Rosa (colore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rosa
Info sulle coordinate del colore  Codifica colore
Nome HTML e rappresentazione Pink     
HEX #FFC0CB
sRGB1 (rgb) (255; 192; 203)
xxx nm
xxx nm
xxx nm
Lunghezza d'onda del colore nello spettro visibile
CMYK2 (cmyk) (0; 24; 20; 0)
...
xxx nm
xxx nm
xxx nm
Rappresentazione CMYK del colore
HSV (hsv) (349°; 24%; 100%)
HSV clr wheel frame.png
...
Rappresentazione HSV del colore
Gradazioni di rosa (colore)
Color icon pink.svg
Colore complementare (nello spazio colore sRGB)      (0; 63; 52)
Riferimento
[1]
1: normalizzato a [0-255] (byte)
2: normalizzato a [0-100] (%)

Il rosa è una delle radiazioni dello spettro che l'uomo riesce a vedere. Talvolta descritto come un colore della gamma del rosso, più tecnicamente si tratta di un rosso chiaro e desaturato (ottenuto dalla sintesi additiva del rosso con il bianco).

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome del colore deriva dal fiore omonimo.

In natura[modifica | modifica wikitesto]

Percezione[modifica | modifica wikitesto]

Negli esseri umani[modifica | modifica wikitesto]

Negli animali[modifica | modifica wikitesto]

Colorazione[modifica | modifica wikitesto]

Pigmenti e coloranti[modifica | modifica wikitesto]

In chimica analitica[modifica | modifica wikitesto]

In generale, fiamme di colore rosa indicano una temperatura di fiamma moderata (intorno ai 900 °C circa).[2]

Codifica[modifica | modifica wikitesto]

RGB[modifica | modifica wikitesto]

CMYK[modifica | modifica wikitesto]

HSV[modifica | modifica wikitesto]

HSL[modifica | modifica wikitesto]

In HTML[modifica | modifica wikitesto]

Pantone[modifica | modifica wikitesto]

Combinazioni con altri colori[modifica | modifica wikitesto]

Simbolismo[modifica | modifica wikitesto]

In psicologia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'arte[modifica | modifica wikitesto]

In politica, araldica e vessillologia[modifica | modifica wikitesto]

Festività e religione[modifica | modifica wikitesto]

Nella segnaletica[modifica | modifica wikitesto]

Nello sport[modifica | modifica wikitesto]

Il ciclista Ryder Hesjedal con indosso la maglia rosa (2012).

Nella cromoterapia[modifica | modifica wikitesto]

Altre simbologie[modifica | modifica wikitesto]

  • Fino agli inizi XX secolo il colore rosa era un colore privo di genere. Nel 1918 in una rivista specializzata in abiti per bambini, la Earnshaw Infants' Department, si leggeva che il rosa, colore forte e acceso, era più adatto ai maschi mentre il blu, colore più delicato, era più adatto alle femmine.[5]
  • Per una convenzione affermatasi in Occidente dopo la Seconda Guerra Mondiale[6], il colore rosa viene in alcuni paesi associato con il sesso femminile, mentre l'azzurro - o meglio il carta da zucchero - con quello maschile. Un esempio molto comune sono i fiocchi appesi alle porte per indicare il sesso di un nuovo nato.
  • Il rosa è anche associato con l'omosessualità. Tale accostamento deriva dal modo con cui i nazisti contrassegnavano i prigionieri nei campi di concentramento.[7]

Nel lessico[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) HTML w3schools.com - Color Names
  2. ^ Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
  3. ^ Mons. Tommaso Stenico, Il colore liturgico rosa, pontifex.roma, 17 dicembre 2008. URL consultato il 22 settembre 2009.
  4. ^ Vedi maglia rosa.
  5. ^ Breve storia del colore rosa, su Il Post, 19 novembre 2013. URL consultato il 30 gennaio 2020.
  6. ^ https://www.livescience.com/22037-pink-girls-blue-boys.html
  7. ^ Vedi triangolo rosa.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh93007052