Mio figlio professore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mio figlio professore
Miofiglioprofessore.jpg
Titolo originaleMio figlio professore
Paese di produzioneItalia
Anno1946
Durata103 min
Dati tecniciB/N
Generecommedia
RegiaRenato Castellani
SoggettoRenato Castellani
SceneggiaturaAldo De Benedetti, Renato Castellani, Aldo Fabrizi, Suso Cecchi D'Amico, Fulvio Palmieri, Fausto Tozzi, Emilio Cecchi
ProduttoreCarlo Ponti
Casa di produzioneLux Film
Distribuzione (Italia)Lux Film (1946)
FotografiaCarlo Montuori
MontaggioMario Serandrei
MusicheNino Rota
ScenografiaGastone Medin
CostumiMaria De Matteis
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
  • Adriana Parrella: Diana Giraldi; Lisetta Giraldi; signorina Maggi/Pinuccia Giraldi

Mio figlio professore è un film del 1946 diretto da Renato Castellani.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il bidello di una scuola romana cerca il riscatto sociale permettendo al figlio, a suon di sacrifici, di studiare fino a farlo diventare insegnante, proprio nella scuola in cui egli stesso lavora.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Lo scrittore Mario Soldati interpreta la parte del professore antifascista.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Prodotto da Riccardo Gualino, il film fu girato per gli interni negli stabilimenti della Scalera nella via della Circonvallazione Appia a Roma. Il film si svolge nello storico Liceo Ginnasio E.Q. Visconti di Piazza del Collegio Romano a Roma.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Per il Dizionario Mereghetti il film affronta con il sorriso temi neorealistici, anticipando la poetica dei futuri film di Castellani, scivola talvolta nel grottesco ma contiene alcune scene comiche memorabili.[1]

Per il Dizionario Morandini è un «film pieno di ritmo con un sapiente studio dell'ambiente e un'apprezzabile gioia del raccontare svelto in una sapiente miscela di comico e patetico», con un Aldo Fabrizi divertente e molto convincente.[2]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Incasso accertato a tutto il 31 dicembre 1952 £ 93.000.000

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Mereghetti - Dizionario dei Film 2008. Milano, Baldini Castoldi Dalai editore, 2007. ISBN 9788860731869 p. 1840
  2. ^ Il Morandini - Dizionario dei Film 2000. Bologna, Zanichelli editore, 1999. ISBN 8808021890 p. 802

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema