Lincoln Park Zoo (Chicago)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lincoln Park Zoo
Tipo di areaGiardino zoologico
StatiStati Uniti Stati Uniti
Stati federatiIllinois Illinois
ProvinceContea di Cook
ComuniFlag of Chicago, Illinois.svg Chicago
Superficie a terra14 ha
Lincoln Park Zoo -entrance-10May2005.jpg
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

Coordinate: 41°55′17.04″N 87°38′01.68″W / 41.9214°N 87.6338°W41.9214; -87.6338

Il Lincoln Park Zoo è uno dei più antichi zoo degli Stati Uniti essendo stato fondato nel 1868. Questo giardino zoologico è membro della Società Azoologica Americana (AZA). È situato all'interno del Lincoln Park di Chicago e si estende per circa 14 ettari. Lo Zoo è uno dei quattro principali zoo nell'area di Chicago ed è il più grande all'interno dell'area urbana.

Nel parco vivono 1.250 animali tra cui anche orsi polari, gorilla e rinoceronti neri orientali. Oltre agli animali è possibile ammirare un albero di Quercia risalente al 1830, tre anni prima che la città di Chicago fosse fondata.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Un orso dello Zoo

Lo Zoo venne fondato nel 1868 quando furono introdotti nel parco pubblico Lincoln una coppia di cigni provenienti da Central Park (New York).[1] Nel 1874 la colonia di cigni fu raggiunta da un orso bruno proveniente dallo zoo di Philadelphia, l'orso, che divenne presto molto popolare tra i cittadini, fu il primo animale ad essere acquistato dallo zoo. In questo zoo, nel 1894, nacque per la prima volta in cattività un bisonte americano.[1]. Nel 1912 aprì il reparto dedicato ai leoni e nel '27 ha aperto la zona dedicata ai gorilla entrambe restaurate nei primi anni del 1990. Tra il 1970 e il 1980 il parco zoologico fu profondamente rinnovato con l'aggiunta di molte esposizioni naturalistiche.

Nel 1994, il Lincoln Park Zoo diede le concessioni per la realizzazione di alcune scene del film Baby Birba - Un giorno in libertà.

Esibizioni e Animali[modifica | modifica wikitesto]

Regenstein African Journey[modifica | modifica wikitesto]

Regenstein African Journey è una grande esibizione dedicata agli animali provenienti dal continente africano.

Kovler Lion House[modifica | modifica wikitesto]

In questa parte dello zoo vivono alcune specie di grandi felini. Questa struttura permette ai visitatori di vedere gli animali anche d'inverno.

L'unico esemplare in questo habitat a non essere un felino è un Panda minore.

McCormick Bear Habitat[modifica | modifica wikitesto]

McCormick Bear Habitat è dedicata dedicata principalmente agli orsi. Questo habitat è visitabile solo dall'esterno.

McCormick Bird House[modifica | modifica wikitesto]

McCormick Bird House è un'area interna dedicata esclusivamente agli uccelli. Essa include anche una grande sala nella quale è possibile entrare a libero contatto con alcune specie di uccelli.

Antelope & Zebra Area[modifica | modifica wikitesto]

Questa serie di habitat raccolgono alcuni tra i più grandi mammiferi presenti nello zoo. È visibile solo la parte esterna.

Sono da poco arrivati in questo habitat anche una coppia di pecari del Chaco e di anatre mute.

Helen Brach Primate House[modifica | modifica wikitesto]

Questa struttura ospita scimmie e lemuri di piccole e medie dimensioni; è quasi completamente al coperto.

Regenstein Birds of Prey Exhibit[modifica | modifica wikitesto]

In questa parte dello zoo vengono ospitati gli uccelli di grandi dimensioni. Questo habitat è composto da tre grandi voliere.

Nella voliera più grande

Kovler Sea Lion Pool[modifica | modifica wikitesto]

Questa vasca ospita, al contrario di quanto suggerisce il nome che si riferisce agli ospiti storici, alcuni esemplari di Foca comune. La vasca è strutturata in modo da poter vedere gli esemplari sia sopra che sotto l'acqua.

Waterfowl Lagoon e Hope B. McCormick Swan Pond[modifica | modifica wikitesto]

Questo habitat consiste in grande lago sito al centro dello zoo. All'interno del lago, diviso in due parti, abitano alcune specie di anatre e fenicotteri.

Il lago accoglie anche alcuni esemplari di Germano reale che di fatto sono selvatici e non dello zoo.

Regenstein Center for African Apes[modifica | modifica wikitesto]

Regenstein Center for African Apes ospita due specie di primati africani. Questo habitat è diviso in tre parti ed è accessibile sia all'interno che dall'esterno.

Pritzker Family Children's Zoo[modifica | modifica wikitesto]

Questa esibizioni si articola in più parti. Una di queste è studiata per le famiglie ed in particolare per i bambini che possono giocare, in una struttura coperta, condividendo lo spazio con piccoli animali tipi della fauna americana.

Nella stessa esibizione ma all'esterno:

In due grandi habitat separati sono invece ospitati un branco di lupi rossi e un orso nero americano.

Regenstein Macaque Forest[modifica | modifica wikitesto]

Aperta a inizio 2015, la foresta dei macachi giapponesi è l'esibizione più recente dello zoo. Questa struttura riproduce una parte di crinale di una montagna giapponese, con tre grandi alberi finti che sorreggono la struttura. Qui sono ad oggi ospitati 8 Macachi giapponesi, ma la struttura ne può ospitare fino a 15. I macachi dello zoo hanno tutti tra i 9 e i 10 anni. Izumi, Nara, Ono, Yuki e Mito (9 anni) sono le femmine ed Izumi sembra essere la dominante. Akita (9 anni), Myagi e Kuma sono invece i maschi e Akita è il maschio alfa del gruppo. La struttura sarà completamente fruibili da maggio 2015.

Progetti Futuri[modifica | modifica wikitesto]

Sono già iniziati i lavori che porteranno nel 2016 all'apertura del nuovo habitat che ospiterà una coppia di Orsi polari e di una colonia di pinguini. Questa nuova area sorgerà dove ad oggi vive già l'orso polare che, hanno fatto sapere i dirigenti, quando i lavori impediranno che la sua permanenza allo zoo, sarà trasferito in altro parco in attesa del completamento dei lavori.[2] Lo zoo sta anche raccogliendo i fondi necessari all'ammodernamento della vasca che ospita le foche.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN155923285 · ISNI (EN0000 0001 0422 6291 · LCCN (ENn79022324 · WorldCat Identities (ENlccn-n79022324
Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che parlano degli Stati Uniti d'America