Party Rock Anthem

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Party Rock Anthem
Party Rock Anthem.jpg
Screenshot tratto dal videoclip del brano
Artista LMFAO
Featuring Lauren Bennett & GoonRock
Tipo album Singolo
Pubblicazione 16 dicembre 2010
Durata 4 min : 08 s
Album di provenienza Sorry for Party Rocking
Genere Electro house
Elettrorap
Etichetta Interscope Records
Produttore Redfoo
Registrazione 2010
Formati CD, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oro Giappone Giappone[1]
(Vendite: 100.000+)
Russia Russia[2]
(Vendite: 100.000+)
Spagna Spagna[3]
(Vendite: 20.000+) Argentina Argentina[4]
(Vendite: 65.000+)
Dischi di platino Australia Australia (15)[5]
(Vendite: 1.050.000+)
Belgio Belgio[6]
(Vendite: 30.000+)
Danimarca Danimarca[7]
(Vendite: 30.000+)
Germania Germania[8]
(Vendite: 300.000+)
Italia Italia (2)[9]
(Vendite: 100.000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (4)[10]
(Vendite: 60.000+)
Regno Unito Regno Unito (2)[11]
(Vendite: 1.200.000+)
Stati Uniti Stati Uniti (8)[12]
(Vendite: 8.030.000+)
Svizzera Svizzera (3)[13]
(Vendite: 90.000+)Finlandia Finlandia[14]
(Vendite: 25.000+)
Egitto Egitto[15]
(Vendite: 250.000+)
Dischi di diamante Canada Canada[16]
(Vendite: 880.000+)
Francia Francia[17]
(Vendite: 400.000+)
LMFAO - cronologia
Singolo precedente
(2009)
Singolo successivo
(2011)

Party Rock Anthem è un brano musicale del duo elettrorap statunitense LMFAO, eseguito in collaborazione con Lauren Bennett e GoonRock ed estratto come primo singolo dal loro secondo album Sorry for Party Rocking.

Il brano fonde perfettamente l'attitudine da festa della musica hip hop con le sonorità più dure e bizzarre della musica house diventando un inno alla gioia di ballare e di far festa[18].

Il brano è divenuto un tormentone estivo del 2011[19] e nello stesso anno ha venduto 9,7 milioni di copie in tutto il mondo divenendo il terzo singolo più venduto, dopo Just the Way You Are e Grenade, entrambi di Bruno Mars.[20] La canzone è diventata una vera e propria hit e ha avuto un successo planetario nel 2011, arrivando alla prima posizione in più di trenta nazioni del mondo

Il 13 dicembre 2012 su YouTube il video arriva ad un totale di 507 milioni di visualizzazioni, diventando il quinto video più visto del sito.[21]

Il brano, con oltre un milione di copie vendute, risulta il più venduto della storia in Australia.

Attualmente ha un totale di visualizzazioni superiori a 1.100.000.000.

Il video[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip del brano inizia con i due componenti del duo musicale che si svegliano in un ospedale che, dopo essersi rimessi in sesto, lasciano per uscire e trovarsi in una strada completamente desolata e cosparsa di macchine senza conducente.

Dopo alcuni secondi di questo scenario i due protagonisti vedono in lontananza una persona che balla lo "shuffling" (ballo principale del video citato più volte nel testo della canzone), pochi secondi dopo il famoso duo viene assalito da un uomo (l'attore Malcolm Goodwin) che li avverte che è in corso una vera e propria epidemia del ballo, lo "shuffling" appunto, e che devono indossare degli auricolari.

Subito dopo averli indossati ha inizio la canzone. Immediatamente compaiono civili che ballano in svariati modi. Il duo si fa subito coinvolgere e comincia a cantare e ballare insieme agli altri per il resto del brano.

Il video è una parodia del film 28 giorni dopo, ed in esso compaiono alcuni dei vincitori della terza stagione di America's Best Dance Crew.

È uno dei video che ha ottenuto la certificazione Vevo.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Download digitale[22][modifica | modifica wikitesto]

Standard Edition[modifica | modifica wikitesto]

  1. Party Rock Anthem – 4:23

Party Rock Anthem (The Remixes)[23][modifica | modifica wikitesto]

  1. Party Rock Anthem (DJ Enferno Remix) - 4:50
  2. Party Rock Anthem (Millions Like Us Remix) - 4:36
  3. Party Rock Anthem (Kim Fai Remix) - 6:49
  4. Party Rock Anthem (Cherry Cherry Boom Boom Boomber Refreak) - 4:02
  5. Party Rock Anthem (Russ Chimes Remix) - 6:24
  6. Party Rock Anthem (Christopher Lawrence) - 7:09

CD single[24][modifica | modifica wikitesto]

  1. Party Rock Anthem (Album Version) – 4:23
  2. Party Rock Anthem (Audiobot Remix) – 6:01

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2011) Posizione
Australia[35] 1
Austria[36] 6
Canada[37] 2
Danimarca[38] 9
Germania[39] 8
Giappone 55
Italia[40] 18
Nuova Zelanda 1
Polonia[41] 11
Regno Unito[42] 3
Svizzera[43] 8
Stati Uniti[44] 2
Classifica (2012) Posizione
Australia[45] 85
Belgio (Fiandre)[46] 86
Belgio (Vallonia)[47] 33
Canada[48] 45
Polonia[49] 30
Stati Uniti[50] 29

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 一般社団法人 日本レコード協会|各種統計
  2. ^ 一般社団法人 日本レコード協会|各種統計
  3. ^ http://www.promusicae.org/files/listasanuales/canciones/Top%2050%20CANCIONES%20ANUAL%202011.pdf
  4. ^ 一般社団法人 日本レコード協会|各種統計
  5. ^ http://www.aria.com.au/pages/SINGLEaccreds2012.htm
  6. ^ Certificazioni 2011 Ultratop
  7. ^ Certificeringer | ifpi.dk
  8. ^ Bundesverband Musikindustrie: Gold-/Platin-Datenbank
  9. ^ Certificazione Singoli Digitali dalla settimana 1 del 2009 alla settimana 24 del 2012 (PDF), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 26 giugno 2012.
  10. ^ NZ Top 40 Singles Chart | The Official New Zealand Music Chart
  11. ^ Certified Awards
  12. ^ Rumor Mill - THE RISE OF "UPTOWN FUNK": COULD IT BECOME THE ALL-TIME #1 SELLER?
  13. ^ Die Offizielle Schweizer Hitparade und Music Community
  14. ^ 一般社団法人 日本レコード協会|各種統計
  15. ^ 一般社団法人 日本レコード協会|各種統計
  16. ^ Gold and Platinum Search
  17. ^ [1]
  18. ^ LMFAO - Party Rock Anthem (video premiere)
  19. ^ LMFAO, Party Rock Anthem: video del tormentone, qnm.it.
  20. ^ (EN) Digital Music Report 2012 (PDF), IFPI. URL consultato il 23 gennaio 2012.
  21. ^ Filmato audio(EN) LMFAO, Party Rock Anthem, su YouTube, 8 marzo 2011. URL consultato il 12 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il ).
  22. ^ Connecting to the iTunes Store
  23. ^ iTunes - Musica - Party Rock Anthem (Remixes) [feat. Lauren Bennett & GoonRock] di LMFAO
  24. ^ LMFAO - News, Bilder, Videos und Konzerttermine - Universal Music
  25. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae Party Rock Anthem nelle classifiche mondiali
  26. ^ a b c d e Party Rock Anthem nelle classifiche Billboard
  27. ^ LMFAO featuring Lauren Bennett and GoonRock - Party Rock Anthem - Music Charts
  28. ^ Party Rock Anthem nella classifica dell'Irlanda
  29. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Classifiche
  30. ^ Andamento di Party Rock Anthem nella classifica del Regno Unito, OCC. (archiviato dall'url originale il 30 maggio 2012).
  31. ^ Andamento di Party Rock Anthem nella classifica della Repubblica Ceca, IFPI.
  32. ^ Andamento di Party Rock Anthem nella classifica della Slovacchia, IFPI.
  33. ^ Andamento di Party Rock Anthem nella classifica della Spagna (PDF), promusicae.es.
  34. ^ Andamento di Party Rock Anthem nella classifica italiana e top negli altri Paesi, italiancharts.com.
  35. ^ ARIA Top 100 Singles 2010
  36. ^ Jahreshitparade 2011 - austriancharts.at
  37. ^ http://www.billboard.com/#/charts-year-end/canadian-hot-100?year=2011&begin=1&order=position
  38. ^ WebCite query result
  39. ^ 2011 MTV EMA - News - MTV.de
  40. ^ Classifiche annuali Fimi-GfK: Vasco Rossi con "Vivere o Niente" è stato l'album più venduto nel 2011, fimi.it. URL consultato il 16 gennaio 2012.
  41. ^ Newsy
  42. ^ BBC - BBC Radio 1 Programmes - The Official Chart with Reggie Yates, The Top 40 Singles of the Year with Tom Deacon
  43. ^ Schweizer Jahreshitparade 2011 - hitparade.ch
  44. ^ http://www.billboard.com/#/charts-year-end/hot-100-songs?year=2011
  45. ^ (EN) ARIA Australian End of Year Chart - ARIA Top 100 Albums Chart - 2012, Australian Recording Industry Association, 7 gennaio 2013. URL consultato il 10 gennaio 2013.
  46. ^ JAAROVERZICHTEN 2012, ultratop.be. URL consultato il 23 dicembre 2012.
  47. ^ (FR) RAPPORTS ANNUELS 2012, ultratop.be. URL consultato il 23 dicembre 2012.
  48. ^ (EN) Canadian Hot 100, billboard.com. URL consultato il 15 dicembre 2012.
  49. ^ (PL) TOP digital utworów - 2012, zpav.pl. URL consultato il 1º maggio 2013.
  50. ^ (EN) Billboard Hot 100, billboard.com. URL consultato il 15 dicembre 2012.
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica