LMFAO

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
LMFAO
LMFAO - Live Walmart (1).jpg
Redfoo (a sinistra) e SkyBlu
Paese d'origineStati Uniti Stati Uniti
GenereDance[1]
Comedy hip hop[1]
Hip hop[1]
Periodo di attività musicale2006 – 2012[2]
Album pubblicati3
Studio3
Logo ufficiale
Sito ufficiale

Gli LMFAO sono stati un duo musicale dance - rap[1] formatosi a Los Angeles nel 2006 e composto da due rapper e DJ, Redfoo, nome d'arte di Stefan Kendal Gordy (3 settembre 1975) e SkyBlu, nome d'arte di Skyler Austen Gordy (23 agosto 1986), rispettivamente il figlio e il nipote del produttore Berry Gordy.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

2006-2010: Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Durante un'intervista, Redfoo ha detto che il nome LMFAO sta per "Love My Friends And Other". Nel gergo di Internet e online il nome sta per "Laughing My Fucking Ass Off" e il nome del gruppo viene spesso associato a quest'ultimo. In origine il duo era conosciuto come Sexy Dudes, ma venne poi cambiato sotto suggerimento della madre di Redfoo (Nancy Leviska), a cui il nome non piaceva.[3]

Il loro primo singolo, intitolato I'm in Miami Bitch[4] (in versione censurata I'm in Miami Trick) raggiunge la posizione 51 sulla Billboard Hot 100.[5]

Il 1º luglio 2008 viene pubblicato il loro primo extended play, Party Rock, contenente 5 brani che saranno poi inseriti nel loro album omonimo, che verrà invece pubblicato il 7 luglio 2009 e che contiene 14 tracce, tra cui anche Get Crazy (sigla del reality Jersey Shore).

In seguito a I'm in Miami Bitch, viene estratto il singolo La La La, che debutta al 62º posto sulla Billboard Hot 100. Il loro terzo singolo Shots, che vede la collaborazione del cantante solista Lil Jon, raggiunge invece la posizione 24 della Billboard Hot 100. Infine, come ultimo singolo, viene estratta la traccia Yes, che però non riscuote un elevatissimo successo.

Nel 2010 il duo apriva i concerti in America dei Black Eyed Peas. Nello stesso anno collaborano con il noto deejay David Guetta per il remix del brano Gettin' Over You.

2011-2012: Party Rock Anthem ed il secondo album[modifica | modifica wikitesto]

Gli LMFAO durante l'esibizione con Madonna al mid-time show del Superbowl di Indianapolis.

Il 16 dicembre 2010 viene pubblicato il singolo Party Rock Anthem, che farà da singolo d'apertura al loro secondo album intitolato Sorry for Party Rocking, che verrà poi pubblicato il 21 giugno 2011.

Party Rock Anthem riscuote un incredibile successo, raggiungendo il 1º posto sulla Billboard Hot 100 e in molte nazioni, diventando un vero e proprio inno al ballo e al divertimento, raggiungendo un disco di Diamante negli Stati Uniti.

In seguito a Party Rock Anthem, vengono estratti altri tre singoli comunque dal successo non poco importante: Champagne Showers (27 maggio), Sexy and I Know It (16 settembre) e Sorry for Party Rocking (4 novembre).

Nei videoclip dell'album il duo è accompagnato dai ballerini della Quest Crew, vincitori della 3ª stagione di America's Best Dance Crew.

Il 6 novembre 2011 hanno partecipato agli MTV EMA's a Belfast in Irlanda del Nord.

Il 5 febbraio 2012 hanno preso parte al mid-time show organizzato durante l'intervallo del Super Bowl XLVI disputatosi ad Indianapolis, apparendo sul palco come guest star di Madonna.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Anno Premio Categoria Artista/canzone Risultato
2010 Grammy Awards Miglior album Dance/Elettronica Party Rock Candidato/a
2011 Teen Choice Awards Tormentone dell'estate "Party Rock Anthem" Candidato/a
Premios 40 Principales[6] Miglior canzone internazionale Vincitore/trice
MTV Video Music Awards Miglior coreografia Candidato/a
American Music Awards Miglior gruppo/duo pop e rock LMFAO Candidato/a
MTV European Music Awards Miglior duo rep Candidato/a
Miglior duo pop Candidato/a
2012 People's Choice Awards Canzone preferito dell'anno Party Rock Anthem Vincitore/trice
Video musicale preferito dell'anno Vincitore/trice
NRJ Music Awards 2012 Gruppo/duo dell'anno LMFAO Vincitore/trice
Video musicale preferito dell'anno "Party Rock Anthem" Vincitore/trice
2012 Kids' Choice Awards Gruppo musicale preferito LMFAO Candidato/a
Canzone preferita dell'anno "Party Rock Anthem" Vincitore/trice
2012 Juno Awards Album internazionale dell'anno "Sorry for Party Rocking" Candidato/a
2012 Latin Billboard Music Awards Miglior artista dell'anno LMFAO Vincitore/trice
2012 Billboard Music Awards Top 100 Song "Party Rock Anthem" Vincitore/trice
Top Radio Song Candidato/a
Top Streaming Song Candidato/a
Top Digital Song Vincitore/trice
Top Pop Song Vincitore/trice
Top Rap Song Vincitore/trice
Top Dance Song Vincitore/trice
Top Digital Song "Sexy and I Know It" Candidato/a
Top Pop Song Candidato/a
Top Rap Song Candidato/a
Top Dance Song Candidato/a
Miglior gruppo/duo "LMFAO" Vincitore/trice
MTV Movie Awards 2012 Miglior musica "Party Rock Anthem" Vincitore/trice
2012 MuchMusic Video Awards Miglior video dell'anno "Sexy and I Know It" Vincitore/trice
Video dell'anno Vincitore/trice
Miglior artista "LMFAO" Candidato/a
2012 MTV TRL Awards Miglior video "Party Rock Anthem" Vincitore/trice
MTV Video Music Awards Japan Miglior nuovo artista Candidato/a
Miglior coreografia Candidato/a
VEVOCertified Awards 100.000.000 Visualizazioni Vincitore/trice
"Sexy and I Know It" Vincitore/trice
"Sorry for Party Rocking" Vincitore/trice
"Shots" Vincitore/trice
"Champagne Showers" Vincitore/trice
Premios 40 Principales America Miglior artista internazionale dance LMFAO Vincitore/trice
2013 2013 World Music Awards Miglior canzone del mondo "Party Rock Anthem" Vincitore/trice
Miglior video musicale del mondo "Sorry for Party Rocking" In attesa
Miglior gruppo musicale del mondo LMFAO Vincitore/trice
Miglior album musicale del mondo Sorry for Party Rocking"" In attesa
55th Grammy Awards Miglior gruppo/duo pop "Sexy and I Know It" Candidato/a

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN42145970133532251221 · LCCN (ENno2009105006 · GND (DE1023237059 · BNF (FRcb16145119w (data)