Moto Guzzi 2C

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Moto Guzzi 125 2C)
Jump to navigation Jump to search
Moto Guzzi 125 2C 4T
Costruttore Italia  Moto Guzzi
Tipo Naked stradale
Produzione dal 1979 al 1981
Stessa famiglia Benelli 254
Modelli simili A 4T
Moto Morini 125
Honda CBX
A 2T
Aspes Yuma
Benelli 2C
Cagiva SST
Beta SC e TS
Fantic Motor Strada
Montesa Crono
WSK M06 B3
Bultaco Streaker
Gilera TG
Laverda LZ
Malanca E 2C, GTI 80 e Ob One
Moto Guzzi Turismo
Zündapp KS-WK

La 125 2C 4T è una motocicletta prodotta dalla Moto Guzzi a partire dal 1979 (la presentazione avvenne al Salone di Milano di quell'anno) con motore di piccola cilindrata a quattro tempi.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il motore, derivato dal quattro cilindri delle Benelli e Moto Guzzi 254, è un bicilindrico monoalbero a carter umido lubrificato dalla pompa trocoidale. La soluzione del bicilindrico quattro tempi distingueva la "2C" dal resto della produzione del mercato delle 125 stradali dell'epoca, dominato da monocilindriche e bicilindriche a due tempi, con qualche sparuta quattro tempi. Inoltre, era l'unica dotata di avviamento elettrico.

Per quanto riguarda la ciclistica e le sovrastrutture, vennero impiegate diverse componenti della "sorella maggiore"; il cruscotto, contrariamente alla 254, era situato sulla testa di forcella (anziché sul serbatoio).

Il motore si dimostrò particolarmente incline a girare ad alti regimi (la potenza massima era ad oltre 10.000 giri, e si potevano tranquillamente toccare gli 11.000) e con una curva di potenza piuttosto acuta.

Benelli 124[modifica | modifica wikitesto]

Venduta anche con il marchio Benelli (con la denominazione 124) la moto ebbe scarso successo a causa dell'erogazione del motore, delle scarse prestazioni e del prezzo elevato, uscendo di produzione a fine 1981[1].

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche tecniche - Moto Guzzi 125 2C 4T - 1981
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt.) 1950 × ? × ? mm
Altezze Sella: 775 mm
Interasse: 1290 mm Massa a vuoto: 110 kg Serbatoio: 8,5 litri
Meccanica
Tipo motore: Bicilindrico a quattro tempi in linea Raffreddamento: ad aria
Cilindrata 123,57 cm³ (Alesaggio 45,5 x Corsa 38 mm)
Distribuzione: monoalbero Alimentazione: 2 carburatori Dell'Orto PHBG 20 B
Potenza: 16,3 CV a 11.000 giri/min Coppia: 1,1 kgm a 8.000 giri/min Rapporto di compressione: 10,65:1
Frizione: multidisco a bagno d'olio Cambio: a 5 rapporti, comando a pedale
Accensione Spinterogeno
Trasmissione primaria mista, albero-rinvio a catena, rinvio-cambio a ingranaggi
finale a catena
Avviamento esclusivamente elettrico
Ciclistica
Telaio monoculla aperta in tubi
Sospensioni Anteriore: forcella teleidraulica Moto Guzzi ø 30mm / Posteriore: forcellone oscillante con due ammortizzatori "Sebac" con regolazione precarico
Freni Anteriore: a disco pieno da 260 mm / Posteriore: a tamburo da 158x30 mm
Pneumatici anteriore 2.75x18 Pirelli, posteriore 3.00x18 Pirelli
Prestazioni dichiarate
Velocità massima 130 km/h
Consumo 33 km/litro
Fonte dei dati: Motociclismo giugno 1981, p. 68

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Motociclismo d'Epoca 11/2011, pag. 33

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Colombo, Moto Guzzi - 80 anni di storia, Giorgio Nada Editore, Vimodrone (MI), 2000, pagg. 296-297

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]