Lingue paleosiberiane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La superfamiglia linguistica paleo-siberiana, a volte chiamata anche Iperborea, ha la funzione di "contenitore" di alcune lingue isolate dell'Asia settentrionale, che discendono dalle antiche lingue precedenti all'espansione dell'uralo-altaico e quindi con una protolingua distinta da quella nostratica. Le antiche lingue da cui discendono sarebbero state parlate in Siberia 10 000 anni prima di Cristo, alla fine del Paleolitico.

Le lingue che comunemente vi si includono sono:

Solo nel caso del Ciukcio-Kamciadal si può parlare di reale affinità linguistica.

L'Ainu potrebbe essere correlato ad alcune lingue altaiche.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4120305-7