Rabbids: Invasion

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Rabbids Invasion)
Jump to navigation Jump to search
Rabbids: Invasion
serie TV d'animazione
Rabbids Invasion.png
Logo della serie, tratto dalla sigla
Titolo orig.Rabbids Invasion (inglese)
Les Lapins Crétins : Invasion (francese)
Lingua orig.inglese, francese
PaeseStati Uniti, Francia
AutoreUbisoft
RegiaAkama, Fabien Ouvrard, Stéphane Mitt, Franz Kirchner
MusicheLa Belle Equipe
StudioFrance Télévisions, Ubisoft Nickelodeon Viacom International
ReteNickelodeon (Stati Uniti), Nicktoons (Stati Uniti), France 3 (Francia)
1ª TV3 agosto 2013 – in corso
Episodi68 (in corso)
Aspect ratio16:9
Durata ep.22 min
Rete it.Nickelodeon, Super! (repliche dal 29 settembre 2014)
1ª TV it.9 dicembre 2013 – in corso
Episodi it.60 (in corso)
Durata ep. it.22 min
Dialoghi it.Eliana Parisi
Studio dopp. it.Erazero srl
Dir. dopp. it.Chiara Tolentino
Generecommedia, slapstick
Preceduto daRayman: The Animated Series

Rabbids: Invasion (Rabbids Invasion in inglese o Les Lapins Crétins : Invasion in francese) è una serie animata franco-statunitense che ha debuttato il 3 agosto 2013 su Nickelodeon negli Stati Uniti.[1] La serie è tratta dalla serie di videogiochi dedicata ai Rabbids, ma più precisamente dal gioco Rabbids Go Home. In Italia viene trasmessa su Nickelodeon Italia dal 9 dicembre 2013, e su Super! dal 29 settembre 2014.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie ha come protagonisti i Rabbids, buffi e stravaganti conigli pieni di adrenalina e sempre pronti a causare caos e stravolgere la vita degli esseri umani.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 2010, Ubisoft e Aardman hanno annunciato una coproduzione per la realizzazione di una serie pilota televisiva a cartoni animati e diversi cortometraggi basati sul celebre franchise dei Rabbids. Un anno più tardi, è stato annunciato che le puntate saranno prodotte e distribuite esclusivamente da Ubisoft, e l'annuncio della messa in onda venne rilevato a luglio 2013. Andò in onda in anteprima il 3 agosto 2013 negli Stati Uniti d'America[1], mentre nel resto del mondo uscirà ad ottobre dello stesso anno.[1]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Rabbids: protagonisti della serie. Pazzi e agitati conigli antropomorfi pieni di adrenalina, ne combineranno di tutti i colori mettendo in allarme la vita degli esseri umani nel mondo.
  • Brain: Un giovane adulto con una personalità surfista. Spesso annoiato e pigro, è l'unico umano ad essere riuscito a fare amicizia coi Rabbids.
  • Louie: Uno dei personaggi ricorrenti della serie. È un uomo anziano che vive insieme a sua moglie ed è spesso coinvolti nelle catastrofi dei Rabbids.
  • Mona: Una signora anziana, moglie di Louie. È molto testarda e non tollera scuse riguardo ad ogni evento che la coinvolge.
  • Barranco 3: Il capo dei Rabbids. Identico ai suoi compari, ma con un occhio blu e uno rosso.
  • Umani: persone civili con l'unico obbiettivo di sbarazzarsi dei Rabbids per tornare alla loro normale vita, ma avranno pochissima fortuna.
  • Vice: Un ufficiale di polizia intenta a usare i Rabbids.
  • Gerald: Il poliziotto che usa una macchina fotografica per vedere le marche.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Esiste anche un omonimo videogioco disponibile su Facebook con l'Adobe Flash in cui bisogna invadere coi Rabbids gli ambienti umani e creare la propria città, simile al videogioco I Simpson: Springfield per dispositivi Android.

All'E3 2013 è stato anche annunciato un videogioco interattivo per Xbox 360, PlayStation 4 e Xbox One tutto dedicato alla serie animata, intitolato Rabbids Invasion: The Interactive TV Show, pubblicato nel novembre 2014.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel videogioco si vede che i Rabbids provenivano dalla Luna ma nell'episodio "Jurassic Rabbid" due archeologi trovano un Rabbid preistorico intrappolato nel ghiaccio che i Rabbids scongelano mostrando loro che è molto intelligente e rivelandogli che erano la specie dominante sul pianeta terra ma che dopo un era glaciale non precisata si siano involuti diventando stupidi. Forse dopo l'era glaciale si trasferirono sulla Luna e tornarono poi i loro discendenti, cioè i Rabbids moderni.
  • Nell'episodio "Rabbid 2.0", quando il Rabbid preistorico mette la musica, uno dei Rabbids balla il Gangnam Style.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Franscesca Camerino, Rabbids Invasion, la nuova serie animata con i folli conigli di Ubisoft, su TvBlog, 19 luglio 2013. URL consultato il 1º dicembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]