Lingue tankiche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lingue tankiche
Parlato in Australia
Parlato in Territorio del Nord
Locutori
Altre informazioni
Scrittura Alfabeto latino
Tassonomia
Filogenesi Lingue australiane aborigene
 Lingue macro-pama-nyunga
  Lingue pama-nyunga
   Lingue tankiche
Codici di classificazione
ISO 639-3 aus (EN)
ISO 639-5 aus
Glottolog tang1340 (EN)
Macro-Pama-Nyungan languages.png
Mappa che raffigura, in verde, la posizione delle lingue garawa e tanchike. Le lingue tankiche sono quelle parlate lungo la costa; mentre le garawa sono (o erano) parlate nell'interno.

Le lingue tankiche formano una piccola famiglia linguistica delle lingue australiane aborigene parlate nel Territorio del Nord dell'Australia lungo il fiume Victoria River.
Si pensa che siano in larga parte imparentate con le lingue pama-nyunga.

Le lingue tankiche sono il Lardil (Leerdil) e il suo registro speciale Damin (Demiin)[1], il Kayardild e lo Yukulta (conosciuto anche come Ganggalida o Nyangga).
Di queste il Lardil è quello che si discosta maggiormente, mentre lo Yukulta e il Kayardild sono reciprocamente comprensibili.

La lingua minkin, estinta e dalle scarse testimonianze, potrebbe essere stata una lingua della famiglia Tankica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Damin è una lingua sacra artificiale, usata per scopi rituali. È notevole per essere l'unica lingua non africana che presenta consonanti click.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Federica Da Milano, La distribuzione delle principali famiglie linguistiche nello spazio australiano, in: Emanuele Banfi e Nicola Grandi (a cura di), Le lingue extraeuropee: Americhe, Australia e lingue di contatto, Cap. 4, pp. 229-255, Roma, Carocci, 2008, ISBN 978-88-430-4494-8