Nicholas Hytner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Sir Nicholas Hytner (Manchester, 7 maggio 1956) è un regista britannico, attivo in campo cinematografico e, soprattutto, teatrale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primo di quattro figli, è figlio del giudice Benet Hytner e della produttrice Joyce Myers e ha studiato letteratura inglese al Trinity College di Cambridge. Ha debuttato a teatro come regista di opere liriche alla Kent Opera, al Wexford Festival Opera e allEnglish National Opera, prima di darsi al teatro di prosa alla Leeds Playhouse e diventare direttore artistico del Royal Exchange Theatre di Manchester dal 1985 al 1989. Il successo arrivo a 34 anni quando Cameron Mackintosh lo ingaggiò per dirigere il musical Miss Saigon, che si rivelò un grande successo internazionale: rimase in scena nel West End londinese per 4274 repliche e oltre dieci anni, mentre a Broadway rimase in cartellone per oltre nove anni e 4092 spettacoli.[1] Nel 1990 venne nominato co-direttore artistico del Royal National Theatre da Richard Eyre e iniziò a collaborare con il drammaturgo Alan Bennett quando diresse la sua pièce The Madness of George III. Bennett volle che Hynter dirigesse anche l'adattamento cinematografico della commedia e nel 1994 Hynter debuttò nel mondo del cinema con La pazzia di Re Giorgio. Nei successivi sei anni diresse atri tre film: La seduzione del male (1997), L'oggetto del mio desiderio (1998) e Il ritmo del successo (2000). Dopo lo scadere del contratto di Trevor Nunn, Hynter divenne direttore del National Theatre, una posizione che continuò a ricoprire fino al 2015: in questi anni ha diretto grandi successi, tra cui un acclamato revival di Carousel (in scena a Londra nel 1993 e a Broadway nel 1994, che gli valse il Tony Award alla miglior regia di un musical), The History Boys (in scena a Londra nel 2004 e a Broadway nel 2006) e Fedra con Helen Mirren e Dominic Cooper (2009). Come direttore artistico del National Theatre ha promosso una ricostruzione e valorizzazione del South Bank, ha reso il NT accessibile al grande pubblico riducendo il costo dei biglietti e facendo filmare alcune produzioni per essere trasmesse dal vivo nei cinema di tutto il mondo. Nel 2017 termina il suo progetto della costruzione del Bridge Theatre, di cui è regista e direttore artistico.

È dichiaratamente gay.[2]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Teatrografia[modifica | modifica wikitesto]

Prosa e musical[modifica | modifica wikitesto]

Opera[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Knight Bachelor - nastrino per uniforme ordinaria Knight Bachelor
«Servizi al teatro»
— 31 dicembre 2009[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Hilary De Vries, THEATER; FROM THE PARIS SEWERS TO VIETNAM'S STREETS. URL consultato il 20 giugno 2018.
  2. ^ (EN) Andrew Dickson, A life in theatre: Nicholas Hytner, su the Guardian, 18 ottobre 2010. URL consultato il 20 giugno 2018.
  3. ^ https://www.theguardian.com/uk/2009/dec/31/new-years-honours-list-knights

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN34652012 · ISNI (EN0000 0001 1618 165X · LCCN (ENn86098779 · GND (DE123743710 · BNF (FRcb13980892g (data) · ULAN (EN500250575