Porta Nuova (medievale, Milano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Porta Nuova
Antica Porta Nuova - Milano - 04.JPG
L'antica Porta Nuova
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Milano
Coordinate 45°28′19.54″N 9°11′41.66″E / 45.472095°N 9.194905°E45.472095; 9.194905Coordinate: 45°28′19.54″N 9°11′41.66″E / 45.472095°N 9.194905°E45.472095; 9.194905
Informazioni
Condizioni In uso
Costruzione XII secolo
Realizzazione
Appaltatore Comune di Milano

Porta Nuova è una delle porte maggiori poste sul tracciato medievale delle Mura di Milano.[1] Fra il 1330 e il 1339 venne inserito il tabernacolo marmoreo della Madonna col Bambino e i Santi. La porta, giunta fino ai nostri giorni, ha subito alcune modifiche nel corso del '800 e '900 come l'allargamento dei passaggi pedonali, ai lati della doppia fornice medievale[2].

La porta rischiò di essere demolita dopo che il Comune di Milano, nel 1869, indì una discussione circa la demolizione o il mantenimento degli archi: la demolizione non venne approvata anche grazie alla ferma opposizione di una larga parte del mondo culturale della Milano dell'epoca; in particolare si può ricordare il dotto discorso tenuto all'Accademia fisio-medico-statistica il 18 febbraio di quell'anno dallo storico e patriota Damiano Muoni a difesa del mantenimento della porta.[3]

La porta, inglobata tra edifici minori, è situata al termine esterno di via Manzoni dove passava l'antica cerchia muraria medievale della città nonché la cerchia dei navigli. Il lato esterno dell'antica Porta Nuova dà invece su Piazza Cavour, caratterizzata dal monumento bronzeo del primo Presidente del Consiglio dei Ministri del neonato Regno d'Italia.

Nel paramento del lato interno della porta sono inoltre state inserite a scopo decorativo delle lapidi di età romana di cui è ignota la collocazione originaria[4].

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bonvesin de la Riva, De magnalibus Mediolani (1288), Pontiggia ed. Bompiani, 1974 - Capitolo II, capo VI
  2. ^ Milano e Provincia, Touring Club Italiano, ed.2003, autori vari.
  3. ^ Damiano Muoni, Archi di Porta nuova in Milano: discorso pronunciato all'Accademia fisio-medico-statistica nell'adunanza 18 febbraio 1869, Milano, Tipografia Letteraria, 1869.
  4. ^ Le lapidi di Porta Nuova , in AA.VV., La Porta Nuova delle mura medievali di Milano. Dai Novellii ad oggi venti secoli di storia milanese , a cura delle Civiche Raccolte Archeologiche e Numismatiche di Milano, Milano 1991, pp. 59-81.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]