Lingua nivkh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nivkh
Нивхгу диф Nivxgu dif
Parlato in Russia
Locutori
Totale 1.000
Classifica non dei primi 100
Altre informazioni
Scrittura Cirillico
Tipo SOV
Tassonomia
Filogenesi Paleosiberiana
Codici di classificazione
ISO 639-1 -
ISO 639-3 niv (EN)
Glottolog gily1242 (EN)

La lingua nivkh (Нивхгу диф Nivxgu dif), detta anche Gilyak[1] o Ghiliaco,[2] è una lingua paleosiberiana[3] parlata da circa 1.000 persone nella regione russa della Manciuria settentrionale (alla foce del fiume Amur) e sull'isola di Sachalin.

Grammatica[modifica | modifica wikitesto]

La grammatica della lingua nivkh è molto sintetica. Possiede un sistema di casi e altri marcatori grammaticali, ma manca di genere. L'ordine delle parole è di tipo Soggetto Oggetto Verbo. Una caratteristica della lingua è che le proposizioni e le posposizioni vengono unite alla parola alla quale sono riferite. Una singola parola potrebbe essere un insieme di nomi, verbi e altre parti del discorso che indicano un significato in particolare.

Ortografia[modifica | modifica wikitesto]

А а Б б В в Г г Ӷ ӷ Ғ ғ Ӻ ӻ Д д
Е е Ё ё Ж ж З з И и Й й К к К' к'
Ӄ ӄ Ӄ' ӄ' Л л М м Н н Ӈ ӈ О о П п
П' п' Р р Р̌ р̌ С с Т т Т' т' У у Ф ф
Х х Ӽ ӽ Ӿ ӿ Ц ц Ч ч Ч' ч' Ш ш Щ щ
Ъ ъ Ы ы Ь ь Э э Ю ю Я я

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fiorenzo Toso, III. Paesi esterni all'Unione Europea, in Lingue d'Europa: la pluralità linguistica dei Paesi europei fra passato e presente, Baldini Castoldi Dalai, 2006, p. 468, ISBN 88-8490-884-1.
  2. ^ G. Mont., C. T., Ghiliaki in Enciclopedia Italiana, Treccani, 1932.
  3. ^ Le lingue isolate dell'Asia settentrionale sono raggruppate nella cosiddetta famiglia delle Lingue paleosiberiane. Cfr. la voce 'Ghiliachi' dell'Enciclopedia Treccani - [1]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]