Museo d'arte islamica (Doha)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Museo di Arte Islamica di Doha
Tipo Arte islamica

Il Museo d'arte islamica di Doha, Qatar, è un’importante struttura che vuole mostrare al mondo le connessioni storico-culturali del mondo islamico e quelle della loro vita intellettuale e economica.

La collezione presente nel museo è di enorme valore storico-artistico ed esse provengono dalla Spagna, Asia e India e vanno da un periodo del VII secolo al XIX secolo

Con il Museo di arte islamica, l'emiro Hamad bin Khalifa Al Thani sta facendo del Qatar un polo regionale e internazionale per la cultura e l'istruzione, un progetto messo in atto sotto la guida di HE Sheikha Mayassa Bint Al Hamad Bin Khalifa Al Thani.

La struttura che ospita la collezione di questi importanti reperti è stata progettata dall’architetto cino-americano Ieoh Ming Pei, lo stesso che progettò la nuova sede della Regione Lombardia a Milano e la piramide del Louvre a Parigi.

Il libro dei segreti risultanti dai pensieri[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Libro dei segreti risultanti dai pensieri.

Frutto del mecenatismo dell'emiro Hamad bin Khalifa è lo studio commissionato sul manoscritto Kitāb al-Asrār fī natā'ij al-afkār (in arabo: الأسرار في نتائج الأفكار‎), Il Libro dei Segreti risultanti dai pensieri, un trattato islamico di ingegneria meccanica, risalente all'XI secolo, opera dell'andaluso Ibn Khalaf al-Muradi, contenente la descrizione di 31 automi, in gran parte di sua invenzione, e conservato in un'unica copia posseduta dalla Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze. Il risultato del lavoro è stata la traduzione del manoscritto in inglese italiano e francese, l'interpretazione di tutti gli automi meccanici descritti, la loro riproduzione virtuale, e la ricostruzione fisica di due di essi. Tutti i frutti dello studio sono oggetto di un'esposizione museale permanentecon fruibilità interattiva del manoscritto, animazioni olografiche touch screen di modelli virtuali dei macchinari, ed esposizione dei due modelli fisicamente realizzati.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Coordinate: 25°17′43″N 51°32′21″E / 25.295278°N 51.539167°E25.295278; 51.539167