Porta Genova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo quartiere milanese, vedi Porta Genova (Milano).
Porta Genova
Milano, piazzale Cantore 01.jpg
Piazzale Cantore negli anni cinquanta, dove si trova la porta
Localizzazione
StatoItalia Italia
CittàCoA Città di Milano.svg Milano
Informazioni generali
TipoPorta cittadina
ProgettistaAgostino Nazari
Costruzione1873-1876
Mappa

Coordinate: 45°27′20″N 9°10′23″E / 45.455556°N 9.173056°E45.455556; 9.173056

Porta Genova è una delle cinque porte più recenti di Milano, ricavata lungo i bastioni spagnoli, oggi demoliti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Ricavata all'interno dei Bastioni, venne aperta intorno al 1870 per consentire un'agevole comunicazione diretta fra la città e la nuova stazione di Porta Ticinese (oggi Porta Genova)[1].

Posta a sud-ovest della città, conserva i caselli daziari (1873-1876), sorgendo al centro di piazzale Cantore, allo sbocco di corso Genova.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La porta si costituisce dei due caselli daziari del Nazari, (realizzati in stile eclettico fra il 1873 e il 1876), ricavati nel vasto piazzale che oggi porta il nome di piazzale Cantore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giuseppe De Finetti, Milano. Costruzione di una città (a cura di Giovanni Cislaghi, Mara De Benedetti, Piergiorgio Marabelli), Hoepli, Milano 2002, p. 189. ISBN 88-203-3092-X