì a sua volta diversi rimaneggiamenti.

Un tempo conservata all'interno della chiesa, l'icona è stata successivamente trasferita nel Duomo di Crotone, da dove, in occasione della Festa della Madonna di Capocolonna, viene portata in processione fino al santuario.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]