Renato Cioni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Renato Cioni (Portoferraio, 15 aprile 1929[1]Portoferraio, 4 marzo 2014[2]) è stato un tenore italiano, attivo fra gli anni cinquanta e settanta del novecento.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in una famiglia di pescatori appassionati alla musica e al canto, studia al Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze. Nel 1956 vince l'importante "Concorso Adriano Belli" del Teatro lirico sperimentale di Spoleto, organizzato in collaborazione con il Teatro dell'Opera di Roma, e debutta nella cittadina umbra come Edgardo in Lucia di Lammermoor. Nello stesso anno appare in una produzione televisiva di Madama Butterfly.

Acquisice rapidamente notorietà, venendo richiesto in tutta Italia: Roma, Napoli, Palermo, Venezia, Genova, Trieste, Bologna, Catania e iniziando a cantare anche all'estero: Svizzera, Spagna, Germania, Belgio, Francia.

Nel 1959 l'11 giugno è Marcello ne Le duc d'Albe diretto da Thomas Schippers con Louis Quilico e Wladimiro Ganzarolli al Teatro Caio Melisso di Spoleto ed in dicembre con Anselmo Colzani e Ganzarolli al Teatro Comunale di Bologna e debutta negli Stati Uniti all'Accademia di Musica di Philadelphia, esibendosi poi alla Carnegie Hall di New York ne Il duca d'Alba.

Nel 1960 al Teatro dell'Opera di Roma è Bruto in Lucrezia (opera) diretto da Fernando Previtali con Miriam Pirazzini e Giacinto Prandelli. Nel 1961 al Teatro La Fenice di Venezia è Edgardo in Lucia di Lammermoor con Joan Sutherland ed Ugo Savarese, Rodolfo ne La bohème diretto da Ettore Gracis con Virginia Zeani ed Alfredo ne La traviata diretto da Gracis con Anna Moffo e Robert Merrill ed alla San Francisco Opera Edgardo in Lucia di Lammermoor diretto da Francesco Molinari Pradelli con Giorgio Tozzi e la Moffo, il duca di Mantova in Rigoletto con Cornell MacNeil ed Ismaele in Nabucco diretto da Molinari Pradelli con Tozzi e MacNeil, Plinio Clabassi e Mary Costa.

Il 4 marzo 1961 debutta alla Scala nel ruolo di Pinkerton e nel 1964 partecipa a due spettacoli storici: Tosca al Covent Garden, a fianco di Maria Callas e Tito Gobbi, e La traviata alla Scala diretta da Herbert von Karajan. Nel 1970 si esibisce al Metropolitan in alcune recite di Norma, accanto a Joan Sutherland e Marilyn Horne.

Altre opere affrontate sono La sonnambula, La Straniera, Lucrezia Borgia, Rigoletto, Un ballo in maschera, La Bohème, La Gioconda, Cavalleria rusticana, Francesca da Rimini.

Cioni è conosciuto in tutto il mondo anche per le incisioni di Lucia di Lammermoor e Rigoletto, con Joan Sutherland, registrate nel 1961 per la Decca.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Incisioni in studio[modifica | modifica wikitesto]

Registrazioni dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A.M.At.I. - Archivio Multimediale Attori Italiani: Elenco delle voci completate
  2. ^ È morto Renato Cioni grande tenore elbano Iltirreno.gelocal.it

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Maurizio Mini, Andrea Pellegrini, Livorno, dalla 'musica americana' al Jazz - La storia, le storie, Livorno, Erasmo, 2013, ISBN 978-88-89530-55-9., Collana Erasmo Musica - I Quadrati, p. 178
Controllo di autorità VIAF: (EN61733751 · LCCN: (ENn84181284 · SBN: IT\ICCU\RLZV\088059 · ISNI: (EN0000 0000 8141 2648 · GND: (DE132350734 · BNF: (FRcb13924117h (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie